Goran Bregovic porta lo spettacolo “From Sarajevo” sul palco del Musar Festival di Firenze. Con la Wedding and Funeral Band e l’Orchestra LaCorelli diretta da Jacopo Rivani. Il 22 luglio alle ore 21.15 in piazza SS. Annunziata. Gli altri eventi della serata

“Sembra ormai chiaro che, all’interno suo progetto, Dio non abbia pianificato di insegnarci come vivere insieme e che dovremmo imparare il modo di farlo da soli”.  Parole di Goran Bregovic, venerdì 22 luglio 2022 al Musart Festival di Firenze con lo spettacolo “From Sarajevo”, in cui ha riassunto la sua idea di convivenza nel mondo.
Con “Form Sarajevo”, Goran Bregovic trasforma in musica le molteplici anime della capitale della Bosnia-Erzegovina: al suo fianco ci saranno la Wedding and Funeral Band e, per l’occasione, l’Orchestra LaCorelli diretta da Jacopo Rivani. 
Inizio ore 21,15. I biglietti – da 28,75 a 51,75 euro, posti numerati – sono disponibili online sul sito ufficiale www.musartfestival.it(info tel. 055.667566), su www.ticketone.it (tel. 892.101) e nei punti Boxoffice Toscana www.boxofficetoscana.it/punti-vendita. Disponibile anche il Gold Package comprendente biglietto di primo settore, catering con buffet, visita guidata ai luoghi d’arte legati al progetto Musart. Si recupera il concerto previsto per luglio 2020, rinviato a causa della pandemia. Restano validi i biglietti acquistati per il 2020.
Sempre venerdì 22 luglio al Musart Festival, ricordiamo il concerto del Simona Sciacca Trio, alle ore 21,30 al Chiostro di Levante della Biblioteca Umanistica dell’Università di Firenze (ingresso da via degli Alfani, 39). E ancora, al Cinema La Compagnia, dalle 20,15 quattro documentari della serie “33 Giri Italian Masters” di Sky Arte dedicati ai migliori album della musica italiana: “Le nuvole” e “Creuza de ma” di Fabrizio De André, seguiti da “Tabula Rasa Elettrificata” dei CSI e “Arbeit Macht Frei” degli Area. Introduce Fulvio Paloscia di Repubblica. Ingresso libero con prenotazione obbligatoria sul sito https://bit.ly/33GIMasters.

Goran Bregović è un figlio di Sarajevo, città prima romana, poi bizantina, per secoli ottomana, diventata austro-ungarica, jugoslava e infine bosniaca, abitata da ebrei, musulmani, cristiani ortodossi e cattolici. Una Gerusalemme d’Europa a poche ore d’auto dal confine italiano, contesa e dilaniata dalle guerre in ogni epoca, che viene raccontata in un concerto per tre violini solisti e orchestra. Ogni violino rappresenta le tre anime comunicanti di Sarajevo, attraverso la prassi musicale occidentale, orientale e klezmer.

La prova vivente e musicale del fatto che ascoltarsi l’un l’altro è più che mai possibile.
Sarajevo è la metafora dei nostri tempi, un luogo dove un giorno si vive da buoni vicini e il giorno dopo ci si fa la guerra.

Il nuovo lavoro di Goran Bregovic “From Sarajevo” si ispira a questa metafora. È stato scritto per violino e orchestra. Il violino, suonato secondo la tradizione classica occidentale, quella klezmer e quella orientale, unisce a livello allegorico le tre religioni che sono allo stesso tempo il più grande tesoro e la più grande maledizione di Sarajevo.

Gli arrangiamenti per questo lavoro sono stati affidati a quattro talentuosi musicisti dalla Serbia: Aleksandar Sedlar, Isidora Zebeljan, Ninoslav Ademovic and Ognjan Radivojevic.

SIMONA SCIACCA TRIO – Venerdì 22 luglio, Musart Festival propone anche il concerto di Simona Sciacca, alle ore 21,15 nel Chiostro di Levante della Biblioteca Umanistica dell’Università di Firenze (ingresso da via degli Alfani, 37).  Preziosa collaboratrice di Mannarino – in tour come in studio – Simona Sciacca canta da sempre, spaziando dal pop alla musica leggera, dal canto sacro alla musica popolare al jazz. La voce profonda e la forte carica passionale segnano la sua appartenenza alla cultura siciliana e popolare in generale. Il suo progetto da solista parte proprio dalla Sicilia per poi espandersi verso un universo sonoro più ampio, contaminato da spezie della musica popolare portoghese e sud-americana. Ad accompagnarla sul palco, ci saranno due musicisti di grande valore: Alessandro Chimienti alla chitarra e Mauro Menegazzi alla fisarmonica.

33 GIRI ITALIAN MASTERS (dalle ore 20,15 – Cinema La Compagnia, via Cavour 50r) – Al Cinema La Compagnia continuano le proiezioni dei documentari “33 Giri Italian Masters” di Sky Arte dedicati ai grandi album della musica italiana:“De André, ostinato e contrario” è il titolo dell’appuntamento di venerdì 22 luglio, condotto da Fulvio Paloscia di Repubblica: si parte con “Le nuvole” e “Creuza de ma” dell’indimenticato Faber, seguiti da “Tabula Rasa Elettrificata” dei CSI e “Arbeit Macht Frei” degli Area. Ingresso libero con prenotazione obbligatoria sul sito https://bit.ly/33GIMasters.

VISITE A LUOGHI D’ARTE – Prima dello concerto – dalle ore 20 alle 21,15 – si potranno visitare gratuitamente giardini, luoghi di culto e palazzi monumentali adiacenti a piazza della Santissima Annunziata. Tra questi la Chiesa di S. Francesco Poverino, il Giardino del Museo Archeologico, il Museo dell’Istituto Geografico Militare, la Basilica di SS. Annunziata, la Mensa della Caritas Diocesana di S. Francesco ed i Cortili Monumentali dell’Istituto degli Innocenti.

MOSTRA BECAUSE THE NIGHT – Springsteen, Madonna e Cremonini allo stadio Franchi. Jovanotti, Vasco, Morricone e gli Spandau Ballet al Mandela Forum…
I grandi concerti fiorentini degli ultimi 12 anni rivivono nell’edizione 2022 della mostra fotografica “Because the night”. Tutti gli scatti sono a firma di Marco Borrelli. La mostra è in programma fino al 26 luglio all’Ex Tipografia dell’Istituto Geografico Militare di Firenze (via Cesare Battisti 12, adiacente a piazza Santissima Annunziata). Per gli spettatori degli spettacoli serali, la mostra è aperta dalle 20 alle 21 con ingresso libero e riservato.

Musart è il festival che abbina grandi nomi dello spettacolo al fascino secolare di Firenze, in programma dal 13 al 26 luglio 2022. Sul palco principale di piazza della Santissima Annunziata saranno di scena Roberto Bolle, LP, Riccardo Cocciante, Achille Lauro, Vinicio Capossela, Goran Bregovic, Rock The Opera, Steve Hackett e Dado Moroni.
Musart Festival è prodotto da associazione culturale Musart in collaborazione con Istituto degli Innocenti e Università degli Studi di Firenze. Main Supporter Fondazione CR Firenze, con il contributo di Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Comune di Firenze-Estate Fiorentina 2022, Toscana Promozione Turistica ed il sostegno di Publiacqua, Chianti Banca, Unicoop Firenze, Sammontana, Findomestic e Ruffino. Media Partner Destination Florence. La direzione artistica è a cura di Stefano Senardi.

Biglietti concerto Goran Bregovic – posti numerati
1° settore 51,75
2° settore 46,00
3° settore 37,95
4° settore 28,75
Gold package: 112 euro

Prevendite
Sul sito ufficiale www.musartfestival.it (info tel. 055/667566) e nei punti Boxoffice Toscana www.boxofficetoscana.it/punti-vendita

Info Musart Festival Firenze
Piazza della Santissima Annunziata – Firenze
Ingresso da via de’ Servi – Biglietteria via degli Alfani, 39
Info tel. 055.667566 – www.musartfestival.it
Facebook: @MusArtFestival

Lascia un commento