CORONAVIRUS. I Comuni di Rosignano Marittimo e Pietrasanta intervengono su Cosap, Icp e Tari

Livorno, Versilia

ROSIGNANO MARITTIMO / RIMANDATA AL 30 OTTOBRE A SCADENZA COSAP E ICP

Con delibera di Giunta comunale n. 81 del 10/04/2020 il Comune di Rosignano Marittimo ha rimandato al 30 ottobre 2020 la scadenza dell’Imposta Comunale di Pubblicità (ICP) e del Canone di Occupazione di Spazi e Aree Pubbliche (COSAP), relativo ai passi carrabili, alle aree a servizio delle attività commerciali, ai posti per i mercati stagionali e alle postazioni singole fuori mercato.

La bollettazione relativa ai suddetti tributi era stata già inviata ai contribuenti perché l’ufficio competente aveva provveduto all’adempimento normativo prima dell’inizio dell’emergenza nazionale da Covid-19. Tuttavia, l’Amministrazione Comunale ritenuto opportuno prorogare le scadenze per far fronte alle esigenze dei cittadini e delle imprese colpiti dalle misure restrittive connesse all’emergenza sanitaria, che per ragioni economiche e per ragioni logistiche rendono difficile provvedere al pagamento di ICP e COSAP nei tempi prefissati.

“In questo momento di incertezza e difficoltà – ha dichiarato il Sindaco Daniele Donati- il nostro obiettivo è quello di non gravare sulle aziende e sui cittadini. Per questo motivo stiamo valutando una revisione globale delle scadenze e ulteriori misure di sostegno ai contribuenti, da definirsi anche in base all’evolversi della normativa nazionale”.

PIETRASANTA / STOP A COSAP E TARI

Stop a Cosap (canone occupazione spazi e aree pubbliche) e Tari a Pietrasanta. Dopo la sospensione delle rette e dei servizi individuali di asili e nidi cittadini, la giunta comunale di Alberto Stefano Giovannetti, riunita in video conferenza, ha varato un altro provvedimento che permette al sistema di attività commerciali per decreto di respirare in questa fase di grande emergenza sanitaria ed economica. Cosap e Tari sono tributi di competenza comunale ed è su queste voci che l’amministrazione può operare direttamente.

“La ratio è quella – spiega il sindaco Giovannetti – di prendere tempo in attesa di misure più pesanti da parte del governo centrale su tasse e tributi. Come ente comunale siamo intervenuti su quelli che sono tributi di competenza: la Cosap e la Tari. Per quanto riguarda la Cosap le imprese saranno esentate dal pagamento del canone per i mesi di marzo ed aprile, con la possibilità di allungare questa esenzione alla durata dell’emergenza ovviamente. Questa azione passerà dall’approvazione del consiglio comunale. Solo questa misura vale tra i 100 – 120 mila euro. – spiega il primo cittadino – Per quanto riguarda la Tari abbiamo fatto quello che è possibile fare in questo momento posticipando la rata di aprile a settembre. Abbiamo spostato le lancette dell’orologio di molti mesi in avanti per avere un periodo di tempo più lungo per capire quale spazio di manovra avremo anche alla luce delle prossime misure statali. Sono misure concrete ed immediate che mettiamo in campo per aiutare le imprese della nostra città”.

Lascia un commento