Comune di Rosignano, interventi contro il commercio abusivo sulle spiagge del Lillatro e del Tripesce. Intervento di due pattuglie della polizia municipale e del Commissariato

Nei giorni scorsi due pattuglie della Polizia Municipale e una volante del Commissariato di Polizia di Rosignano hanno effettuato un controllo sulle spiagge del Comune per verificare la presenza di venditori abusivi.  A seguito dell’ordinanza del sindaco n. 223 del 30/04/2021 infatti, al fine di garantire un maggior distanziamento in spiaggia e prevenire possibili assembramenti, non è ammesso il commercio ambulante in forma itinerante di merce del settore alimentare e non alimentare, in tutte le aree demaniali del Comune.

Nel primo pomeriggio gli agenti si sono recati in località “Lillatro” dove, hanno sequestrato decine di oggetti d’abbigliamento (ciabatte, cappelli, portafogli, etc.), bigiotteria (collane e braccialetti) e giocattoli (palloni, gonfiabili, ombrelloni, etc.) e un carrello cingolato utilizzato per vendere bibite e gelati. La merce abbandonata sulla spiaggia è stata confiscata e verrà distrutta decorsi 30 giorni senza richiesta dai proprietari, che in tal caso verrebbero sanzionati per commercio abusivo su area pubblica.

Subito dopo le pattuglie si sono recate a Vada in località “Tripesce”, nel litorale antistante l’omonimo Camping, ed hanno sequestrato costumi da bagno, teli da spiaggia e un altro cingolato utilizzato per vendere bibite e gelati. A tutti i trasgressori è stata contestata la violazione dell’art. 122 della L.R. 62/2018 che prevede una sanzione pecuniaria da 2.500,00 euro a 15.000,00 euro (pagamento in misura ridotta entro 60 giorni 5.000,00 euro).

Lascia un commento