Comune di Rosignano: il cane Caos (condotto dall’agente della Polizia Municipale Alessandro Nicosia) conquista l’idoneità al servizio di ricerca di stupefacenti e deterrenza

Presso il Comando della Polizia Municipale situato in piazza del Mercato a Rosignano Solvay è stato conferito il certificato di idoneità al servizio di ricerca di stupefacenti e deterrenza dell’Unità Cinofila del Comune di Rosignano.


Si tratta di un giovane esemplare di Pastore Belga Malinois, il cui padre ha partecipato al Campionato Mondiale Pastori belga nell’anno 2022 che si è svolto in Grecia, qualificandosi 5° assoluto con il miglior attacco e contribuendo a proclamare l’Italia campione del Mondo a squadre. Per l’addestramento e l’accudimento del cane è stato individuato l’agente Alessandro Nicosia, che dal mese di marzo 2022 ha intrapreso un percorso quotidiano insieme all’addestratore Giacomo Micheli. Da allora, il cane è stato sottoposto ad una formazione, addestramento e tirocinio guidato congiuntamente al suo conduttore.
Di fronte a Micheli, al veterinario Marco Melosi, al sindaco Daniele Donati, all’assessora Ilaria Ribechini, al dirigente del Settore Risorse e Controllo, Roberto Guazzelli, alla comandante della Polizia Municipale, Dalida Cosimi e ad altri agenti che hanno prestato servizio, Caos e il suo conduttore hanno svolto alcune prove pratiche, dimostrando perfetta sintonia ed efficacia, certificando il raggiungimento degli obiettivi preposti.


Nello specifico, l’Unità Cinofila è stata sottoposta alle seguenti prove:
– obbedienza e gestione del cane, articolando la prova con esercizi di condotta al guinzaglio e senza, seduto e terra libero, richiamo al piede e rapporto con il conduttore;
– ricerca sostanze stupefacenti occultate, simulando la ricerca su linea di valigie. All’individuazione della valigia contenente la sostanza, il cane ha segnalato, sedendosi e indicando la fonte dell’emanazione;
– ricerca sostanze stupefacenti in edificio: la sostanza è stata occultata e il cane, dopo il ritrovamento, ne ha segnalato la presenza sedendosi e indicando la fonte;
– ricerca sostanze stupefacenti occultata sulle persone: alla presenza di più persone, al cane è stato dato il comando “cerca” e, una volta individuata la sostanza, lo ha segnalato sedendosi e indicando la fonte dell’emanazione;
– ricerca sostanze stupefacenti su persone in transito: alla presenza di più persone che passeggiavano davanti al cane, lo stesso ha seguito il cono di odore emanato dalla sostanza occultata all’interno di una borsa;
– fase di deterrenza: in contesto operativo, il conduttore è stato aggredito improvvisamente da soggetto armato. Il cane, in modo reattivo, ha dissuaso la minaccia, prima con l’abbaio e successivamente neutralizzandola.


Al termine delle prove, la commissione ha preso atto delle effettive doti e qualità naturali marcate del soggetto, dimostrate durante tutte le fasi della certificazione. La gestione del conduttore nei vari scenari presentati ha dimostrato l’effettiva preparazione dell’unità cinofila nella ricerca di stupefacenti e controlli. Altresì il conduttore ha dimostrato l’effettiva preparazione e conoscenza di primo soccorso veterinario, della gestione e della cura per il benessere del cane. Pertanto, è stato conferito il certificato di idoneità al servizio di ricerca di stupefacenti e deterrenza, che sarà presto consegnato a Caos e all’istruttore Alessandro Nicosia con una cerimonia ufficiale.
“Siamo particolarmente orgogliosi – ha detto il sindaco a fine mattinata – di essere giunti a questo punto, avendo allestito un’Unità Cinofila di primo livello, composta dall’ottimo Alessandro Nicosia e dal bravissimo Caos. Come dimostrato stamani, questa nuova unità sarà utilissima sul nostro territorio anche per promuovere e realizzare attività finalizzate a prevenire il consumo di sostanze stupefacenti e per fare deterrenza. Le diverse richieste che già abbiamo ricevuto dai Comuni limitrofi dimostrano che abbiamo iniziato a lavorare in un settore che si può sviluppare molto e che dev’essere messo a servizio della comunità. Ringrazio tutti quelli che hanno consentito il raggiungimento di questo importante obiettivo, a partire dalla Comandante Cosimi, fino all’addestratore e al veterinario”.
Un ringraziamento sincero è arrivato proprio dalla comandante Dalida Cosimi: “Abbiamo fatto un enorme sforzo per arrivare a questo punto – ha detto – e per questo ringrazio tutti. Non è semplice allestire un’Unità Cinofila e soprattutto è un impegno che richiede tanto tempo e tanta disponibilità. Essere rientrati nei canoni di un finanziamento ministeriale, che ha permesso tutto ciò, significa che il progetto era serio e la finalità importante. Adesso siamo pronti a partire”.

Lascia un commento