Stagione_teatrale_Verdi_2019-2020_page-0001

Al Teatro Verdi di San Vincenzo la stagione 2019/2020 apre il 7 novembre con Claudio Marmugi, Paola Pasqui e Matteo Cesca. Il cartellone completo (ci sono anche Elio Germano, Giobbe Covatta, il Jazz del Conservatorio Mascagni e molto altro)

Livorno, Teatro e Danza

Dopo il successo dello scorso anno sarà ancora una volta il comico toscano-livornese Claudio Marmugi, affiancato questa volta da due altri comici toscani Doc, ad inaugurare la Stagione Teatrale 2019-2020 del Teatro Verdi di San Vincenzo. La nuova Stagione Teatrale proposta dalla Cooperativa l’Ape Regina con il sostegno dell’Amministrazione Comunale di San Vincenzo, si aprirà ufficialmente giovedì 7 novembre 2019 con lo spettacolo “Che amore cominci”, scritto diretto ed interpretato da Matteo Cesca, Paola Pasqui e Claudio Marmugi. Uno show che ha l’obiettivo di far passare una serata spensierata a tutti coloro che hanno bisogno di ridere in un mondo sempre più “incattivito”.

Stagione_teatrale_Verdi_2019-2020_page-0001

Martedì 12 novembre sarà Paolo Triestino, accompagnato dalla chitarra di un figlio d’arte come Giovanni Baglioni, a regalarci un racconto fuori dal comune, emozionante, divertente ed in grado di stimolare tutti i sensi: “Note di cioccolata”.

A dicembre, venerdì 6, è previsto il recupero dell’atteso spettacolo di Elio Germano e “Viaggio al termine della notte” liberamente tratto dal capolavoro di Louis Ferdinand Celine. Gennaio come di consueto sarà dedicato al teatro contemporaneo con lo spettacolo vincitore del premio In-Box 2019 “Così lontano, così Ticino” proposto giovedì 16 da Mumble Teatro-Teatro Città Murata, che ci racconta il dramma dei Versteckte Kinder, i bambini nascosti, i bambini clandestini figli dei lavoratori italiani stagionali in Svizzera.

Martedì 18 febbraio saranno celebrati gli 80 anni della nascita di Fabrizio De Andrè con il concerto teatrale proposto dagli Hotel Supramonte, una band di grande qualità composta da Carlo Roncaglia, Paolo Demonti, Vince Novelli, Enrico De Lotto, Giovanna Rossi.

Ancora teatro contemporaneo, ma ispirato alla antica drammaturgia greca di Aristofane, “Gli onesti” proposto da Straligut Teatro venerdì 13 marzo. A seguire ancora due serate di musica: venerdì 20 marzo con l’Ensemble Jazz del Conservatorio Mascagni di Livorno diretta dal Maestro Mauro Grossi (che già lo scorso anno ha riscontrato un notevole successo), e giovedì 9 aprile il pianista vincitore di importanti premi nazionali ed internazionali Riccardo Gagliardi, direttamente dalla HochschulefurMusik und Theater di Monaco di Baviera, proporrà un “Viaggio musicale nei capolavori del ’800 pianistico” con brani di Brahms, Chopin e Scriabin.

Per la conclusione della stagione teatrale due spettacoli divertenti, attuali e riflessivi, con due grandi interpreti della comicità, dell’ironia e della satira: il 16 aprile un altro noto ed apprezzato artista livornese, Paolo Migone in “Completamente Spettinato” ; il 7 maggio Giobbe Covatta, con “6° (Sei Gradi)”, farà sì sorridere, ma anche riflettere sul tema attuale della sostenibilità ambientale e del surriscaldamento globale.

Per assistere a tutti i dieci spettacoli è possibile sottoscrivere un abbonamento al costo di 80€ intero oppure 60€ ridotto.

Per informazioni e prenotazioni telefonare al 389 2530536 o rivolgersi direttamente al Cinema Teatro Verdi in orario di apertura.

www.cinemateatroverdi.altervista.org

sv.cinemaverdi@gmail.com

Lascia un commento