roma

A San Miniato la rassegna Teatrock: apertura con “Canta Roma, a lume de candela”. Lamporecchio: c’è “Mi amavi ancora”. Piccolo Sipario a Pistoia con “Il Principe Mezzanotte”

Pisa, Pistoia, Teatro e Danza

***AL QUARANTHANA TEATRO UN SUGGESTIVO AFFRESCO DI ROMA

Venerdì 15 febbraio 2019 alle 21.30 al Quaranthana Teatro Comunale di San Miniato apre la decima rassegna dedicata alla musica a teatro TEATROCK, a cura di Gabriel Stohrer con Canta Roma a lume de candela, un omaggio a una particolare scena musicale, un suggestivo affresco di ciò che Roma nel tempo ha regalato in musica, emozioni e parole. Da anni, TEATROCK – musica a teatro aderisce all’iniziativa “M’illumino di meno”, indetta da Caterpillar, nota trasmissione di Rai Radio 2, con un concerto privo di illuminazione elettrica, interamente acustico. 

Canta Roma a lume de candela recupera un’altra tradizione di TEATROCK e dà omaggio a una particolare scena musicale, corrispondente in questo caso a una città (nelle precedenti edizioni si era omaggiato la scuola genovese e la grande musica di Milano).

A rendere omaggio a Roma sul palco del Quaranthana si esibiranno i Vincanto, Francesco Sgroi e Irina Bouzmokava, Marzio Matteoli, Coro Diluvio Universale diretto da Ilaria Savini e Simone Faraoni, Echobeach trio, Bettina Ferretti e Miguel Cheti, I Duri di Legno, Andrea Pozzuoli, Matthias e Nicolò Stohrer feat. Pinguino

Lasciamoci dunque sorprendere dalle scelte e dalle interpretazioni dei musicisti che numerosi popoleranno il palco del Teatro Quaranthana, ricreandovi un suggestivo affresco di ciò che questa incredibile città nel tempo ci ha dato in termini di musica, emozioni e parole.

BIGLIETTI / unico, 6 euro

Teatro comunale Quaranthana

via Zara 58 – 56028 San Miniato (Pi) loc. Corazzano

INFO E PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

info@teatrinodeifondi.it

tel. 0571 462825/35

www.quaranthana.it/www.teatrinodeifondi.it

***LAMPORECCHIO, “MI AMAVI ANCORA” CON BASSI E CAVALLARI

Ad una coppia di sicuro fascino, Ettore Bassi e Simona Cavallari, è affidato il secondo appuntamento della stagione 2019 del Teatro Comunale di Lamporecchio, domenica 10 febbraio 2019 (ore 21), con  “Mi amavi ancora”, commedia firmata dalla penna di Florian Zeller, pluripremiato commediografo francese non ancora quarantenne, di cui, solo in Italia, al momento sono in tournée ben cinque spettacoli. Nello spettacolo, diretto da Stefano Artissunch e prodotto da  Synergie Arte Teatro/a.ArtistiAssociati, anche Giancarlo Ratti e Malvina Ruggiano. 

mi amavi ancora prova

Realtà, immaginazione, paura e fantasia si mescolano nell’avvincente commedia firmata da Zeller (testo premiato dall’Accademia Francese per la Nuova Drammaturgia) che vede, al centro, la vicenda dello scrittore e drammaturgo Pierre, morto in un incidente d’auto. Nel tentativo di mettere ordine ai documenti, Anne, la sua vedova, scopre gli appunti presi per la stesura di una futura commedia, che trattava di un uomo sposato, scrittore, appassionato ed innamorato di una giovane attrice. Fiction o autobiografia? Il dubbio si agita ed inizia un’indagine febbrile. Anne si persuade che il testo narri l’infedeltà di Pierre e va alla ricerca della donna, sua antagonista, senza riuscire a rivelare la verità o l’illusione della stessa: è il dolore che la fuorvia? Oppure finalmente ha aperto gli occhi? Per rispondere a questa domanda si appella ai suoi ricordi ed anche a Daniel, migliore amico di Pierre, un personaggio brillante e forse segretamente innamorato di lei. Anne persevera nella sua ricerca e decide di contattare l’attrice Laura Dame che è menzionata nelle note della commedia del marito. Scruta il passato, domanda a chi la circonda, cammina in un pericoloso labirinto. Quanto deve essere cercata la verità?

La stagione teatrale proseguirà domenica 31 marzo, con Otto donne e un mistero: in scena un quartetto di famose attrici, alcune già passate da Lamporecchio – Anna Galiena, Debora Caprioglio, Caterina Murino e Paola Gassman – nella commedia di Robert Thomas da cui, nel 2002, François  Ozon trasse il film che ebbe un ottimo successo di critica con un cast stellare, tra cui Catherine Deneuve, Fanny Ardant, Isabelle Huppert, Emmanuele Béart.

Prevendita in corso alla Biglietteria del Teatro Manzoni 0573 991609 – 27112; nei giorni di sabato 9 e domenica 10 febbraio anche al Teatro di Lamporecchio 3339250172 (ore 16,30/19,30). 

Info Biblioteca Comunale di Lamporecchio 0573 800659

Comune di Lamporecchio 0573 800624-800621 segreteria@comune.lamporecchio.pt.it www.comune.lamporecchio.pt.it

Associazione Teatrale Pistoiese 0573 991609 – 27112 atp@teatridipistoia.it 

www.teatridipistoia.it

***”IL PRINCIPE MEZZANOTTE” PER PICCOLO SIPARIO AL MANZONI DI PISTOIA

Un allestimento di grande suggestione riunirà pubblico (di grandi e piccini) e attori direttamente sul palcoscenico del Teatro Manzoni per il nuovo appuntamento della rassegna Piccolo Sipario, “Il Principe Mezzanotte” che Alessandro Serra (Premio Ubu 2017 per Macbettu) firma  in modo impeccabile, con testo, regia, scene e luci, per la sua compagnia Teatropersona (domenica 10  febbraio, ore 16,30 per le famiglie; 11 e 12 febbraio 2019, ore 10 e 14.45 per le scuole; fascia d’età: 5/11 anni). Il lavoro, premiato come miglior spettacolo dall’Osservatorio Critico degli studenti, è stato finalista al Premio Scenario 2008. In scena, Andrea Castellano, Massimiliano Donato, Silvia Valsesia, immersi nell’affascinante paesaggio di ‘ombre’ realizzate da Chiara Carlorosi. 

IL PRINCIPE MEZZANOTTEok

Un’esperienza particolarmente emozionante per i bambini sotto il profilo visivo, sonoro ed emotivo, capace di stimolare la loro immaginazione con un carosello di personaggi buffi e grotteschi che li condurranno nel mondo di questa fiaba delicata e romantica con uno stile insolitamente noir, misterioso e poetico.

Si segnala che nel corso della rappresentazione la compagnia farà uso della macchina del fumo. 

IL PRINCIPE MEZZANOTTE – 2

“C’è una volta un principe, dico c’è perché mica è morto poveretto, insomma c’è una volta un principe di nome Mezzanotte, nato a mezzanotte e perdutamente innamorato del buio e delle stelle. Perché senza il buio le stelle non si vedono, giusto? Tutti pensano che la notte protegga e nasconda fantasmi, lupi e streghe e che la luce del giorno, invece, renda il mondo splendido e sereno. Eppure è proprio di notte che prendono vita i sogni.

IL PRINCIPE MEZZANOTTE – 1

Ma anche i sogni più belli posso trasformarsi in incubi, proprio come accadde al nostro povero principe, costretto a nascondersi in questo magico comò per sfuggire alla maledizione della terribile strega Valeriana. La strega, infatti, si era talmente innamorata del nostro pallido principe che quando lui la respinse gli lanciò la maledizione: il giorno in cui il principe si fosse innamorato si sarebbe trasformato in un essere mostruoso. Paura, eh? (…)”

“Piccolo Sipario” è promosso da Associazione Teatrale Pistoiese con Comune di Pistoia, Fondazione Cassa di Risparmio  di Pistoia e Pescia, Regione Toscana, MiBACT, il sostegno importante di Unicoop Firenze e il contributo della Gelateria Monterosa. 

Info e prevendita: 0573 991609 – 27112

Lascia un commento