IMG_4777

Al Giglio di Lucca arriva “A testa in giù” dal 25 al 27 gennaio. Regista Gioele Dix, Paola Minaccioni ed Emilio Solfrizzi interpreti. Incontro con il pubblico il 26 gennaio alle 18

Lucca, Teatro e Danza

Gioele Dix dirige Emilio Solfrizzi, Paola Minaccioni, Bruno Armando e Viviana Altieri in “A testa in giù”, versione italiana (firmata da Giulia Serafini) de “L’envers du décor” di Florian Zeller, in scena al Teatro del Giglio venerdì 25 e sabato 26 gennaio 2019 alle ore 21 e domenica 27 gennaio alle ore 16, terzo titolo della Stagione di Prosa 2018-2019 che il Giglio realizza con Fondazione Toscana Spettacolo Onlus, circuito multidisciplinare della Regione Toscana per la programmazione e la promozione dello spettacolo dal vivo. 

«Da tempo – scrive il regista – desideravo lavorare con e per Emilio Solfrizzi. Ci unisce un’antica amicizia e una comune, istintiva fiducia nell’arte della commedia. Ed ecco l’occasione: un nuovo testo di Zeller che sembra scritto apposta per esaltare le sue qualità di comico naturale e di raffinato interprete. A testa in giù è costruito sull’idea che i personaggi, oltre a parlare normalmente fra loro, esprimano ad alta voce di fronte al pubblico anche i propri pensieri. L’effetto è dirompente e trasforma una comune vicenda in un formidabile e spassoso labirinto di gesti e parole. Per le attrici e gli attori si tratta di recitare su un doppio binario, una prova al tempo stesso complicata ed esaltante. Emilio Solfrizzi è un esilarante Daniel, editore colto e maturo, le cui certezze improvvisamente si sgretolano di fronte alla scelta di Patrick (l’ottimo Bruno Armando), amico di una vita, che decide di abbandonare la moglie per mettersi con Emma (la bravissima Viviana Altieri), giovane aspirante attrice. Un avventato e inopportuno invito a cena trasforma l’innocua serata in una sorta di regolamento di conti fra gaffe, equivoci e incomprensioni. E Daniel si ritroverà ben presto a mettere interiormente in discussione gran parte della propria esistenza. Ma sarà la moglie Isabelle, con le sue brillanti doti di saggezza e di acuminata ironia, a salvarlo dal preoccupante precipizio. Nel difficile ruolo della coprotagonista c’è per fortuna Paola Minaccioni, fuoriclasse del teatro comico e non solo, attrice sensibile e versatile, una garanzia.»

Emilio Solfrizzi e Paola Minaccioni, e con loro Bruno Armando e Viviana Altieri, incontreranno il pubblico sabato 26 gennaio alle ore 18 all’Auditorium della Fondazione Banca del Monte di Lucca (modera Anna Benedetto). L’appuntamento fa parte del più ampio ciclo di incontri con gli attori associato alla Stagione di Prosa 2018-2019 e realizzato da Teatro del Giglio, Fondazione Toscana Spettacolo Onlus e Fondazione Banca del Monte di Lucca, che proseguirà sabato 2 febbraio con Luisa Ranieri (modera Alessandro Bertolucci) e sabato 16 febbraio con Marco Paolini e Francesco Niccolini (modera Cataldo Russo), per concludersi sabato 2 marzo con Michele Placido e Anna Bonaiuto (modera Flavia Piccinni). Tutti gli incontri sono a ingresso libero e gratuito, fino a esaurimento posti.

Per informazioni, prenotazioni e acquisti dei biglietti per lo spettacolo A testa in giù – prezzi da 8 a 30 euro – rivolgersi alla Biglietteria del teatro (tel. 0583.465320, email biglietteria@teatrodelgiglio.it) aperta al pubblico dal mercoledì al sabato con orario 10.30-13 e 15-18.

Lascia un commento