Storie di donne: le interviste di De Pas e Di Martino. Poi il “Cemento rosso” di Giuliano Marcucci, giornalista di Report

Libri & Fumetti

Due presentazioni di libri a Livorno, nella giornata di giovedì 21 dicembre 2017.

Giovedì alle ore 17.00, alla Biblioteca Labronica, Villa Fabbricotti, appuntamento con il libro “Donne oltre il silenzio” (Edizioni Erasmo) di Genny De Pas e Donatella Di Martino. Libro e autrici saranno presentati da Lamberto Giannini (sopra il titolo particolare della copertina, che qui a destra è visibile per intero). DePas_coeprtina
Donne oltre il silenzio si propone di dare la parola alle donne che hanno a che fare con la sofferenza e le invita “a parlare di sé, di ciò che loro capita, di ciò che altrimenti nascondono e le ammala”, come scrive Nadia Fusini nella prefazione. Alla base delle interviste intraprese con diverse donne vissute in epoche storiche differenti, c’è la consapevolezza che l’ascolto e l’accoglienza possono salvare da situazioni di estrema fragilità. Ogni intervista è contestualizzata nel periodo storico di riferimento, perché ciascuna donna, pur non avendo avuto un ruolo politico rilevante, è stata in grado di inscrivere la propria quotidianità nella storia con la ‘s’ maiuscola.
Genny De Pas e Donatella Di Martino, ambedue sono state docenti di materie letterarie, hanno contribuito ambedue allo sviluppo e gestione del progetto Sportello d’Ascolto rivolto ad alunni e alunne e genitori. Fanno parte del direttivo dell’Anppia.

Sempre giovedì 21, ma alle ore 17.30, alla Libreria Erasmo, via degli Avvalorati, 62, appuntamento con il libro “Cemento rosso  – il secolo cinese, mattone dopo mattone” (Edizioni Mimesis) di Giuliano Marrucci, giornalista di Report. Il libro (nella foto in basso a destra la copertina) sarà presentato da Simona Ghinassi, esponente di Sinistra Italiana.cemento rosso
Ancora nel 1978 la Cina era quasi esclusivamente un paese agricolo, con l’80% della popolazione insediata nelle aree rurali, e appena 172 milioni di persone insediate nelle città. Quarant’anni dopo sono diventati il 56%, circa 770 milioni di persone. E’ il più grande e rapido processo di urbanizzazione della storia dell’umanità, il singolo fenomeno che più di ogni altro caratterizzerà questo periodo storico nei manuali di storia dei secoli a venire. In questo libro-inchiesta, Giuliano Marrucci, da oltre dieci anni tra gli autori della trasmissione di Raitre “Report”, ricostruisce le tappe fondamentali di questa storia epica, e cerca di tracciare le coordinate principali di quel “modello cinese” che l’ha resa possibile. Un modello dove, mentre in occidente si andava affermando il dogma dell’austerità, si consolidava il ruolo degli investimenti pubblici in infrastrutture come volano dello sviluppo, e che oggi si trova ad affrontare i nodi giganteschi emersi da 40 anni di sviluppo vorticoso: dalla questione ambientale all’esplosione delle diseguaglianze. Dalla capacità di trovare una risposta “con caratteristiche cinesi” a questi quesiti dipende una bella fetta del destino dell’umanità tutta.

 

Lascia un commento