Seminario al Polimoda di Firenze con Cuoio di Toscana. Fra concia lenta al vegetale, stile, kit di tracciabilità, promozione nel mondo e alta qualità

Firenze, Moda e Artigianato, Pisa

Il 29 gennaio 2020 Cuoio di Toscana, il consorzio toscano che riunisce le sette più importanti aziende produttrici di cuoio da suola, è stato ospite di Polimoda di Firenze, punto di riferimento internazionale per l’alta formazione nel settore della moda, per un seminario di approfondimento dal titolo “Conoscere il cuoio”, nell’ambito dei laboratori curati per l’istituto fiorentino da Lineapelle. Il seminario, al quale hanno partecipato gli studenti dei corsi undergraduate in Product Management e in Fashion Marketing & Communication, si è tenuto nella cornice dell’Aula Magna di Villa Favard a Firenze, sede della fashion school, e ha toccato alcune delle più importanti tematiche legate alla produzione del cuoio da suola, tra tradizione e innovazione.
 
L’arte della lavorazione artigianale del cuoio, di cui le aziende che fanno parte di Cuoio di Toscana rappresentano una vera eccellenza nel mondo, con quote di mercato pari al 98% di quello italiano e oltre l’80% di quello europeo, è stata illustrata agli studenti attraverso gli elementi principali che la caratterizzano e che rendono peculiari le attività del consorzio:
L’altissima qualità del prodotto, reso unico da processi di produzione antichi, come la concia lenta al vegetale, basata sull’utilizzo di tannini naturali ricavati dal legno di castagno, mimosa e quebracho, che rendono il cuoio compatto, traspirante, resistente, al contempo flessibile e perfettamente rispondente a criteri di produzione ecosostenibile.
Lo stretto legame con lo stile, ovvero il posizionamento del prodotto finito all’interno del comparto moda. Le diverse tecniche di lavorazione, sempre più innovative, permettono infatti di arrivare alla produzione di prodotti originali ed eclettici, in grado di contribuire alla realizzazione delle idee creative alla base delle collezioni dei più importanti fashion brand internazionali.
Il rispetto di standard qualitativi elevati, garantiti da un controllo continuo e da innovativi sistemi di certificazione. Un importante esempio è rappresentato dal kit di tracciabilità, ideato da Cuoio di Toscana per attestare l’origine, la qualità e la lavorazione a regola d’arte del cuoio da suola conciato al vegetale.
La ricerca e lo sviluppo volti ad offrire un prodotto sempre innovativo, in grado di fornire risposte a tutte le necessità che il mercato presenta, mantenendo sempre il forte legame con la tradizione, in un dialogo continuo tra passato e futuro.
La promozione del brand nel mondo, condotta attraverso strategie comunicative innovative, che hanno permesso al consorzio di diffondere la conoscenza dei valori rappresentativi della produzione del cuoio da suola toscano nel mondo.
 
Iniziative come il seminario tenuto al Polimoda confermano il ruolo di primo piano giocato dalla formazione nella mission di Cuoio di Toscana. Un impegno continuo testimoniato dai numerosi progetti sviluppati con la collaborazione di alcune tra le più importanti e prestigiose istituzioni accademiche e scuole di alta formazione.

Lascia un commento