Seguendo il filo della storia e della nostra cultura. Le dimore d’epoca (oltre 400 in tutta Italia, di cui numerose in Toscana) aprono le loro porte

Da non perdere

L’Associazione dimore storiche italiane apre domenica 27 maggio 2018, nell’anno europeo del Patrimonio culturale, le porte delle residenze d’epoca. Saranno visibili, in tutta Italia, circa 400 dimore: castelli, ville, giardini, casali… (sopra il titolo un’immagine del Castello di Populonia) Tutti luoghi capaci di offrire atmosfere affascinanti e frammenti di storia, dimore capaci di raccontare le nostre radici culturali.

“La Giornata nazionale A.D.S.I. si ripropone così come l’occasione per scoprire luoghi di straordinaria bellezza, spesso poco noti al grande pubblico, ma anche per sensibilizzare sull’importanza della conservazione e della valorizzazione dei beni culturali privati soggetti a vincolo, la cui tutela è affidata ai singoli proprietari – si legge sul sito dell’Associazione – Ville, castelli e parchi protagonisti della Giornata che rappresentano il nostro patrimonio culturale, storico, artistico, architettonico, paesaggistico, ma hanno anche un impatto rilevante sull’economia dei loro territori di riferimento, poiché mete di interessanti percorsi turistici e possibilità concreta di mantenere in vita antichi mestieri necessari per la conservazione degli immobili e dei giardini storici, come restauratori, pittori, giardinieri, vetrai, marmisti o mosaicisti.

Il programma della Giornata nazionale si arricchisce poi con iniziative locali – eventi enogastronomici, mostre, spettacoli, concorsi fotografici –  che quest’anno avranno l’obiettivo di “valorizzare storia e tradizioni regionali che sono espressione del nostro comune patrimonio culturale europeo”. In Toscana l’elenco delle dimore, giardini e cortili visitabili (dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 19 / ingresso libero) è ricchissimo e comprende luoghi situati a Firenze, Lucca, Pistoia, Pisa, Siena, Arezzo, Livorno e dintorni
in Mugello, in Lucchesia, in Valdinievole, Pontremoli, in Lunigiana, nelle Crete Senesi,
in Val d’Orcia, in Casentino e lungo la Costa degli Etruschi. 
Sul sito www.adsi.it l’elenco completo delle dimore storiche che resteranno aperte (e degli eventuali eventi collaterali).
Twitter: @dimorestoriche
Facebook: Associazione Dimore Storiche Italiane

Lascia un commento