Autunno al Palcoscenico: presentazione il 15 ottobre del libro “Il camino di Santiago” di Fabiano Badalassi

Nuovo appuntamento a Livorno con “Autunno al Palcoscenico”, incontri con i libri e gli autori a cura di Erasmo Libri. 

Venerdì 15 ottobre 2021, alle ore 17.30, al Caffè Il Palcoscenico di piazzetta Goldoni, è la volta del libro di Fabiano Badalassi IL CAMINO DI SANTIAGO, Edizioni Erasmo. Partecipano Antonella Landi, giornalista, Pilade Cantini, scrittore e musicista, e Michele Cecchini, scrittore..  

E poi qualche sorpresa con alcuni “spunti e riflessioni surreali” di Fabiano Badalassi, sulla vita, l’amore e altre cose, attraverso brani di cortometraggi da lui realizzati in collaborazione con Riccardo Capannini e reading di poesie da lui scritte con lo pseudonimo di Olinto Satta Flores.

Insomma tutto questo per introdurre il libro IL CAMINO DI SANTIAGO scritto da Fabiano Badalassi che tra un turno alla Piaggio e il ciak di un cortometraggio, scrive racconti con personaggi improbabili, con animali fantastici, con storie ambientate in spazi e tempi indefiniti, con giochi di parole vertiginosi che pare l’equilibrista di un circo di provincia. E cammina, cammina su quel filo incredibile che è agganciato a Italo Calvino da una parte e a Nino Frassica dall’altra (Io nella vita privata sono balbuziente, però quando c’è gente mi vergogno e allora parlo normale), ma anche, e andiamo più lontani nel tempo, a Cochi e Renato (Il cavallo per appoggiare i piedi ha le staffe, quando le perde si arrabbia molto) o a Enzo Jannacci (Commissario, sa l’Armando mi picchiava col martello. Mi picchiava qui sugli occhi per sembrare lui il più bello. Per far ridere gli amici, mi buttava giù dal ponte. Ma per non bagnarmi tutto mi buttava dov’è asciutto).

Nel libro i racconti sono un percorso impossibile che può essere intuito soltanto, forse, se si è capaci di essere al tempo stesso attori e metalmeccanici e, più che altro, se si è così arguti a preferire al cammino il camino quello del vecchio Santiago Pellegrini, che ci sta fisso lì davanti e non si muove. Non si muove ma racconta.

Per i più curiosi, Fabiano Badalassi è nato nel 1972 e vive a Perignano; ha frequentato l’Istituto d’arte a Pisa e lavora come metalmeccanico alla Piaggio di Pontedera. 

Lascia un commento