Alla Versiliana c’è anche il cinema: dodici serate speciali e uno speciale omaggio ad Alberto Sordi e Federico Fellini. Il 4 agosto giornata dedicata a Luis Sepúlveda

Cinema & TV, Versilia

La Versiliana riscopre il grande schermo e si trasforma in una delle più suggestive sale cinematografiche open-air dell’estate 2020. Al fianco del cartellone di spettacoli, dei dibatti e delle mostre la Fondazione Versiliana mette in programma una rassegna di serate di cinema con uno speciale omaggio a Alberto Sordi e Federico Fellini nel centenario dalla nascita con la proiezione de “I Vitelloni” e la presentazione del libro di Maria Antonietta Schiavina “Alberto racconta Sordi” (il 20 luglio, come prologo alla proiezione de “I Vitelloni”), allo scrittore cileno Luis Sepúlveda e al Cinema Toscano, con film anche per tutta la famiglia: 12 titoli per 12 serate di grande cinema, per la rassegna che per la prima volta avrà come cornice il grande teatro all’aperto immerso nella pineta cantata da Gabriele d’Annunzio.

In questa stagione, caratterizzata da restrizioni che ci hanno spinto ad esplorare nuove forme di spettacolo – spiega il Presidente della Fondazione Versiliana Alfredo Benedetti – di concerto con il nostro consulente artistico Massimo Martini e con tutto il Consiglio di Gestione della Versilianaabbiamo deciso di riscoprire la bellezza del cinema all’aperto. I cinema così come i teatri sono stati i primi a chiudere, ancor prima del lockdown totale e la voglia di godersi un film sul grande schermo è quanto mai viva. In questo la Versiliana con il suo grande teatro immerso nel fresco della pineta cantata da d’Annunzio è certamente una cornice ideale che useremo per la prima volta anche per proiettare i film.”

Da segnalare in seno alla rassegna cinematografica l’appuntamento del 20 luglio con la presentazione di “Alberto Racconta Sordi” della giornalista Maria Antonietta Schiavina, che farà da prologo alla proiezione de “ I Vitelloni” per introdurre la figura di Alberto Sordi attraverso il racconto delle chiacchierate tra l’autrice e l’Albertone Nazionale, patrimonio dell’arte mondiale e del cinema italiano che tra tutti scelse Maria Antonietta Schiavina per lasciarsi andare a una serie di confidenze mai pubblicate che lette oggi hanno il sapere di un testamento intimo e artistico.

Il 4 agosto sarà invece la giornata che la Versiliana dedica a Luis Sepúlveda che, dopo un incontro al Caffè pomeridiano dedicato allo scrittore molto legato alla città di Pietrasanta, si concluderà con la proiezione del film “La gabbianella e il gatto” preceduta del video ricordo filmato da Emma Leonardi. Il filmato datato 1998 è l’unica testimonianza video della inaspettata presenza di Sepulveda al Teatro Comunale di Pietrasanta quando sorprese tutti presentandosi tra il pubblico per assistere alla recita scolastica de La gabbianella su invito della maestra Maura Fornari, imprimendo un indelebile ricordo in tutta la città e nell’allora “gabbianella” di sette anni Marta Giovannetti che Sepulveda sollevo in volo a fine recita.

Da segnalare anche l’omaggio della Versiliana alla cinematografia toscana con “Bagno Maria” di Giorgio Panariello ( 16 luglio) , “Il Ciclone” di Leonardo Pieraccioni ( 25 agosto) , e “Ovosodo” di Paolo Virzì (27 agosto) , pellicole che hanno fatto ridere l’Italia intera e che hanno ancor più fatto apprezzare le bellezze della Toscana annoverandola tra le mete turistiche più desiderate del Paese.

La rassegna “Versiliana Cinema” , organizzata in collaborazione con Apuania Cineservice, avrà anche una ricca sezione dedicata ai film per tutta la famiglia con film firmati Disney e non solo : in programma La Sirenetta ( 11 luglio – prima proiezione della rassegna), “ Gruffalò” e “ Gruffalò e la sua piccolina” (18 luglio), “Alla ricerca di Dory” ( 24 luglio), “Oceania”( 16 agosto), “Mary Poppins (22 agosto), “Pinocchio”(26 agosto), Biancaneve e i Sette Nani” ( 29 agosto).

I biglietti sono in vendita alla biglietteria della Versiliana, aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00 Info 0584 265757 www.versilianafestival.it

Lascia un commento