The Shape of Piano to Come, vol. 1: venti giovani talenti provenienti da sei Paesi protagonisti della prima compilation per pianoforte targata Inri Classic

Dischi & Live

Venti giovani talenti da sei paesi di tutto il mondo per ridisegnare i confini della musica crossover, in bilico fra ambito colto e pop. Esce il 6 novembre 2020 The Shape of Piano to Come, vol. I, prima compilation per pianoforte targata INRI CLASSIC, l’etichetta con vocazione internazionale dedicata alla musica strumentale e nata con lo scopo di guardare al mondo della musica classica in modi inaspettati, con la curiosità e il coraggio di mettersi in gioco di un neofita e la fiducia e la sicurezza di un precursore.

Nel solco della lunga tradizione del minimalismo, “The Shape of Piano to Come” presenta al pubblico brani originali che rappresentano la bellezza e l’innovazione del mondo pianistico contemporaneo, con musicisti in grado di unire tradizione classica e avanguardia. La pubblicazione collettiva sarà disponibile in un vinile a tiratura limitata, mentre dal 21 settembre sono stati rilasciati tre brani a settimana su tutte le piattaforme streaming, un susseguirsi di uscite digitali che permette di conoscere più da vicino tutti gli artisti coinvolti grazie ad approfondimenti dedicati. Attraverso una rete di partner sul territorio italiano e internazionale, obiettivo di INRI CLASSIC è quello di arrivare, brano dopo brano, a quante più orecchie e cuori possibili, tracciando un percorso che guarda con rispetto al passato, ma anche al futuro, sui tasti del pianoforte

Tra collaborazioni internazionali, artisti esordienti da tutta Italia e perle nascoste dello scenario neoclassico, INRI CLASSIC, sulla scia del successo europeo del progetto Dardust, il musicista pioniere della combinazione tra elettronica nordeuropea e minimalismo pianistico, lancia una nuova sfida per tracciare il cammino delle sonorità del futuro.

“Il mio percorso come Dardust – spiega – è iniziato con Inri Classic che ha creduto nella mia visione di andare oltre le categorie rompendo gli steccati dei generi e portando la musica italiana cosiddetta “neoclassica” in una nuova dimensione caratterizzata dalla contaminazione più che dalla tradizione. Oggi che il roster è pieno di artisti, cosi diversi ma uniti dallo stesso comun denominatore, sono onorato di essere stato il primo ad aprire quella che più che una sfida io chiamerei “nuova” visione. Una nuova forma e un nuovo cammino come quelli evocati dal titolo della compilation e dall’artwork delle diverse strade che conducono verso la meta unica della ricerca della bellezza”.

A fianco di questo nuovo progetto della label torinese si consolida il prezioso sodalizio con Radio Monte Carlo, emittente da sempre sensibile allo scenario minimalista e alle sue contaminazioni e oggi radio partner dell’iniziativa, sul solco della fortunata collaborazione messa in atto con “Dardust Night”, il programma in onda ogni venerdì alle 22.

Di seguito gli artisti – suddivisi in internazionali, Inri Classic, italiani – contenuti nella compilation The Shape of Piano to Come, vol. I.

GLI ARTISTI – I TALENTI INTERNAZIONALI 

Dominique Charpentier (Francia) – 430K ascoltatori mensili su Spotify

Originario della Provenza, Dominique Charpentier è uno dei pochi compositori francesi famosi nel mondo classico moderno. Prolifico musicista, ha già pubblicato cinque album e numerosi singoli ed Ep. La sua musica tende a concentrarsi sull’emozione e sulla semplicità, con le sue melodie ammalianti e l’armonia minimalista che evocano scene di un film nostalgico o la poesia contemplativa di uno splendido paesaggio.

> La Mer Au Fond De Tes Yeaux 

Lena Natalia (Stati Uniti) – 23K ascoltatori mensili su Spotify

Scrive musica elettronica neoclassica, cinematografica e sperimentale con un suono incentrato sul piano. È stata descritta come “una narratrice che parla attraverso un pianoforte piuttosto che una penna, capace di creare scene, momenti e personaggi semplicemente attraverso le melodie delle sue composizioni”. Originaria di Chicago, Lena Natalia è recentemente tornata negli Stati Uniti dopo aver vissuto a Parigi per diversi anni.

> View From The Shore 

Javi Lobe (Spagna) – 90K ascoltatori mensili su Spotify

Javier Lobe è un pianista e compositore spagnolo. Le sue composizioni si concentrano sul pianoforte, ma crea anche versioni e arrangiamenti per pianoforte e archi. Nato in una famiglia di pianisti e ispirato dalla musica di Yann Tiersen e Michael Nyman, ha ottenuto la medaglia di bronzo ai Global Music Awards per il brano “A New Beginning”.

> Saudade 

Franco Robert (Argentina) – 60K ascoltatori mensili su Spotify

Franco Robert è un compositore e musicista argentino, membro della band metal Tersivel. Ha iniziato a suonare il piano a 10 anni e ha avviato la sua carriera solista di pianista nel 2018 con un’etichetta americana, Sonder House. La sua musica ha trovato spazio anche in progetti audiovisivi negli Stati Uniti e in Messico.

> Mustio 

Angel Ruediger (Brasile) – 70K ascoltatori mensili su Spotify

Compositrice e pianista brasiliana. Ha studiato pianoforte per dieci anni prima di incidere i suoi primi brani, e da allora non si è più fermata. Il suo interesse per l’arte e la storia, portati avanti in ambito accademico, sono per lei da sempre fonti d’ispirazione per le sue composizioni.

> Gaia

GLI ARTISTI – I TALENTI DI INRI CLASSIC

Francesco Taskayali (Italia) – 20K ascoltatori mensili su Spotify

Francesco Taskayali è un giovane compositore e pianista italo-turco. Comincia a comporre dall’età di tredici anni potendo vantare a oggi ben cinque produzioni discografiche e numerosissimi concerti in tutto il mondo. Straordinaria capacità di sperimentazione di tecniche e stili di composizione musicale, ispirazione sempre viva e sensibile che abbraccia il mondo mediterraneo nel quale è cresciuto e ha viaggiato: questi i due tratti che rendono la sua personalità artistica in costante crescita.

> Love is likely to the wind 

Cucina Sonora (Italia) 

Cucina Sonora prende forma nel 2014 da un’idea di Pietro Spinelli, per la volontà di spostarsi dal pianoforte classico verso nuovi orizzonti. Inizia per gioco cercando di comprendere l’utilizzo delle varie DAWs e così, tra uno sbaglio e l’altro, nascono i primi brani. Dopo un anno di prove, studi e sperimentazioni viene alla luce il primo Ep omonimo, presentato al Cinema Centrale di Volterra nel dicembre 2015. Il progetto di PDR fa tappa in varie città d’Italia e d’Europa, nel 2019 firma la sua collaborazione con INRI e Sugar Music Publishing.

> Fragile Umbilico 

Francesco Nigri (Italia) 

Francesco Nigri è un compositore e pianista italiano. Ha imparato ad affrancarsi dalla perfezione manieristica della classica e a prendere il coraggio di inseguire il proprio stile contemporaneo, essenziale, cui dare spazio anche fuori dagli spartiti e da condividere con chi vuole ascoltare storie fatte di suono, pensieri, visioni e sentimenti raccontati con l’alfabeto universale della musica.

> Latency 

Davide De Angelis (Italia) 

Giovane compositore: a 8 anni compone le sue prime melodie per pianoforte. Il lavoro di debutto, “Neverland”, esce il 12 ottobre 2018, entrando direttamente al primo posto della classifica Itunes classica in Italia e in Russia. La sua musica fonde elementi classici e contemporanei, trasportando l’ascoltatore in un mondo di sogni e speranze.

> Fantasia 

No Mindless Scroll (Italia) 

Un progetto a due anime che nasce nel 2019 dall’idea del compositore e arrangiatore Carmelo Emanuele Patti e della violinista spagnola Isabel Gallego Lanau, capaci di unire le loro diverse esperienze musicali e fondere le sonorità degli strumenti ad arco, proprie della musica classica, con elementi provenienti dalla musica pop ed elettronica.

> Alado 

Francesco Maria Mancarella (Italia) 

Compositore e pianista, ha all’attivo diverse pubblicazioni discografiche come autore, compositore, direttore musicale e produttore artistico. Ha inventato e brevettato il pianoforte che dipinge, con cui è stato recensito su riviste, radio e televisioni nazionali e internazionali.

> The Oceans 

Alberto Cipolla (Italia) 

Classe 1988, muove i primi passi nella musica nell’infanzia, poi il gioco si è trasformato in passione e professione, dopo gli studi classici di pianoforte. Negli ultimi anni ha scritto, arrangiato e prodotto musiche per programmi tv nazionali, colonne sonore per film e documentari. Il pianoforte come sorgente dell’idea melodica e armonica, e un crescendo che si porta dietro synth, sezione ritmica, archi e voce in una coesione ideale di tutti questi elementi.

> La Fenêtre 

Marco Rollo (Italia) 

Compositore salentino, pianista e amante dell’elettronica, dei suoni campionati che si fondono con le melodie del mediterraneo. La sua carriera è costellata da esperienze multiformi, in linea con il suo spirito curioso. Il suo incontro con le sonorità balcaniche lo vede impegnato con gli Opa Cupa, Ard Trio, Vudz senza dimenticare Raffaele Casarano e Paolo Fresu. Non mancano il jazz tra le sue note, le incursioni del dubstep e del progressive.

> Borders 

GLI ARTISTI – I TALENTI ITALIANI

Emiliano Blangero (Italia) 

Pianista e compositore piemontese della generazione millennial (nato nel 2000), studia al conservatorio Verdi di Torino e dall’età di 7 anni partecipa a concorsi pianistici internazionali vincendo svariati premi e riconoscimenti. Attualmente è al lavoro ad un nuovo album sotto la guida del maestro Roberto Cacciapaglia.

> Oltre 

Eva Bezze (Italia) 

La giovanissima compositrice e pianista è l’ultima new entry nel roster Inri Classic.Classe 2003, Eva inizia a suonare il pianoforte a 9 anni frequentando la Scuola Civica di Musica G. Prina e successivamente comincia a comporre. A 14 anni scrive il suo primo brano intitolato “Veliero”. Nel 2018 presenta questa sua composizione durante Pianocity Milano all’Accademia delle Belle Arti, allo Studio Glance del M° Roberto Cacciapaglia e anche al Concorso Internazionale Musicale tenutosi al Conservatorio Verdi di Milano. Sta continuando a sperimentare nuovi suoni e nuove melodie.

> Senza Tempo 

Igor Longhi (Italia) – 40K ascoltatori mensili su Spotify 

Musicista dal background molto vario, vanta una carriera poliedrica che comprende anche la band reggae Makako Jump, con la quale ha suonato in tutta Europa. Le sue influenze musicali convergono, insieme agli insegnamenti dei maestri della neoclassica, nelle sue produzioni da pianista, creatore di brani che uniscono intimismo ed espressività, classicismo e minimalismo.

> Rapsodia 

Vincenzo Crimaco (Italia) 

Classe 1993, studia pianoforte prima privatamente poi al conservatorio di Napoli. Partecipa a concorsi in tutta Europa e ha esperienze con mass media, in TV (dove partecipa alle selezioni di Italia’s Got Talent) e con un video di un’esibizione alla stazione ferroviaria di Napoli, ripreso da un quotidiano nazionale e che gli garantisce oltre 6 milioni di visualizzazioni.

> Carpe Diem 

Manuel Zito (Italia) – 200K ascoltatori mensili su Spotify

Compositore e pianista napoletano, si dedica dalla giovane età allo studio del pianoforte, raccogliendo influenze provenienti soprattutto dal minimalismo nordeuropeo, che lo portano a incidere il suo primo album in Islanda, nello “Sundlaugin Studio” dei Sigur Ros. Alcuni dei suo brani sono stati inclusi in playlist internazionali su Spotify.

> My Little Town 

Salvatore Lo Presti (Italia) 

Classe 1995, nato in Sicilia, si dedica sin dalla giovane età allo studio del pianoforte, partecipando a concorsi internazionali e ottenendo anche menzioni speciali dalla giuria.

> Sophie’s Lullaby 

Rita Ciancio (Italia) 

Rita Ciancio è una pianista e compositrice italiana. Ha scritto brani per film, serie web, cortometraggi e compagnie di danza. Rita ha un modo moderno di interpretare la sua musica: ricerca costante e innovazione linguistica con temi minimalisti e groove decisamente contemporanei interpretati in uno stile molto personale. Ha composto musica per la New York Film Academy e la National Film School di Milano insieme al marchio italiano “Poli Grappa”: i film sono stati proiettati al New York City Film Festival 2017 e al “75th Venice International Film Festival”.

> Per Amore 

SCHEDA DISCOGRAFICA

 

Titolo: THE SHAPE OF PIANO TO COME VOL I 

Etichetta: INRI CLASSIC
Edizioni: Metatron Publishing srl

Tipologia: Compilation – Artisti Vari

Tracce: 20

Durata: 75 minuti

Release date fisica: 6 Novembre 2020

Release date digitale: dal 21 settembre 2020

Distribuzione: WW

Concept grafico: Chiara Belletti

Foto: Marco Triolo 

Coordinamento: Cristiana Gizzarelli e Sara Beretta 

Tracklist 

  1. Dominique Charpentier, La mer au Fond de tes yeux
  2. Francesco Taskayali, Love Is Likely To The Wind
  3. Rita Ciancio, Per Amore 
  4. Salvatore Lo Presti, Sophie’s Lullaby
  5. Marco Rollo, Borders
  6. Franco Robert, Mustio

Lascia un commento