Luglio Musicale Trapanese, una stagione che dura nove mesi. Apertura il 7 aprile con la Petite Messe Solennelle d GioachinoRossini. Poi tanti eventi (comprese opere come il Flauto Magico e laCnerentola) fino a Natale. Il cartellone presentato a Milano nell’ambito della BIT 2024

Il Luglio Musicale Trapanese ha entusiasmato il pubblico presentando la sua 76ª Stagione dal titolo “Favole, fiabe e altri racconti…”. La cornice prestigiosa della Bit di Milano ha accolto l’annuncio durante un talk organizzato dal Distretto Turistico della Sicilia Occidentale nel padiglione Sicilia, che ha visto tra i partecipanti il direttore artistico dell’Ente, Walter Roccaro.

“Il Luglio Musicale Trapanese è estremamente lieto di partecipare alla Borsa Internazionale del Turismo, dove è possibile rappresentare efficacemente la vocazione turistica e culturale del nostro territorio ad un pubblico eterogeneo ed internazionale. La Stagione 2024 punta a realizzare un virtuoso equilibrio tra tradizione e innovazione, sia nei generi proposti, che spazieranno dall’opera lirica a quella da camera, dal repertorio barocco a quello contemporaneo, dal sinfonico al solistico, sia nelle modalità di relazione che in diverse occasioni sarà multidisciplinare, con la finalità di coinvolgere il pubblico dei più giovani “, ha dichiarato Roccaro.

Gli eventi si terranno in affascinanti luoghi di Trapani, tra cui il Teatro “Giuseppe Di Stefano”, il Chiostro di San Domenico e il piazzale antistante la Torre di Ligny.

La stagione si apre il 7 aprile con la maestosa Petite Messe Solennelle di Gioachino Rossini presso la Chiesa del Collegio dei Gesuiti, a Trapani. Tra gli spettacoli estivi, spicca l’opera Turandot di Giacomo Puccini in occasione del centenario della sua morte, seguita da un omaggio a Francis Poulenc e George Gershwin con il Concerto per due pianoforti e orchestra e la celebre Rhapsody in Blue.

Il programma continua con opere come Il flauto magico di Wolfgang Amadeus Mozart e La Cenerentola di Gioachino Rossini, arricchite da recital, concerti jazz e performance in cui musica, danza, letteratura troveranno una speciale e suggestiva sinergica.

Per informazioni visitare il sito www.lugliomusicale.it. La campagna abbonamenti, con tante novità e sconti, inizierà nei prossimi giorni.

IL DETTAGLIO DEL PROGRAMMA 202

La stagione – come già accennato sopra – si apre il 7 aprile 2024 con la Petite Messe Solennelle di Gioachino Rossini, eseguita nella suggestiva cornice della Chiesa del Collegio dei Gesuiti, con la partecipazione del Coro del Luglio Musicale Trapanese e di solisti di fama internazionale diretti da Fabio Modica.

Il 30 maggio, il Teatro “M° Tonino Pardo” ospita il concerto Note d’incanto, con il Coro di voci bianche e i Cantori solisti del Luglio Musicale Trapanese diretti da Anna Lisa Braschi.

Il Teatro “Giuseppe Di Stefano” offre un ricco programma nel periodo estivo, con spettacoli di grande impatto e significato. Il 12 e il 14 luglio, nel 100° anniversario della morte di Giacomo Puccini, andrà in scena, con la regia dello specialista Daniele De Plano e le scene di Danilo Coppola, in coproduzione con il Teatro A. Rendano di Cosenza e l’Associazione Euritmus/Teatro Zandonai di Rovereto, l’opera Turandot, ambientata in una Pechino mitica e immaginifica.

Il 16 luglio, il Teatro rende omaggio a due giganti del Novecento, Francis Poulenc e George Gershwin, celebrando il 125° anniversario della nascita del primo e il centenario di Rhapsody in Blue del secondo. Il programma comprende il Concerto per due pianoforti e orchestra  (solisti il giovane pianista, già noto in campo internazionale, Giulio Potenza e il direttore artistico dell’Ente in un omaggio gratuito) e la Sinfonietta di Poulenc, insieme a Rhapsody in Blue (solista Franco Foderà, beniamino del pubblico trapanese) di Gershwin con Alberto Maniaci alla testa dell’Orchestra Sinfonica del Teatro.

Il 24 e il 26 luglio sarà la volta di Die Zauberflöte (Il flauto magico) di Wolfgang Amadeus Mozart. Ricca di elementi fiabeschi, simbolici e filosofici, ambientata in un Egitto immaginario, l’opera esprime il valore della ricerca dell’amore e della saggezza: la regista Maria Paola Viano esalterà i connotati fantastici della trama attraverso le suggestioni che la vegetazione imponente  di Villa Margherita è in grado di donare; protagoniste saranno, sotto la direzione del giovanissimo Alfredo Stillo,  le voci dei  giovani vincitori del XIX Concorso Internazionale “Giuseppe Di Stefano” la cui giuria sarà presieduta da Luciana Serra.

Il 3 e il 5 agosto, il “Giuseppe Di Stefano” ospiterà La Cenerentola di Gioachino Rossini, dramma giocoso basato sulla celebre fiaba di Charles Perrault, in cui la regia di Renato Bonajuto saprà catturare il pubblico in un raffinato quanto giocoso sviluppo scenico in linea con la musica del grande pesarese diretta dal giovane Mirco Reina.

In agosto il Chiostro di San Domenico ospiterà due recital e un concerto jazz: il 10, giorno di San Lorenzo, la giovane Serena Valluzzi – vincitrice di importantissimi concorsi  pianistici internazionali – in Racconti visionari alluderà pianisticamente ai racconti di E.T.A. Hoffmann e ai poemi di A. Bertrand eseguendo Kreisleriana op.16 di R. Schumann e Gaspard de la nuit di M. Ravel, mentre, il 18, Gabriele Imbesi racconterà  con la sua chitarra un ‘900 sospeso tra Italia e Spagna e il 25 C’era una volta lo Swing restituirà al pubblico il fascino del primo Jazz eseguito dal Mauro Carpi Trio.

Il 31 agosto, presso il piazzale antistante la suggestiva Torre di Ligny, l’eclettico percussionista Nino Errera interpreterà i suoni della Natura.

Dall’1 al 7 settembre, il Chiostro di San Domenico si animerà con una serie di eventi multidisciplinari e innovativi: la New Saxophone Orchestra presenterà un programma eclettico scritto e trascritto per il particolare organico; in Le Goldberg: un’altra versione il capolavoro bachiano sarà eseguito, nella revisione di Carl Czerny, dal pianista e fortepianista di fama internazionale Antonio Piricone e danzato dalla Mo.No Dance Company; in IKI – bellezza ispiratrice, il termine giapponese ispirerà un concerto multimediale con il Cavestri Jazz Trio, elaborazioni elettroniche e immagini.

Il 13 settembre, il Teatro “Giuseppe Di Stefano” raccoglierà la carica sensuale e passionale della danza argentina nello spettacolo Tangos, Ecos de mi tierra di S. Larrea e P. Pouchot.

Dopo la chiusura della stagione estiva, gli spettacoli avranno luogo presso il Teatro “M° Tonino Pardo” e la Chiesa del Collegio dei Gesuiti. Il 12 ottobre, La furba e lo sciocco di Domenico Sarri, un’opera comica in un atto, su libretto di Pietro Metastasio, sarà presentata con la regia di Matteo Peirone in collaborazione con il Teatro Opera giocosa di Savona. Il 19 ottobre, la Chiesa del Collegio dei Gesuiti accoglierà Le tue Indie sono Roma di Salvatore Passantino, un melologo sacro sulla vita di San Filippo Neri, fondatore della Congregazione dell’Oratorio: l’opera contemporanea, che alterna parti recitate a parti cantate, ripercorre le tappe principali della vita e dell’opera del santo, noto per la sua allegria e il suo amore per la musica. 

Il 9 novembre si assisterà allo spettacolo La trasformazione di K – Una fertile stagione,  un omaggio al centenario della morte di Franz Kafka,  per scoprire i rapporti tra l’uomo Kafka e i suoi personaggi, offrendo una nuova prospettiva sul suo universo interiore attraverso la voce di Daniele Pecci – notissimo volto di teatro, cinema e televisione- e la musica eseguita dal duo d’eccezione formato da Franco Mezzena e Stefano Giavazzi.

Il 16 novembre, si metterà in scena, diretta da Davide Sgobbi,  Aci, Galatea e Polifemo di Georg Friedrich Handel, in cui l’amore contrastato dei due giovani protagonisti sarà declinato dal regista Giuseppe Amato sull’attualissimo tema della violenza di genere.

Il 13 e il 14 dicembre, Un Natale ancora di Andrea Ferrante testimonierà la capacità della musica colta contemporanea di intercettare la sensibilità e l’attenzione dei giovani e giovanissimi.

La stagione si chiuderà il 21 dicembre con il concerto Walt Disney racconta, in cui l’Orchestra del Luglio Musicale Trapanese interpreterà le più celebri colonne sonore dei film d’animazione Disney.

La stagione 2024 del Luglio Musicale Trapanese è realizzata con il sostegno del Ministero della Cultura, della Regione Siciliana, del Comune di Trapani.

Per maggiori informazioni e per acquistare i biglietti, è possibile visitare il sito ufficiale www.lugliomusicale.it o contattare il botteghino al numero 0923-29290.

 

 

 

Lascia un commento