Zitto, zitto, piano, piano… Il finale del secondo atto della Cenerentola di Gioachino Rossini in streaming dal Teatro Goldoni di Livorno il 2 aprile alle ore 18. Per la rassegna “Opere in corso d’opera”

Un gioco irresistibile di scambi e battute, finzione e sentimento, animano un quartetto lirico capace di conquistare fin dal primo ascolto: è il finale del secondo atto del dramma giocoso “La Cenerentola” di Gioachino Rossini, che venerdì 2 aprile 2021 dalle ore 18 sarà possibile seguire sul canale YouTube della Fondazione Teatro Goldoni nella nuova proposta realizzata per la rassegna “Opere in corso d’Opera” con la regia di Tommaso Capodanno.

Livorno, Teatro Goldoni, 16 Marzo 2021
Foto: Trifiletti Andrea / BIZZI

Realizzato in forma scenica ed in costume, “Zitto, zitto, piano, piano” è un mirabile esempio di quella maestria con cui il compositore pesarese sapeva dosare e fondere tra loro voci, melodia e ritmo, plasmando la narrazione della vicenda (qui tratta dalla celeberrima favola di Perrault) in un continuo susseguirsi di trovate musicali esplosive, con colori e dinamiche che immediatamente riconducono a lui. Composta in appena tre settimane e andata in scena per la prima volta a Roma nel gennaio 1817, La Cenerentola rappresenta uno dei più grandi successi di Rossini. E’ un’opera di grande equilibrio tra realtà e favola, farsa e commedia: elementi che sono immediatamente percepibili anche in un’unica scena, come quella proposta, che vedrà protagoniste il soprano Laura Andreini ed il mezzosoprano Maria Salvini nei panni delle sorellastre di Cenerentola Clorinda e Tisbe, impegnate in un’improbabile rivalità nell’accaparrarsi il bel Principe Ramiro, interpretato dal tenore Marco Mustaro. Quello che le due non proprio amabili pretendenti non sanno (“un misto d’insolenza, di capriccio e vanità” recita il libretto), è che il Principe si è scambiato ruolo e costume con il suo scudiero Dandini (il baritono Stefano Marchisio), dando vita ad una scena ricca di equivoci, trovate e soluzioni comiche, in attesa dell’immancabile lieto fine. La musica al pianoforte sarà eseguita dal M° Flavio Fiorini.

Livorno, Teatro Goldoni, 16 Marzo 2021
Foto: Trifiletti Andrea / BIZZI

Questa realizzazione nasce grazie alla collaborazione con l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico, che ha segnalato il giovane regista Tommaso Capodanno, attualmente iscritto al quinto anno del corso di regia, dopo aver conseguito una laurea in “Scienze e tecniche psicologiche” presso l’università La Sapienza di Roma. “E’ una bellissima opportunità – afferma la direttrice dell’Accademia Daniela Bortignoni – proprio in un momento di così grande difficoltà per tutto il comparto teatrale. Grazie a questa collaborazione con la Fondazione Goldoni, che ci auguriamo di proseguire e far crescere nel tempo, si permette ad allievi e giovani laureati di costruire e provare sul palcoscenico quelle tecniche che rappresentano gli strumenti con cui esprimere qualcosa di artisticamente personale e condividerlo con il pubblico. Oggi lo facciamo con lo streaming, presto – ce lo auguriamo tutti – torneremo a farlo in presenza”.

“Ho cercato di trasferire sulla scena quel moto perpetuo ed incalzante che la musica di Rossini suggerisce e di cui Cenerentola è esempio mirabile – afferma il regista – Il quartetto è formidabile ed è stato davvero stimolante e coinvolgente trovarmi sul palcoscenico del Goldoni in un’autentica situazione lirica”.

Tutte le informazioni sulla programmazione su www.goldoniteatro.it 

Livorno, Teatro Goldoni, 16 Marzo 2021
Foto: Trifiletti Andrea / BIZZI

Lascia un commento