WEEKEND IN PALCOSCENICO. Il ritorno alla Versiliana di Claudio Bisio e Gigio Alberti con i dialoghi di “Ma tu sei felice?”(sabato 8 ore 21.30). Utopia del Buongusto a Treggiaia con Katia Beni (la sera dell’8)

Pisa, Teatro e Danza, Versilia

IL RITORNO DI CLAUDIO BISIO E GIGIO ALBERTI / ALLA VERSILIANA

Dopo lunghissima assenza Claudio Bisio torna protagonista sul palco della Versiliana per la quarantunesima edizione del Festival, promosso e organizzato dalla Fondazione con la consulenza artistica di Massimo Martini e in collaborazione con Comune di Pietrasanta. Un ritorno molto atteso che lo vedrà in coppia con Gigio Alberti,in scena sabato 8 agosto 2020 alle 21.30 nei panni di due umanissimi e comici antieroi, pronti a far ripartire il teatro trasportando dal linguaggio web al palco, i dialoghi di “Ma tu sei felice?” nato proprio durante il lockdown dalle pagine del libro di Federico Baccomo (Solferino, aprile 2019) come format a meta` tra la lettura teatrale e la serie web. Commedia dell’assurdo con finale a sorpresa.

Gigio Alberti (a sinistra) e Claudio Bisio

Dai video realizzati a distanza ognuno dalla propria casa divenuti 25 episodi web, realizzati con semplici mezzi casalinghi, qualche smartphone, l’aiuto delle rispettive famiglie, e la complicità di un’amicizia che dura da quarant’anni-che neanche l’isolamento ha fermato, ma semmai reso forzatamente produttiva , il dialogo si sposterà quindi sul palco della Versiliana con i due attori che finalmente potranno ritrovarsi dal vivo e ritrovare anche gli spettatori che li avevano seguiti su YouTube.

La cosa che mi diverte di più del progetto è il cinismo dei personaggi (e quindi di Baccomo)”–spiega Bisio–“I due protagonisti sono figure piuttosto negative, sono due superficiali qualunquisti. A me raramente capita di impersonare degli stronzi, sia a teatro che al cinema. Magari dei buoni, degli sfigati, ma qui è necessaria una certa distanza, un po’ brechtiana, dai personaggi, la cosa più difficile del mondo.”

Per me, si tratta invece di un’adesione totale al personaggio!”–racconta Alberti. “Siccome è un idiota, per me interpretarlo è un regalo grandissimo, perché mi diverto moltissimo, mi sento libero di dire tutte le cose peggiori con la massima naturalezza e credendoci fino in fondo. Sono due idioti che vanno quasi oltre ogni limite con un candore, però, che in qualche modo li salva dal giudizio del pubblico.”

Nello spettacolo alla Versiliana Claudio Bisio e Gigio Alberti interpretano Vincenzo e Saverio, due uomini seduti al bar Parlano, parlano… Intorno a loro nessuno. Nemmeno i camerieri che dovrebbero portare da bere. Situazione strana. Ma i due non ci badano. Parlano. Di tutto. Mogli, figli, parenti, giovani e vecchi, avventure, tradimenti, scuola, medicina, amici, lavoro, criminalità. I due sono benestanti, hanno tutto quello che si potrebbe volere, forse anche di più. Ma niente va, secondo loro, come dovrebbe andare .E così snocciolano le loro teorie, le loro ricette per la soluzione di ogni problema. Che rivelano tutti i peggiori difetti dell’uomo. Maschilismo, egocentrismo, razzismo, faciloneria, superficialità. Ma lo fanno con un’inconsapevolezza totale, con un candore talmente assoluto, da risultare simpatici. Da una sola domanda rifuggono. Come se fosse pericolosa da affrontare. Come potesse fare cadere il castello di carte che stanno costruendo. E la domanda è: “Ma tu sei felice?”. E quella che sembrava essere una tranquilla chiacchierata al bar, si rivelerà essere qualcosa di più.

Il pubblico si divertirà, riconoscerà persone e personaggi del proprio quotidiano e probabilmente uscendo da questa caustica serata, domanderà “Ma tu sei felice?”.

Lo spettacolo organizzato da Ad Arte Spettacoli, fa parte del cartellone promosso e organizzato dalla Fondazione Versiliana con la consulenza artistica di Massimo Martini, in collaborazione con Comune di Pietrasanta e con il sostegno di Regione Toscana – Toscana Promozione Turistica.Biglietti disponibili su ticketone.it e alla biglietteria del teatro. Info 0584 265757 www.versilianafestival.it

 

I PROSSIMI SPETTACOLI DEL 41° FESTIVAL LA VERSILIANA 

Domenica 9 agosto 

MONICA GUERRITORE 

in ”Dall’Inferno all’Infinito”

***************************************

UTOPIA DEL BUONGUSTO, ARRIVA KATIA BENI

Teatro comico per il nuovo appuntamento del festival teatral – gastronomico “Utopia del Buongusto”. A cura di Guascone Teatro, per la direzione artistica di Andrea Kaemmerle. 

Sabato 8 agosto 2020 alle 21,30 al Santuario della Madonna di Ripaia a Treggiaia (Pontedera – Pisa), in Via Vecchia di Treggiaia, in scena “Tutto sotto…le stelle”, di e con Katia Beni (nella foto).

Cena in luogo alle 20 con la formula “Dinner Box” a cura della Pasticceria Zanobini ad euro 12 (Ovvero prenota la tua dinner box, porta un plaid e vieni a mangiarla con noi nel parco panoramico). Da non perdere: una visita alle fontane nascoste di Treggiaia e la vista che spazia dal Monte Serra al mare. Ingresso allo spettacolo euro 8. Informazioni e prenotazioni al 3280625881 o al 3203667354.

Come tutti i suoi spettacoli, anche questo sarà un piccolo evento dove improvvisazione e pezzi cult si mescolano in modo cosi naturale che per il pubblico è quasi impossibile distinguerli. Quello che ci presenta è un entusiasmante assemblaggio di follia, demenzialità e comicità dove tutto diventa possibile. Un vero e proprio viaggio attraverso i tanti luoghi comuni che ci riserva l’umanità, dalla preistoria al Covid-19.

Katia Beni, attrice dall’incontenibile talento comico, guitta e funambola del teatro, della televisione. Dagli esordi di Aria fresca con Conti e Panariello, fino a La squadra su Rai Tre, Tina di Carabinieri su Canale 5 e al cinema con Panariello, Benvenuti e molti altri. Insomma un incantevole incrocio tra un clown e una diva.

 

LA VERSILIANA A TEATRO

Proseguono gli spettacoli nel teatro dei Pinoli, nuova e  suggestiva cornice realizzata dalla Fondazione Versiliana per la 41° edizione del Festival  dove – novità di questa stagione – in un’atmosfera rilassante al fresco della pineta si può assistere a un divertente spettacolo, sorseggiando un calice o un buon caffè. Venerdì 7 agosto 2020 alle 21.30 sarà in scena Antonello Avallone attore di prosa, cinema e tv nonché regista di spettacoli comici con la sua nuova versione di “Io & Woody”.

Antonello Avallone (La dea dell’amore @ Teatro dell’Angelo, Roma)

Lo spettacolo ( ingresso libero con consumazione non obbligatoria)  prende spunto dai tre libri pubblicati con il titolo “Citarsi addosso, “Effetti collaterali” e “Saperla lunga”, comicissimi monologhi, considerazioni che Woody Allen presentava agli inizi della sua carriera nei night club delle principali città degli Stati Uniti tra il 1964 e il 1967, prima di scrivere la sua prima sceneggiatura per il cinema, “Ciao Pussycat”, e da cui ha tratto poi spunto per alcuni suoi film.

Monologhi divertenti, ma anche siparietti, parodie esilaranti, dotate di intelligente comicità, che spaziano attorno ai dubbi ricorrenti della filosofia alleniana: l’esistenza di Dio, la paura della morte, il rapporto con l’altro sesso. I tic, le nevrosi, le ataviche insicurezze e gli atteggiamenti ossessionati ed ossessivi. C’è tutto questo nella recitazione di Avallone che a velocità vertiginosa riesce a far dimenticare di non trovarsi di fronte all’originale. Uno spettacolo di incalzante comicità, fatto di rimandi e associazioni, confronti e citazioni, rappresentato da sempre in tutta Italia solo da Antonello Avallone, acclamato dalla critica il Woody Allen italiano.

Lo spettacolo fa parte del  cartellone promosso e organizzato dalla Fondazione Versiliana con la consulenza artistica di Massimo Martini, in collaborazione con Comune di Pietrasanta e con il sostegno di Regione Toscana – Toscana Promozione Turistica. L’ ingresso è libero fino ad esaurimento posti con possibilità di consumazione.  Info 0584 265757 www.versilianafestival.it 

 

Lascia un commento