VOLTERRA XXII, prima città toscana della cultura. Tutti gli appuntamenti dal 4 al 10 luglio. Dall’arte di Mino Trafeli al concerto del Maggio Musicale Fiorentino, dalla Compagnia della fortezza alleviate guidate. Il programma

VOLTERRA XXII, prima città toscana della cultura 2022, seguendo tema ri/generazione umana. Ecco il calendario degli appuntamenti dal 4 al 10 luglio.

4-10 luglio

Piazza dei Priori, Volterra
Con scherzi, tic e provocazioni musicali il Duo Baldo, con uno spettacolo che coniuga musica e divertimento, propone un modo diverso di accostarsi al mondo della musica classica. Composto da Brad Repp al violino e Aldo Gentileschi al pianoforte, il Duo Baldo ha avuto il suo primo importante successo nel 2004 quando è stato invitato dalla Fondazione Arpa ad accompagnare il tenore Andrea Bocelli. In seguito, il duo si è esibito in Italia e all’estero, alla National Concert Hall di Taipei e alla Beijing Concert Hall di Pechino, al Festival di Salisburgo nel 2010, al Musashino Cultural Foundation di Tokyo, alla Shanghai Concert Hall, al Festival Mozaic di S. Luis Obispo in California, al centro culturale Roberto Cantoral di Città del Messico, al Festival San Fruitòs de Bages a Barcellona, al Teatro Grande di Brescia e per la Società dei Concerti di Trieste. Nel 2018 il duo ha svolto, con grande successo di pubblico e di critica, una tournée di 36 città negli Stati Uniti d’America. Ha partecipato alla trasmissione “Tu Sì Que Vales” su Canale 5 e al maxiconcerto “Pax Mundi” in ricordo di Papa Giovanni Paolo II, trasmesso da Rai2. Ingresso libero sino ad esaurimento posti. Orario: dalle 21 alle 23.

6-15 luglio

Masterclass di alta specializzazione con la Compagnia della Fortezza

Casa di reclusione, via di Castello 101, Volterra
La Masterclass di alta specializzazione con la Compagnia della Fortezza si svolge nell’ambito della quinta edizione del progetto “Per Aspera ad Astra”, sostenuto da ACRI-Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa e da una rete di undici Fondazioni di origine bancaria: un’opportunità unica per 30 operatori che svolgono, o sono interessati a svolgere, un’attività artistico-culturale o che sono interessati alle pratiche teatrali in carcere.

La masterclass permetterà ai partecipanti di conoscere e condividere la metodologia messa a punto in oltre trent’anni di lavoro all’interno del carcere di Volterra, interagendo con tutti i settori e le maestranze coinvolti nella realizzazione dello spettacolo (recitazione, rielaborazione drammaturgica; coreografia; scenografia e scenotecnica; costumi e sartoria; trucchi di scena; fonica e sound engineering). I partecipanti, così, saranno immediatamente consapevoli di quali sono le potenzialità che le esperienze di teatro in carcere possono arrivare ad esprimere. Oggetto della call è la possibilità di partecipare alle fasi culminanti e fondamentali per la creazione artistica del lavoro che Armando Punzo svolge con attori e collaboratori della Compagnia della Fortezza all’interno della Casa di Reclusione di Volterra, facendo un’esperienza diretta durante le prove, l’allestimento e le repliche aperte al pubblico esterno della nuova produzione teatrale della Compagnia della Fortezza, così da intercettare le best practices da seguire e a cui fare riferimento per avviare o consolidare esperienze di teatro in carcere attraverso percorsi altamente professionalizzanti e formativi e/o risolvere e affrontare criticità e situazioni di conflitto tipiche di realtà attive in contesti simili.

La masterclass prevede il 15 luglio un incontro pubblico di presentazione e approfondimento del progetto Per Aspera ad Astra a margine di una delle repliche di “NATURAE. La Valle della Permanenza”, il nuovo spettacolo della Compagnia della Fortezza.

Mercoledì 6 luglio

Visite guidate al cantiere della Deposizione di Rosso Fiorentino

Pinacoteca Civica, piazza Minucci 7, Volterra
In attesa della conclusione del restauro de “La Deposizione” di Rosso Fiorentino, sono in programma visite guidate al cantiere a cura del restauratore Daniele Rossi. “La Deposizione” è l’opera più celebre del manierista Rosso Fiorentino, conservata nella Pinacoteca dei Musei Civici di Volterra. Firmata e datata 1521, è stata dipinta dall’artista a soli 26 anni e ricorda le anatomie di Michelangelo con la grazia di Raffaello, in un’atmosfera irreale e sognante. Ore 17 e 18, prenotazione obbligatoria. Le visite sono limitate ad un massimo di 10 persone e potrebbero variare o essere annullate anche senza preavviso in base alle problematiche dei lavori in corso. Info e prenotazioni: 0588.87580.

Mercoledì 6 luglio

Musica sulle nuvole

Via Lungo le Mura, via Guarnacci 6, Volterra

Estemporanea d’arte e musica per adulti e bambini. Organizzato da associazione Volaria. Orario: dalle 10 alle 19.

Giovedì 7 luglio

Mercatino di Chianni

Via del Piastriccio 2, Chianni (PI)
Mercatino di prodotti tipici locali e artigianato. Orario: dalle 10 alle 23.

Giovedì 7 luglio

Edmondo Savelli e Volterra

Sala Melani – Torre Toscano, piazzetta San Michele, Volterra
Cerimonia di donazione di un’opera di Edmondo Savelli al Comune di Volterra con la proiezione di un filmato sulla vita e la personalità di Edmondo Savelli, pittore e affreschista e una lectio magistralis sull’opera dell’artista a cura di Carlo Bimbi e con la partecipazione della donatrice Roberta Savelli, storica dell’arte e attenta custode del pensiero e della produzione del padre.
Diplomatosi all’istituto d’arte di Porta Romana a Firenze nel 1936, Edmondo Savelli rivolse la sua attività alla pittura e all’affresco, ottenendo numerosi incarichi in varie città italiane. Le esperienze della guerra e della prigionia lo segnarono profondamente, stimolando in lui riflessione e creatività. Nel dopoguerra ricevette per due volte l’invito alla Biennale di Veneziae nel 1951venne invitato aParigi,insieme ad artisti del calibro di Guttuso, Purificato, Sassu. In questi anni si dedicò all’insegnamento di decorazione pittorica e storia dell’arte negli istituti d’arte di Volterra, Macerata (parentesi di un anno), di nuovo Volterra e Chieti, dove si trasferì definitivamente nel 1961. Continuò a dipingere, ad esporre e a realizzare affreschi in tutta Italia, senza però dimenticare mai le sue radici toscane, regione in cui tornava spesso. Orario: dalle 17 alle 19.

8 luglio 2022 – 8 gennaio 2023

Mino Trafeli: la scultura impossibile 2018-1980

Mino Trafeli / Fiore di alabastro (ph. Fabio Fiaschi)

Sala Bianca, Palazzo dei Priori, piazza dei Priori 1, Volterra
La mostra “Mino Trafeli: la scultura impossibile 2018-1980” a cura di Marco Tonelli e del Comitato per la promozione dell’opera di Mino Trafeli, è la prima tappa di una trilogia che si svolgerà nel Palazzo dei Priori, dedicata all’opera dello scultore volterrano (1922-2018) più rappresentativo della città toscana, nell’anno del centenario della nascita dell’artista. La mostra, con cadenza annuale e con un ordine cronologico invertito, come era nello spirito destabilizzante della poetica di Trafeli, dalle ultime opere alla produzione iniziale, vuole rendere testimonianza non solo della sua scultura, ma anche del suo spirito irriverente, ironico, mai fisso e sempre in cambiamento, come dimostrano le modificazioni continue di opere, le loro distruzioni, le loro combinazioni e riutilizzazioni sempre differenti, la pratica della decostruzione di immagini plastiche e video. La parola “impossibilità” è per Trafeli una parola chiave e fondamentale che compare spesso nei titoli delle sue opere, ma per Trafeli spazio era anche il contesto, il laboratorio, lo studio di lavoro in cui l’opera poteva essere agita (una scena teatrale, una scultura partecipata o maneggevole, indossabile, praticabile). È dunque partendo da queste premesse che la mostra di inaugurazione dello spazio dedicato a Trafeli presenterà le sculture realizzate negli ultimi trent’anni all’interno del padiglione Ramazzini dell’ex

manicomio di Volterra, che l’artista aveva adibito a proprio studio, arrivando agli ultimi disegni di scultura e passando per opere dedicate al mito di Ulisse e opere video. È prevista anche la creazione di un itinerario virtuale che consentirà la visita delle più importanti opere di Trafeli sul territorio. Venerdì 8 luglio è in programma l’inaugurazione alle ore 17.

8 luglio 2022 – 8 gennaio 2023

Mino Trafeli: gli studi, la grafica, la scultura

Mino Trafeli / Piattocucito (ph. Fabio Fiaschi)

Centro Studi Espositivo Santa Maria Maddalena FCRV, piazza San Giovanni, Volterra La mostra “Mino Trafeli: gli studi, la grafica, la scultura”, a cura di Marco Tonelli e del Comitato per la fruizione pubblica delle opere di Mino Trafeli, con fotografie di Fabio Fiaschi, è in programma al Centro Studi Espositivo Santa Maria Maddalena, all’interno del progetto “Anima dia Volterra”, parallelamente alla mostra “Mino Trafeli: la scultura impossibile 2018 – 1980” che ha luogo nel Palazzo dei Priori.

Mino Trafeli nello studio del Ramazzini (ph. Fabio Fiaschi)

Sono qui esposte le fotografie realizzate da Fabio Fiaschi degli studi dell’artista (Via Ricciarelli, Porta all’Arco e padiglione Ramazzini dell’ex ospedale psichiatrico), studi dove si incontrava Trafeli e si parlava con lui di arte, immaginando il lavoro a venire e vedendo modificare quello in progress, e una nutrita serie di opere grafiche (disegni, litografie e acqueforti) realizzate dall’artista tra 1963 e 1980, che insieme a sculture di piccole dimensioni, che vanno da bronzi a alabastri a sculture agibili o impossibili o strumenti musicali, danno l’idea dell’apertura linguistica dell’opera di Trafeli a ogni tipo di sperimentazione, sia sulla sua stessa poetica sia sulla storia dell’arte, che l’artista volterrano del resto andava continuamente ripensando, come dimostrano in mostra i suoi omaggi grafici dedicati a Duchamp, Brancusi, Braque, Klimt, Michelangelo. Venerdì 8 luglio è in programma l’inaugurazione alle ore 18.30.

Venerdì 8 luglio

Piazza dei Priori, Volterra

Maggio Musicale Fiorentino

Concerto del Maggio Musicale Fiorentino. Organizzato da Regione Toscana. Orario: dalle 21 alle 23.

8 luglio-4 settembre

Timeless encounters

Saletta del Giudice Conciliatore, Palazzo dei Priori, piazza dei Priori 1, Volterra Timeless encounters dialogo vivo tra arte etrusca e arte contemporanea che mette in primo piano opere di rilievo e importanza storica provenienti dal museo etrusco Guarnacci e opere di particolare esecuzione di artisti nazionali e internazionali contemporanei. Orario: dalle 10 alle 19.

Sabato 9 luglio

Volterra Motor Vintage

Piazza dei Priori, Volterra
Volterra Motor Vintage, organizzato da Auto Club Volterra. Orario: dalle 10 alle 19.

9 luglio-7 agosto

Festival Internazionale Teatro Romano Volterra

Teatro Romano, piazza Caduti nei Lager Nazisti, Volterra
La XX edizione del Festival Internazionale Teatro Romano Volterra sotto la direzione artistica del suo fondatore Simon Domenico Migliorini, rappresenta un traguardo particolarmente importante e significativo in quanto coincide con l’anno di Volterra Prima Città Toscana della Cultura di cui farà proprio il tema “Ri/generazione umana”. Il cartellone degli eventi in programma è particolarmente ricco di appuntamenti che spaziano dagli spettacoli (ospitati e prodotti) agli eventi letterari e musicali, andando ad interessare i vari ambiti della cultura del nostro tempo con particolare riguardo a ciò che è più rappresentativo dell’immenso patrimonio storico, artistico, musicale della nostra regione, a cui il mondo guarda con incantata ammirazione, coinvolgendo in una perfetta armonia artistica le migliori produzioni internazionali. Infine, lo scenario spettacolare che il Teatro Romano, inestimabile patrimonio di Volterra offre, rappresenta una cornice unica che avvolge e rende ancor più straordinaria ogni rappresentazione e ogni evento che ospita.
Il primo appuntamento, sabato 9 luglio (ore 21.30), celebra il centesimo anniversario della nascita di Pier Paolo Pasolini con “PPP Passato presente Pasolini”, mentre il secondo, domenica 10 luglio (ore 21.30) vedrà sul palco, in concerto, il grande cantautore Giacomo Lariccia.

9-10 luglio

Leggere ci unisce

Circolo Arci Villamagna, via dei Valloni 74, Villamagna (PI)
Il programma di sabato 9 luglio: alle 11 “Paesaggi Letterari”, storie e aneddoti di Volterra; alle 18 “Rigore di testa” (Giunti) con Marco Malvaldi e Paolo Cintia, segue cena. Il programma di domenica 10 luglio: alle 17.30 “Una persona alla volta” (Feltrinelli) di Gino Strada, con Simonetta Gola, curatrice del libro e responsabile comunicazione di Emergency; alle 18.30 doppia presentazione di “Le nostre assenze” (Edizioni E/O) di Sasha Naspini e “L’osso del cuore” (Edizioni E/O) di Valentina Santini. Organizzato da La Città dei Lettori. Orario: dalle 11 alle 23.

9-10 luglio

Monteriggioni 1213-1254

Via I° Maggio 4, Monteriggioni (SI)
Due giorni nella storia di Monteriggioni tra rievocazioni e intrattenimento. Orario: dalle 10 alle 23.

page5image1674992 page5image1675200 page5image1675408

Sabato 9 luglio

Visita guidata al Teatro Romano

Via Francesco Ferrucci, Volterra
Il Teatro Romano è il segno indelebile della civiltà romana nella città, è uno dei più belli e meglio conservati d’Italia. Costruito tra il I secolo a.c. e il I secolo d.c. fu riportato alla luce dagli scavi condotti negli anni ’50 da Enrico Fiumi, che utilizzò come operai una squadra di malati ricoverati all’Ospedale Psichiatrico di Volterra. Costruito per ospitare circa 3.500 spettatori, alla fine del III secolo A.C. venne abbandonato e sostituito da uno stabilimento. Orario: 15,30.
Costo visita guidata: 2 euro a partecipante + ingresso al museo (intero 8 euro; ridotto 6 euro; gruppi minimo 10 persone 6 euro; gratuito under 10). Con Volterra Card, al costo di 13 euro (validità 72 ore) si può accedere a tutte le strutture museali. Non è necessaria la prenotazione, basta presentarsi 10 minuti prima dell’inizio del turno di visita. Info: 0586.894563, didatticavolterra@itinera.info. Le visite guidate sono in programma tutti i sabati alle 15,30, fino al 31 luglio.

Sabato 9 luglio

Experience Volterra. Le facce e le storie

Piazza dei Priori, davanti al Palazzo dei Priori
Visita guidata per scoprire una Volterra diversa. La visita, adatta alle famiglie con bambini ogni sabato introdurrà i visitatori ad itinerari insoliti con un personaggio che spiegherà un aspetto diverso della cultura e delle tradizioni locali. Durata della visita: 2 ore. Orario: dalle 10 alle 12. Costo: 20 euro, fino a 18 anni gratuito grazie al contributo del Comune di Volterra. Prenotazione gradita: 347.5749818, volterratour@gmail.com. La visita è in programma ogni sabato, fino al 24 settembre.

Domenica 10 luglio

Concerto Sinfonico

Teatro Persio Flacco, via Lungo le Mura del Mandorlo 25, Volterra
Concerto sinfonico con l’Orchestra Pisa Sinfonietta diretta da Giovanni Del Vecchio, direzione artistica di Stefano Mecenate. Orario: dalle 18.30 alle 20.30.

Domenica 10 luglio

VinOperaFestival

Castello Ginori, viale Roma 4-5, Montecatini Val di Cecina (PI)
“Il segreto di Susanna”, intermezzo in un atto di Ermanno Wolf-Ferrari, Ensemble VinOperaArte. Costo: 25 euro. Organizzato da Accademia Libera Natura & Cultura. Orario: dalle 21 alle 23.

Domenica 10 luglio

Volterra attraverso le epoche

Piazza dei Priori, davanti al Palazzo dei Priori

Visita guidata della città alla scoperta di tremila anni di arte e storia, dalla Porta all’Arco etrusca al Teatro Romano, dal cuore medievale e rinascimentale fino ai giorni nostri. Durata della visita: 2 ore. Orario: dalle 10 alle 12. Costo: 20 euro, fino a 14 anni gratuito. Prenotazione gradita: 347.5749818, volterratour@gmail.com. La visita guidata è in programma tutte le domeniche, fino al 31 ottobre.

Domenica 10 luglio

Visita guidata al Palazzi dei Priori

Palazzo dei Priori, piazza dei Priori 20, Volterra
Il Palazzo dei Priori domina la scena nella piazza centrale del centro storico. Edificato a partire dal 1208, l’edificio precede per antichità tutti gli altri palazzi comunali toscani, fino a costituire un vero e proprio modello. Maestoso all’esterno e altrettanto ricco all’interno presenta affreschi, stemmi ed iscrizioni di grande rilievo. Particolarmente preziosa la Sala del Consiglio interamente decorata con pitture murali. Salendo sulla torre è possibile infine godere di un suggestivo panorama sulla città e la val di Cecina. Orario: 15,30.
Costo visita guidata: 2 euro a partecipante + ingresso al museo (intero 8 euro; ridotto 6 euro; gruppi minimo 10 persone 6 euro; gratuito under 10). Con Volterra Card, al costo di 13 euro (validità 72 ore) si può accedere a tutte le strutture museali. Non è necessaria la prenotazione, basta presentarsi 10 minuti prima dell’inizio del turno di visita. Info: 0586.894563, didatticavolterra@itinera.info. Le visite guidate sono in programma tutte le domeniche alle 15,30, fino al 31 luglio.

Domenica 10 luglio

Visita guidata alla Pinacoteca e Museo Civico

Palazzo Minucci Salaini, via dei Sarti 1, Volterra
La Pinacoteca è ospitata all’interno del palazzo Minucci Solaini, uno splendido edificio rinascimentale con corte interna nel cuore della città. All’interno è possibile ammirare una collezione di dipinti, sculture e monete realizzati tra XII e XVII secolo: i fondi oro di Taddeo di Bartolo, Cenni di Francesco, Alvaro Pirez, l’Annunciazione lignea di Francesco di Valdambrino, oltre alle opere dei protagonisti dei Rinascimento come Ghirlandaio e Signorelli e il capolavoro del manierismo di Rosso Fiorentino. Orario: 11,30.
Costo visita guidata: 2 euro a partecipante + ingresso al museo (intero 8 euro; ridotto 6 euro; gruppi minimo 10 persone 6 euro; gratuito under 10). Con Volterra Card, al costo di 13 euro (validità 72 ore) si può accedere a tutte le strutture museali. Non è necessaria la prenotazione, basta presentarsi 10 minuti prima dell’inizio del turno di visita. Info: 0586.894563, didatticavolterra@itinera.info. Le visite guidate sono in programma tutte le domeniche alle 11,30, fino al 31 luglio.

9-10 luglio

Visite guidate alla Badia Camaldolese

Strada Provinciale Volterrana, Volterra
La Badia è un importante monastero camaldolese. Costruito poco al di fuori delle mura etrusche della città, fu fondato del 1034 dal vescovo di Volterra e successivamente abbandonato nel 1861 per la vulnerabilità delle fondamenta minacciate dalle voragini. La Chiesa conserva resti di epoca romanica, mentre l’edificio principale con il chiostro, il refettorio e i quartieri dei monaci, è stato restaurato intorno al 1500 su progetto di Leo Battista Alberti e affrescato da Giotto, Botticelli, Ghirlandaio. Per iniziativa della Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra, è possibile visitare la Badia Camaldolese tutti i fine settimana fino al 2 ottobre. Orari di apertura: venerdì 16-19.30; sabato e domenica 10-13 e 16.30-19.30.

Volterra XXII è organizzata dal Comune di Volterra con il sostegno di Regione Toscana e il contributo di Iren, Altair Chimica, Solvay Group, Unicoopfirenze, Magazzini Mangini, Toscana Energia, Gruppo Granchi

———————–
Segui Volterra 22 www.volterra22.it | info@volterra22.it
Partecipa e condividi con l’hashtag #Volterra22 e segui le attività su Facebook e Instagram
———————–

Lascia un commento