Ville medicee e giardini incantati: ultimi tre concerti con un raro brano di Rossini. Dirige Martin Sieghart, primo fagotto Paolo Carlini. Tappa anche a Borgo San Lorenzo

Concerti e Lirica, Firenze, Prato

Al via l’ultima settimana di concerti nelle Ville medicee di Petraia, Poggio a Caiano (nella foto sopra il titolo, di Stefano Casati) e Cerreto. Sul podio Martin Sieghart, musicista austriaco tra i più versatili.

02 Martin Sieghart (Photo @ Robert Maybach)
Martin Sieghart (ph. Robert Maybach)

Direttore d’orchestra di fama mondiale, insegnante e guida di molti studenti di successo internazionale, fondatore di numerosi festival, organista, ed ex violoncello di lunga data dell’Orchestra Sinfonica di Vienna, torna all’ORT con un programma nelle corde della formazione toscana. Apre e chiude il concerto la musica di Mozart con due classici: l’ouverture dal Don Giovanni e la Sinfonia Jupiter. Nel mezzo un brano nuovo per il repertorio dell’Orchestra della Toscana e di raro ascolto per il pubblico: il Concerto da esperimento per fagotto e orchestra di Rossini.  Lo ascolteremo nell’interpretazione che ne farà Paolo Carlini, primo fagotto dell’ORT dal 1987.

Paolo Carlini 1 (Marco Borrelli)
Paolo Carlini (ph. Marco Borrelli)

La storia di questo brano è molto ricercata: si tratta di un manoscritto trovato nel 1868 da un prete di nome Giuseppe Gregiati – ora depositato alla biblioteca di Ostiglia, vicino a Mantova. Il concerto risale attorno il 1842 e il 1845, periodo in cui Rossini era in Italia, in qualità di consulente della Scuola di Musica di Bologna. Tra gli allievi che frequentavano la scuola in quel periodo c’era il fagottista Nazzareno Gatti, il quale sembra essere il dedicatario del concerto attribuito a Gioachino. 
Dubbi in merito alla proprietà della scrittura nascono anche dalla presenza di moltissime annotazioni che hanno indotto alcuni studiosi ad attribuire il concerto a uno sforzo collaborativo tra Rossini, Gatti e Domenico Liverani (insegnante della scuola). Di certo se Rossini ne fosse il vero e unico autore, l’opera assumerebbe un’altra attrazione oltre ad essere una delle sue rare opere orchestrali.

Ultime tre date fissate nella rassegna Ville e Giardini incantati: mercoledì 20 giugno 2018 alla Villa La Petraia, venerdì 22 nel Giardino della Villa di Poggio a Caiano e sabato 23 alla Villa di Cerreto Guidi. Inizio ore 21.30. Prima di ogni concerto sarà possibile partecipare a visite guidate gratuite (per la durata di 30 minuti circa), curate dal personale del Polo Museale della Toscana. Le visite iniziano a partire dalle ore 19.30 e prevedono singoli gruppi di massimo 30 persone. Per le visite alla Villa di Poggio a Caiano è consigliato prenotarsi all’indirizzo mail villapoggioacaiano.info@beniculturali.it
Biglietto e visita al costo di 10,00 euro.

Inoltre il concerto replicherà eccezionalmente alla Pieve di Borgo San Lorenzo giovedì 21 giugno per la seconda edizione di Passaggi Festival (ore 21.15 – ingresso libero)

Martin Sieghart direttore
Paolo Carlini fagotto

MOZART Don Giovanni, ouverture
ROSSINI Concerto da esperimento per fagotto e orchestra
MOZART Sinfonia n.41 K.551 “Jupiter”

Passaggi Festival: ingresso libero
Ville e Giardini Incantati – Biglietto singolo concerto €10,00 (+ diritti di prevendita) acquistabile presso la Biglietteria del Teatro Verdi (via Ghibellina, 97 – Firenze tel.055 212320 – da lunedì al mercoledì 10-13 e 16-19), il Circuito Box Office (Sede Box Office via delle Vecchie Carceri, 1 ex Murate – Firenze tel. 055 210804) e online su www.teatroverdifirenze.it oppure direttamente sul luogo prima del concerto (se non esauriti in prevendita). Si consiglia l’acquisto in prevendita per la capienza ridotta dei luoghi adibiti al concerto.

 

Lascia un commento