Utopia del Buongusto: a Firenze (sabato 2 novembre) c’è “L’uomo Tigre, capire tutto in una notte”. Al TuscanyHall appuntamento (domenica 3) con “Arrivederci fra mille anni”, un viaggio alla coperta dell’antica Via della Seta: uno show cinese di colori e suoni

Firenze, Teatro e Danza

UTOPIA DEL BUONGUSTO A FIRENZE

Con in scena le confessioni di due eroi del liscio, ecco una pagina di teatro comico all’interno del festival teatral – gastronomico “Utopia del Buongusto”. Sabato 2 novembre nella Chiesa di Santa Monica a Firenze, Guascone Teatro presenta L’uomo Tigre, capire tutto in una notte. Di e con Andrea Kaemmerle. Alle 20,00 cena in luogo. Informazioni e prenotazioni al 3280625881-3203667354. Programma completo su www.guasconeteatro.it. Da non perdere: San Frediano, il quartiere più fiorentino della vecchia Firenze.

l’ uomo tigre Kaemmerle

La rappresentazione è consigliata a figli, padri, zii, mamme, nonni, nipoti e cugini. Un altro piccolo passo nella comicità poetica nella tradizione di Guascone Teatro. Fare teatro è arte molto antica ed ha i suoi Dei, i suoi Demoni, le sue regole mai svelate.

In questa produzione si assiste alla rivolta di due “personaggi” che con le 100 repliche dello spettacolo Lisciami avevano fatto ridere e sognare pubblico e critica. Adesso “Il babbo” ed “Oreste” pretendono uno spazio tutto loro, hanno deciso di ribellarsi al silenzio nel quale stavano finendo ed ecco che in una notte insonne due umanità opposte si confessano in  modo comico e “squassevole”. Ecco che due eroi del liscio, due pensionati della sagra, due giramondo, due baccagliatori a prescindere dalla preda, arrivano alla vecchiezza con decisioni opposte. Kaemmerle che li ha interpretati entrambi per sette anni ha sentito il dovere di lasciarli vivere e di ascoltarli. Il risultato spre una nuova via di scrittura drammaturgica. In una notte si può sentire sulla pelle le folli conclusioni di chi ha vissuto senza mai tirarsi indietro da vizi, facili  seduzioni e giudizi avventati. Un gioco allegro e sarcastico sulla provincia italiana e sull’essere padri con in cuore l’incertezza di un secolo imbarazzante e in pancia il sentimento di essere imbattibili come l’uomo Tigre.

SUPER SHOW TUTTO CINESE

Domenica 3 novembre 2019, va in scena al TuscanyHall di Firenze (ore 19,30) lo spettacolo “Arrivederci fra mille anni. Viaggio alla scoperta dell’affascinante cultura della Via della Seta”, unica data toscana del grandioso show tutto cinese, che con un’incredibile festa di suoni e colori accompagnerà il pubblico attraverso 5000 anni di storia della Cina. (Sopra il titolo e in basso due momenti del super show cinese).

Arrivederci fra mille anni 11B picLo spettacolo – come già riferito su questo sito – è organizzato dall’ufficio stampa del Consiglio di Stato della Repubblica Popolare Cinese, dall’Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese in Italia e dal Consolato Generale della Repubblica Popolare Cinese a Firenze, e arriva nel capoluogo toscano grazie alla collaborazione di Zhong art International.  La cultura cinese ha radici antichissime. Nel corso della sua evoluzione, lunghi “fili” invisibili sono andati tessendo uno stretto legame tra Oriente e Occidente, fino a creare la cosiddetta Via della Seta: molto più di una rotta commerciale, ma una luminosa strada che ha favorito fruttuosi scambi culturali ed artistici tra i due mondi.

Lo spettacolo Arrivederci fra mille anni travolge il pubblico con il fascino della cultura cinese e delle diverse forme d’arte sviluppatesi in seno a quest’antica civiltà: il canto, la danza e la musica si sposano magistralmente a straordinari effetti acustici e a magici giochi di luce, per presentare alcuni dei personaggi chiave dell’amicizia tra Oriente e Occidente, raccontare significative vicende storiche e descrivere territori unici dalle tradizioni millenarie.

I biglietti per lo spettacolo – posti numerati da 11 a 27,50 euro – sono disponibili nei p02unti prevendita Box Office Toscana (www.boxofficetoscana.it/punti-vendita tel. 055.210804) e online su www.ticketone.it (tel. 892.101). Info tel. 055.6504112.

Zhong Art International, realtà con sede a Firenze e a Beijing, dal 2013 si occupa di diffondere in Italia il patrimonio artistico cinese sia tradizionale che contemporaneo, e favorire al contempo la diffusione della cultura italiana in Cina, in una logica di reciprovistà tra due paesi geograficamente lontani ma vicini nello spirito.
Grazie a Zhong Art International importanti artisti cinesi hanno esposto in Italia, così come artisti ed istituzioni italiane si sono fatti conoscere in Cina. Si occupa inoltre della promozione della cooperazione economica tra i due paesi, attraverso l’organizzazione di meeting volti a incentivare i rapporti commerciali; collabora abitualmente con i Ministeri della Cultura e degli Affari Esteri di entrambi i paesi, le ambasciate in Cina e in Italia, con musei, università ed accademie.

Info spettacolo
TuscanyHall (ex Obihall) – via Fabrizio De André / Lungarno Aldo Moro – Firenze
Info tel. 055.6504112 – www.tuscanyhall.it

Lascia un commento