Uno sguardo sugli Dei del nostro mondo: a San Casciano Val di Pesa debutta “Goodness Airport”. Al Teatro delle Sfide di Bientina appuntamento con “Attori X (Per)”

Firenze, Pisa, Teatro e Danza

PRIMA NAZIONALE AL COMUNALE NICCOLINI DI SAN CASCIANO VAL DI PESA

Attraverso gli occhi di Bertolt Brecht, una nuova pagina di teatro per uno sguardo sugli Dei del nostro mondo e sulla loro incapacità di gestire uno sviluppo che sfugge e sembra non portare da nessuna parte. In prima nazionale debutta lo spettacolo “Goodness Airport”. Sabato 5 ottobre 2019 alle 21,00 al Teatro Comunale Niccolini a San Casciano Val di Pesa (Firenze), all’interno del Festival Internazionale Teatro Azione “Amore e Rivolta”. Lo spettacolo sarà replicato a Bruxelles, Centre Culturel J. Franck il 18 ottobre 2019.

Per la regia di Patrick Duquesne, con Marco Borgheresi, Aurélie Henceval, Ahmad Malas, Mohamad Malas, Samuel Osman e Fernando Zamora. Costumi e scenografia Michaël De Clercq. Creazione luci Marco Messeri.

Goodness Airport4

Coproduzione Arca Azzurra Teatro e Collectif Libertalia (Bruxelles-BE). Per informazioni: info@arca-azzurra.it e www.arca-azzurra.it

Lo spettacolo

Spinto da un’irresistibile voglia di capire la propria epoca, Olam, che sicuramente non è un dio come gli altri, è giunto sulla terra alla ricerca di Anime Buone. Così facendo, disubbidisce palesemente ai suoi Padri, la cui interdizione di ogni contatto col mondo profano deriva da un viaggio simile, finito male, nel secolo precedente. Violando il divieto celeste Olam, in incognito, mette piede in un aeroporto. Accolto da Samuel e Wang, due giovani figli del proprio tempo, prova a scovare la bontà per premiarla. È convinto che i regali offerti a Sara, una giovane prostituta, e a Farhan, un migrante siriano, non potranno che migliorare la loro sorte. Verrà però deluso. 

Premiare la bontà non produce sempre gli effetti desiderati. ‘Siate buoni!’ si trasforma in un’ingiunzione impossibile quando uno deve seguire le regole del commercio, o decidere quale parte del mondo propone migliori condizioni di vita. A questo punto Olam dovrà farsi qualche buona domanda: come mai la bontà si ferma sulla soglia del capitalismo? In un’Europa sconvolta dalla mondializzazione del commercio e dalle migrazioni di massa, tenterà di capire perché la democrazia picchia manifestanti e affoga migranti ai confini. 

Di fronte a domande difficili, sempre più spesso causa di scontri, incomprensioni e rabbia, come reagire oggi? Possibile conciliare business e bontà? Come si fa a non essere cattivi quando non si riesce a sfamarsi? E di fronte alle immense migrazioni della nostra epoca, bisogna veramente chiudere la porta? Senza pretese, armato delle sole osservazioni trovate nei quaderni di Brecht, Olam cercherà, non senza rischi, di proporre alcune risposte. 

Goodness Airport3

Andare alla ricerca de L’anima buona del Sezuan è un atto estremamente contemporaneo. Perché oggi, agli albori del XXI secolo, a più di 80 anni dalla creazione di una delle opere teatrali più famose e gioiose di Brecht, avremmo finalmente risolto l’immenso dilemma di Shen Te, l’eroina di Brecht? Avremo finalmente finito con questo mondo dove moltitudini di Shen Te vedono il loro ardente desiderio di aiutare il prossimo scontrarsi con l’esigenza di guadagnarsi la vita? Per quanto impegnativa, la ricerca de L’anima buona del Sezuan è estremamente gioiosa. In questa versione rivisitata, abbiamo immaginato le peregrinazioni di un Dio intrattabile e testardo, partito per ritrovare un’ Europa oggi in crisi. 

Il progetto Teatro Azione

Il progetto propone un percorso in primo luogo conoscitivo ed in seguito rappresentativo di tematiche specifiche, attraverso un mezzo potente: quello del Teatro. La metodologia del Teatro Azione ha accompagnato tutte le fasi del processo creativo con la sua duplice funzione: artistica, con il fine di condividere l’esperienza della creazione teatrale e della recitazione e sociale, incoraggiando la presa di coscienza degli individui che hanno partecipato rispetto alle tematiche che li riguardano in prima persona.

Arca Azzurra Produzioni si è avvalsa della collaborazione di Patrick Duquesne come regista e di Collectif Libertalia. L’obiettivo specifico è quello di promuovere il dialogo interculturale nel territorio toscano utilizzando il Teatro Azione come veicolo di sensibilizzazione e cambiamento sociale.

I partner di Arca Azzurra per questo progetto sono: Collectif Libertalia, L’Unione comunale del Chianti Fiorentino, Comune di San Casciano Val di Pesa.

************

UTOPIA DEL NUONGUSTO: PRIMA ASSOLUTA DI “ATTORI X (PER)” A BIENTINA

Una prima assoluta per il festival teatral – gastronomico “Utopia del Buongusto”. Sabato 5 ottobre 2019 alle 21,30 al Teatro delle Sfide a Bientina, Guascone Teatro presenta “Attori X (Per)”. Evento speciale con cinque attori/autori. Ovvero, Marco Fiorentini, Fabrizio Liberati, Giorgio Arimondi, Francesco Bianchi e Giacomo Masoni (foto sopra il titolo).

Alle 20,00 cena in luogo presso i ristoranti di Bientina. Informazioni e prenotazioni 3280625881 – 3203667354. Da non perdere: una visita all’oasi di Tanali, ottima occasione di birdwatching.

Notte anarchica, irriverente ed arguta, vendetta necessaria degli attori contro la nuova, vecchia, seminuova e classica drammaturgia. Omicidio di giornata contro il teatro di ricerca, il teatro danza, l’agitprop, gli stand up, la regia, il disegno luci, il programma di sala, il dibattito post spettacolo, le prove aperte e tutte queste diavolerie del ‘900. Vendetta sia. Questa sera gli attori hanno occupato il palcoscenico, faranno molto, faranno bene. Vi mostreranno quale animale sia l’attore e quanto possa farvi innamorare e soffrire. 5 artisti per 5 piccole perle di teatro, tutte e 5 in prima nazionale.

Lascia un commento