Un viaggio fra archeologia, architettura contemporanea e vini d’eccellenza: il 30 luglio visita a Rocca di Frassinello, partendo dagli Etruschi. Con aperitivo al tramonto

Grosseto, In cantina e in cucina

Una visita guidata per scoprire il rapporto degli Etruschi e il vino, ma anche uno sguardo sull’architettura di Renzo Piano. E’ questo l’obiettivo della visita guidata organizzata giovedì 30 luglio 2020 a Rocca di Frassinello, loc. Poggio alla Guardia – Giuncarico Scalo a Gavorrano, dal titolo “Etruschi popolo di viticoltori. Dalla necropoli di San Germano alla cantina Rocca di Frassinello, un viaggio tra archeologia architettura contemporanea e vini eccellenti”. Un evento che rientra nel programma delle Notti dell’Archeologia promosse dalla Regione Toscana a cui aderiscono realtà che fanno parte della rete Musei di Maremma come Rocca di Frassinello.

Il programma prevede alle 18.30 la visita guidata ai tumuli etruschi della Necropoli di San Germano condotta dall’etruscologa e direttrice del Centro di Documentazione Etrusco Rocca di Frassinello Giuditta Pesenti. Il ritrovo dei partecipanti è nel parcheggio della necropoli che si trova circa un chilometro dopo il cancello d’ingresso alla proprietà di Frassinello. Il sito archeologico di San Germano, noto soprattutto per la sua necropoli che occupa entrambi i lati del torrente Sovata, costituisce una delle più importanti testimonianze del territorio settentrionale dell’antica Vetulonia. Qui, a partire dalla seconda metà del VII sec. a.C., sorge un insediamento che giunge fino al I sec. d.C. e che probabilmente basava la propria fortuna sul controllo dei traffici commerciali e sulle risorse agricole. L’area archeologica, liberamente accessibile al pubblico, racchiude al suo interno otto tombe a tumulo costruite tra la seconda metà del VII secolo a.C. e la prima metà del VI secolo a.C. Un percorso di vista, guidato dai codici QR e da apposita cartellonistica, si snoda attraverso la macchia mediterranea e permette di osservare alcuni esempi dell’architettura funeraria tipica di Vetulonia e del suo territorio in epoca etrusca.

La visita prosegue poi a Rocca di Frassinello dove si trova il Centro di Documentazione Etrusco che espone i reperti rinvenuti all’interno delle sepolture delle necropoli di San Germano e di Santa Teresa di Gavorrano. La sala espositiva, disegnata dall’architetto Italo Rota, raccoglie una selezione di reperti che ci aiutano a comprendere usi e costumi degli Etruschi, con un’attenzione particolare al consumo del vino nella società del tempo. Tra questi un “kantharos” monumentale decorato da anatrelle ritrovato nella necropoli di Santa Teresa di Gavorrano, un esempio di vaso originale per mescolare il vino risalente alla seconda metà del VII sec. a.C. Il tour guidato prevede poi la visita della cantina progettata da Renzo Piano e si conclude con un suggestivo aperitivo al tramonto sulla terrazza panoramica con i vini di Rocca di Frassinello.

La visita, a numero chiuso nel rispetto delle norme anti Covid, ha già raggiunto il numero massimo di partecipanti e sarà possibile accettare nuove adesioni solo in caso di disdette. E’ possibile visitare la necropoli e la cantina tutti i giorni dalle ore 10 alle 13 e dalle 14 alle ore 19 sempre con prenotazione.Info: tel. 0566.88400, e-mail: visite@roccadifrassinello.it. 

 

Lascia un commento