Un safari della memoria, fra le strade e le piazze di Firenze nei giorni dell’alluvione del ’66. Una App con nuove immagini, una mostra e un incontro con Marco Vichi

Da non perdere, Firenze

L’App Arno66-TimeTravel creata in occasione del cinquantenario dell’alluvione, oggi viene arricchita con nuove immagini. Un “safari della memoria” per viaggiare nel tempo pas- seggiando nella città, a caccia di immagini e storie dell’alluvione del 1966. 16 tappe, 16 immagini simboliche per raccontare le vicende del novembre 1966 che si sovrappongono a quelle della città di oggi, dando vita a tour aperti a tutti, armati unicamente del cellulare (sotto via della Ninna, Locchi).

Via della Ninna x2 Locchi

Ad arricchire questo viaggio nella memoria un incontro con lo scrittore Marco Vichi presso la Biblioteca Nazionale Centrale (sala Michelangelo) venerdì 30 novembre, h. 17.30 (ingresso libero).

Autore di romanzi come Morte a Firenze ambientato nell’anno dell’alluvione e l’ultimo della saga del commissario Bordelli “Nel più bel sogno”, la cui storia si svolge nel ‘68 fra Università occupate, manifestazioni studentesche e scontri con le forze dell’ordine, il romanziere fiorentino ci condurrà in quegli anni, 1966-1968 Da Angeli a Ribelli, un incontro fra racconti, letture, immagini e filmati dell’epoca, con la partecipazione di Lorenzo Degl’Innocenti. L’evento sarà preceduto da una visita della mostra “E tutto sembrava possibile. Il ’68 in Italia fra realtà e utopie” allestita presso la bibliote- ca (h.16.30).

  • Scaricando l’App (gratuita e disponibile dal 15 novembre su AppleStore e PlayStore), nei punti individuati sulla mappa della città, giocando con la trasparenza si può mettere a confronto il presente con il passato, attraverso le immagini più tragiche e spettacolari del novembre 1966.
  • Un modo per rivivere le fotografie d’epoca osservate dallo stesso punto di vista da cui sono state scattate nel 1966, in un percorso a tappe che ricostruisce i momenti più significativi dell’alluvione.
  • Nel mese di novembre si potrà partecipare a una sorta di “safari della memoria”: percorsi di circa un’ora e mezza per gruppi di 20 persone, gratuiti con posti limitati, organizzati in collaborazione con l’Associazione Conosci Firenze, artefice della pagina FB di successo “Firenze poco conosciuta” con oltre 50.000 followers (prenotazioni e info sul sito www.conoscifirenze.it). I tour saranno sabato 17, 24, 25 novembre e 1 dicembre, h. 10.00, punto di ritrovo via Guicciardini ang. Borgo San Iacopo.

L’App è stata realizzata da Acquario della Memoria e Nanof (Filippo Macelloni e Lorenzo Garzella). Il progetto è realizzato per Regione Toscana da Fondazione Sistema Toscana nell’ambito del Programma Sensi Contemporanei Toscana per il Cinema, la Biblioteca Nazionale di Firenze e l’Archivio Foto Locchi (in basso: a Ponte Vecchio, Locchi).

A_PonteVecchio1 x2 Locchi

Per rimanere aggiornati sulle attività e gli eventi legati al tema dell’anniversario dell’alluvione a Fi- renze e in tutta la Toscana c’è toscana.firenze2016.it. La realizzazione e l’aggiornamento di conte- nuti e news sono a cura di Fondazione Sistema Toscana.

15

In occasione della Mostra “E tutto sembrava possibile. Il 68 in Italia fra realtà e utopie” (8 novembre 2018-9 febbraio 2019), presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, uno dei luoghi simbolo dell’alluvione, si terrà un percorso di letture e di immagini fra due anni di grande impor-tanza.

L’esperienza di solidarietà giovanile del ’66 ha in qualche modo preparato il Sessantotto? E sarà proprio a gennaio del 1968 che la Biblioteca riaprirà al pubblico le sue sale, con ancora vivi i segni del fango…

Lascia un commento