Foto pubblico Torano2018

Torano Notte e Giorno e il tema della sopravvivenza. Il marmo grande protagonista anche nell’edizione 2019. Iscrizioni entro il 30 maggio, mostra dal 25 luglio al 13 agosto

Focus, Massa-Carrara

Il marmo resterà, anche per questa ventiduesima edizione, il filo conduttore di Torano Notte e Giorno, la rassegna di arte contemporanea legata da sei anni al concorso intitolato a Franco Borghetti in programma dal 25 luglio al 13 agosto 2019 nel borgo ai piedi delle cave di marmo di Carrara. Il marmo, attraverso la forma indomabile di una scaglia, sarà l’”ingrediente” sempre presente delle opere degli artisti che parteciperanno alla rassegna promossa dal Comitato Pro Torano per la direzione artistica di Emma Castè. 

Diventato il simbolo per la lotta contro la violenza sulle donne, il Paese degli Artisti prosegue il suo percorso a ritroso nella storia esaltando ancora una volta la materia prima dell’eleganza e della creatività: il marmo. E’ dedicata al tema della sopravvivenza, ai “lesseri umani” (da lesser celandine, la pianta capace di resistere anche alle condizioni più difficili) l’edizione del concorso in memoria del fondatore ed anima di Torano, Franco Borghetti. Piazze e piazzette, strade e corti, angoli e fondi sono lo sfondo naturale sul quale gli artisti sono chiamati ad esporre ed “adattare” le loro opere facendole diventare quasi un tutt’uno con il borgo. “Torano, in questi anni, è riuscita a conquistarsi uno spazio importante tra gli eventi estivi all’aria aperta in Toscana e non solo proprio grazie alla possibilità che diamo agli artisti di sentirsi liberi nel rileggere o riscrivere un tema o un concetto. – spiega Emma Castè, direttore artistico della rassegna che ha avuto il merito di rilanciare su scala nazionale l’appuntamento toranese – Il tema della sopravvivenza è uno dei temi più difficili, per l’ampio spettro di interpretazioni, che potevamo scegliere. Ma è anche un tema di straordinaria attualità: l’arte, a Torano, è il linguaggio con cui lanciamo messaggi alla comunità. Abbiamo deciso di tornare a valorizzare come esclusiva forma di arte e design il nostro marmo consapevoli dell’importanza di tornare a legare e vincolare l’espressione artistica alla materia per noi più preziosa. Il marmo appunto. La rassegna non rinnega certo il suo percorso, che in questi ultimi anni è stato di grande crescita da ogni punto di vista, ma per questa speciale edizione, era più forte la volontà di ridare protagonismo alla materia per eccellenza. Torano, in questo senso, – spiega ancora la Castè – è stata una rassegna pioniera, la prima a credere nella valorizzazione del marmo sotto ogni forma e linguaggio. Sono sicura che la partecipazione al premio, e quindi alla rassegna, sarà notevole”.

Ma vediamo nei dettagli i punti del bando. Per partecipare al premio, che mette in palio un montepremi di mille euro, gli artisti devono esporre solo opere realizzate in marmo bianco o lapideo prelevato dalle cave apuo-versiliesi. Il numero delle opere proposte potrà essere libero. Le domande, con relativo progetto, devono essere presentate con relativa documentazione (breve relazione, titolo, foto del bozzetto o dell’opera, breve curriculae dell’artista) entro le ore 12.00 del 30 maggio 2019 via mail scrivendo a toranogiornoenotte@virgilio.it o all’indirizzo postale Associazione Comitato Pro Torano, via Adua, 3, Carrara (Ms) riportando l’oggetto “Torano Notte e Giorno 2018”. Per informazioni è possibile rivolgersi al sito www.toranonottegiorno.it oppure alla pagina ufficiale Facebook.

Lascia un commento