Tonno rosso, la Capitaneria di porto informa che dal 19 luglio è chiusa la campagna di pesca sportiva e ricreativa per l’anno 2020. Sanzioni per chi viola il divieto

In cantina e in cucina

La Capitaneria di Porto-Guardia costiera di Livorno informa che dal 19 luglio 2020  è stata chiusa la campagna di pesca sportiva e ricreativa del tonno rosso per l’anno 2020. Pertanto è fatto assoluto divieto a chiunque di pescare, detenere e sbarcare esemplari di thunnus thynnus.  La chiusura è stata disposta, in attuazione alle norme dell’Unione Europea, dalla Direzione Generale della Pesca marittima del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, con il decreto n.9010663 del 18 luglio 2020 a causa del raggiungimento della quota massima ammissibile per l’annualità corrente per la pesca non professionale.  

Pesanti saranno le sanzioni per chi dovesse violare il divieto, catturando esemplari di Tonno. Sanzioni amministrative, anche fino a 3.000 euro, con relativo sequestro del pescato, sono previste per coloro i quali dovessero pescare o essere trovati in possesso sia di esemplari adulti  che giovanili sotto la taglia minima prevista di 30 chilogrammi, oppure di 115 centimetri. 

Non mancheranno rigorosi controlli della Guardia Costiera lungo tutto il litorale di giurisdizione, sul rispetto delle disposizioni ministeriali. 

Lascia un commento