“In… Tolleranza zero” con Andrea Pucci a Montecatini. Ottavia Piccolo a Cascina. Ma c’è anche il teatro per ragazzi

Teatro e Danza

Provocatorio e irriverente, maestro della satira di costume, da “Quelli che il calcio” con Simona Ventura a “Colorado”, Andrea Pucci arriva con il suo nuovo spettacolo “In…Tolleranza zero” domenica 19 marzo,ore 21 al Teatro Verdi di Montecatini Terme.

Un racconto capace di rendere esilarante la fatica di vivere di chi, arrivato al 50° compleanno, si trova ad interagire con mode incomprensibili, nuove tecnologie, la scuola della figlia e le dispendiose attività extrascolastiche. E in tutto questo deve fare i conti con gli acciacchi del mezzo secolo che porta sulle spalle e che lo costringono ad esami clinici ed esercizi fisici che gli permettano di rimanere vitale in un mondo nel quale sono diventate indispensabili cose che fino a pochi anni fa erano considerate inutili e ridicole.

Andrea Baccan, in arte Pucci, ha mosso i primi passi all’interno del laboratorio Progetto Derby, il contenitore comico del Teatro Derby di Milano curato da Teo Teocoli e Mario Lavezzi. Provocatorio e irriverente, maestro della satira di costume, ha iniziato la propria carriera televisiva vincendo l’edizione del 1993 del programma “La sai l’ultima?”. Ospita fisso dal 2006 al 2011 di “Quelli che il calcio” con Simona Ventura, da dieci anni è uno dei protagonisti del cast di Colorado.
BIGLIETTI: da € 26 a 34,50.

“ENIGMA” ALLA CITTÀ DEL TEATRO DI CASCINA

Ottavia Piccolo e Silvano Piccardi saranno ospiti della stagione della Città del Teatro di Cascina, domenica 19 marzo 2017 alle 17.30 con lo spettacolo “Enigma”. La cui chiave di lettura sta proprio nel suo sottotitolo niente significa mai una cosa sola. Dove ogni elemento reale, ogni dato di conoscenza si rivela poi ‘altro’ da ciò che pareva essere. Una produzione Arca Azzurra Teatro. La regia è di Silvano Piccardi.

In scena, una vicenda personale e collettiva che si svolge sullo sfondo della caduta del muro di Berlino vent’anni dopo il 9 novembre 1989. In che modo le due Germanie hanno fatto i conti con l’abbattimento del muro che separava l’est dall’ovest? “Grande” e “piccola” Storia si intrecciano nel testo di Stefano Massini.

«Ci sono più motivi che mi hanno reso felice di aver allestito questo spettacolo» – dichiara Ottavia Piccolo – «Uno di questi è che avendo già sperimentato delle letture del testo di Massini, che non era stato possibile mettere compiutamente in scena, è per me adesso una gioia poterlo presentare al pubblico. E infine, tornare a lavorare con Silvano Piccardi è un grande piacere. E’ la quinta produzione che condividiamo assieme e della quale firma la regia». Ed ecco che, caduto il muro, vite, esperienze, certezze, lutti e speranze, si frantumano, si incontrano, si mischiano… È a un segmento di tutto ciò che siamo chiamati ad assistere.

«Un’altra certezza – aggiunge Piccardi – sta nel luogo in cui si svolge l’azione scenica: “un grande spazio unico comprensivo di cucina, letto, divano, tavolo e quant’altro può definire un posto “casa”. E in cui “cumuli di riviste e libri si ammassano un po’ dappertutto nell’incuria generale”».

“MANUALE D’ATTORE… MODESTAMENTE LO NACQUI” A CASTELFIORENTINO

Il Teatro del Popolo di Castelfiorentino per la rassegna “Speciale 150 anni” , sabato 18 marzo 2017 alle 21 presenta “Manuale d’attore…modestamente lo nacqui” di e con Titino Carrara, regia di Laura Curino.

Titino Carrara, figlio d’arte, una famiglia – i Carrara – di attori girovaghi, porta in scena una nuova storia di vita e teatro in cui presenta il tema dell’apprendistato, di come diventare adulti ed insieme abili attori, di come conquistarsi una identità ed un ruolo riconosciuti dalla famiglia d’arte e dagli spettatori.
I maestri del teatro mobile non fanno accademia, fanno scuola di palcoscenico, uno spettacolo diverso ogni giorno: “Laboratorio permanente”… magari su un palcoscenico montato fra le mura sbrecciate di un vecchio cinema bombardato. È l’Italia del dopoguerra, un’Italia distrutta, ma in fermento di ricostruzione, in scena e fuori di scena. Ed allora ecco una galleria di questi personaggi che arrivano da lontano e vanno lontano, irriverenti ed insopportabilmente poetici. Lo spettacolo vede Titino partire idealmente dal piccolo teatro mobile del secondo dopoguerra ed arrivare a ridosso dei giorni nostri, alle tournee internazionali nei più grandi teatri del mondo indossando la maschera di Arlecchino. Nel frattempo tutto un mondo lentamente si dissolve, sparisce, come spariscono le lucciole di cui racconta Pasolini, lasciando non solo ricordi e nostalgia, ma anche segreti e scommesse vive che ancora ci interrogano. Uno spettacolo che attraverso le risate e la poesia del mondo degli attori, parla in realtà al profondo del cuore di ognuno di noi.

Prossimo appuntamento della rassegna mercoledì 22 marzo alle 19 con “Parole imbrogliate-il teatro di Eduardo de Filippo”.

Biglietto unico €10, loggione €8. La prevendita dei biglietti per tutti gli spettacoli è in corso presso la biglietteria del teatro (piazza Gramsci, 80) tutti i martedì e giovedì (ore 17.00-19.00) e il sabato (ore 9.00-12.00 e 16.00-19.00).
La prevendita sarà effettuata, oltre che alla biglietteria del teatro, anche presso Discofollia, via del Gelsomino, 45 a Empoli, telefono 0571 710746 (orario negozio).

“ACQUA MATTA” PER I RAGAZZI AL TEATRO DELLE SFIDE DI BIENTINA

Sarà dedicato al tema dell’acqua, il nuovo appuntamento di teatro per ragazzi e famiglie della stagione del Teatro delle Sfide di Bientina. Domenica 19 marzo 2017 alle 17, Nata Teatro presenta lo spettacolo “Acqua matta”. Di e con Cinzia Corazzesi. Musiche e canzoni originali di Lorenzo Bachini. Per ogni bambino presente ci sarà un piccolo omaggio che ricordi “quanto è buona l’acqua!”.

Non solo. Domenica19 marzo è anche la festa del papà e sarà festeggiata a fine spettacolo con il coro dei bambini “Voci vivaci” diretto dalla Maestra Annalisa Artiggiani, dell’associazione culturale Orizzonti di Studio che per l’occasione offrirà anche “La merenda come si faceva una volta”.

La data fa parte della sfida “Bambini 1-99”: sei appuntamenti per stupirsi e sognare, dai burattini alla grande magia. Ovvero, prendiamoci un po’ di tempo per star bene. Per informazioni: 328 0625881 – 320 3667354 – info@guasconeteatro.it – www.guasconeteatro.it. Biglietti: adulti euro 6, bambini euro 4.

Con qualche giorno di anticipo rispetto alla giornata mondiale dell’acqua (22 marzo), Guascone Teatro vuole ricordare a tutto il suo pubblico di piccoli spettatori e non quanto sia importante questo elemento che spesso viene dato per scontato. Lo fa in modo divertente e scanzonato facendolo dire ai burattini di Nata Teatro che con la loro comicità, satira, ironia e con le immancabili gag e bastonate parlano dell’uso, dell’abuso, dell’inquinamento e del valore infinito e pericoloso che questo bene può avere, soprattutto quando non c’è.

 

Lascia un commento