TEATRO DIGITALE. Dal Comunale di Pietrasanta (giovedì 18 marzo) “Vecchia sarai tu!” di e con Antonella Questa. Al De Filippo di Cecina incontro con l’Orto degli Ananassi (il 20 marzo) e “sii gentile e abbi coraggio” (il 21 sul canale YouTube)

  • LA VERSILIANA A CASA VOSTRA /TEATRO COMUNALE DI PIETRASANTA

Prosegue con Antonella Questa protagonista dello spettacolo “Vecchia sarai tu!” (foto sopra il titolo), la rassegna digitale di spettacoli “La Versiliana a casa vostra”, promossa e organizzata dalla Fondazione Versiliana, Comune di Pietrasanta insieme a Fondazione Toscana Spettacolo Onlus e con la consulenza artistica de “Lo Studio Martini”.

Un ritratto divertente e amaro sullo scorrere del tempo, uno spettacolo che con leggerezza e sensibilità porta a riflettere su quanto la vecchiaia possa anche essere un dono e regalare ancora momenti ricchi e belli.

E’ questo il tema affrontato da “Vecchia sarai tu!” scritto e interpretato da Antonella Questa in collaborazione con Francesco Brandi, e registrato al Teatro Comunale di Pietrasanta, che giovedì 18 marzo 2021 alle ore 21.00 sarà in onda in “prima visione” sulle piattaforme social della Fondazione Versiliana e del Comune di Pietrasanta.

Come viviamo oggi l’età che avanza? Abbiamo ancora il diritto di invecchiare? In una società in cui la vecchiaia è diventata un vero e proprio tabù e le persone anziane sono sempre più relegate ai margini, Vecchia sarai tu! ci regala un altro punto di vista, attraverso il confronto tra tre generazioni: nonna Armida, chiusa in ospizio contro la propria volontà e determinata a tornare alla vita di sempre, sua nuora Sabine, impegnata a fermare il tempo sul proprio corpo e la nipote Monica, ossessionata dallo scorrere veloce dei giorni, che non le permette di vivere appieno la vita.

“Non è importante aggiungere anni alla vita, ma vita agli anni” diceva Rita Levi Montalcini e forse il segreto sta proprio nello smettere di combattere il tempo, cercando piuttosto di viverlo assaporandone ogni momento con la “giovinezza” più importante, quella del cuore.

Per assistere allo spettacolo in maniera del tutto gratuita, basterà collegarsi giovedì 18 marzo 2021 alle ore 21.00 al sito www.versilianafestival.it , alla pagina Facebook, al canale Youtube “Versiliana Festival” oppure alla pagina Facebook del Comune di Pietrasanta. Dopo la prima visione, lo spettacolo resterà visibile per un mese intero consentendo quindi a chi lo desidera di assistere all’evento in qualunque momento.
Il cartellone virtuale de “La Versiliana a casa vostra” proseguirà ogni giovedì fino al 15 aprile con:
L’elefante scureggione di e con Livio Valenti giovedì 1 aprile (ore 19:00);
Mascagni, con Michele Crestacci per la regia di Alessandro Brucioni, giovedì 8 aprile (ore 21.00);
Fiabe jazz – Aladino e i vestiti nuovi dell’imperatore, in programma giovedì 15 aprile (ore 19);

Info www.versilianafestival.it

  • PROSEGUE LA PROGRAMMAZIONE IN DIGITALE DEL TEATRO DE FILIPPO DI CECINA

Prosegue la programmazione tutta in digitale del teatro De Filippo di Cecina rivolta ai cittadini, alle famiglie e alle scuole del territorio. Promossa dal Comune di Cecina con Fondazione Toscana Spettacolo onlus, sarà in streaming sui canali del teatro e completamente gratuita per tutti coloro che vorranno assistere agli appuntamenti online.

Sabato 20 marzo 2021 alle ore 17 si terrà l’incontro, visibile sulla pagina Facebook del teatro, con la compagnia “Orto degli Ananassi”, che domenica 21 alle 17 sul canale YouTube del teatro porterà in scena per il pubblico delle famiglie lo spettacolo “Sii gentile e abbi coraggio” (età consigliata: 8-12). Lunedì 22, invece, le due repliche per le scuole. Partendo dalla rielaborazione del diario di Anne Frank, lo spettacolo si incentra sul racconto dei due anni, tra il luglio del 1942 e l’agosto del 1944, durante i quali la famiglia Frank, quella dei Van Daan e il dentista Dussel, restarono nascosti negli ultimi due piani della ditta di spezie del papà Pim (Otto Frank) in via Prinsengracht, ad Amsterdam.

La testimonianza limpida, diretta, l’espressività sorprendente di un’adolescente che racconta del proprio mondo interiore, diventano l’obiettivo di questa trasposizione: portare sulla scena il suo modo così personale, brillante e ironico di resistere agli orrori della Storia di quel periodo, del suo tenace tentativo di rimanere felice e viva nonostante tutto. 

“Ospitiamo il lavoro su Anne Frank fuori dal giorno della memoria proprio perché ci piace pensare che la memoria non sia un fatto legato ad una giornata specifica. Comunità – ha spiegato l’assessore alla Cultura Domenico Di Pietro – e memoria sono infatti i capisaldi del progetto culturale dell’Amministrazione”. 

“ Il teatro – ha aggiunto il coordinatore artistico Alessio Pizzech – vuole sempre più porsi come motore propulsivo di contenuti che possano espandersi nel tessuto cittadino alla ricerca di nuove geografie umane. Lo spettacolo, anche se senza pubblico, si terrà dal nostro palcoscenico proprio per mandare un messaggio, quello che il teatro come luogo del pensiero e dell’emozione è vivo e presente”.

Sempre sabato 20 marzo alle 18, sul canale Youtube del teatro, si terrà anche il secondo dei tre appuntamenti di “I Malavoglia – Testimonianze”. Uno spettacolo strutturato come una serie di testimonianze che si intrecciano con i temi, la trama e le suggestioni del romanzo. Un racconto “epico” e intimo che consente l’esplorazione dell’opera in una dimensione “moderna” e vicina al nostro tempo. Le testimonianze sono brevi archi di storie di durata variabile, l’una rispetto all’altra, che costruiscono un unico percorso narrativo e corale. Lo spettacolo così costruisce un percorso che può essere seguito sia per singole puntate, sia come un unico arco narrativo sui social e sui canali delle differenti piattaforme digitali. Quasi come fosse un puzzle.

 

Lascia un commento