Teatro Comunale di Bologna in streaming: il 23 maggio “Opera favola” per ragazzi e (alle 21) “Werther” di Massenet. Domenica 24 concerto “Un Requiem tedesco”

Musica

Un nuovo fine settimana in compagnia della grande musica trasmessa in streaming sul canale YouTube del Teatro Comunale di Bologna e, per non dimenticare i più piccoli, un inedito appuntamento educational che narra una delle fiabe più famose della lirica. È infatti quella della principessa di ghiaccio Turandot, che dà il nome all’ultima opera scritta da Giacomo Puccini, ad essere raccontata ai bambini e alle famiglie sabato 23 maggio 2020 alle 16.00 nella rubrica “Opera Favola”, ideata e curata dal Teatro Comunale con la partecipazione della Scuola dell’Opera. Tutti gli episodi andati in onda si possono rivedere anche sulla pagina Facebook “TCBO Opera Young”, pensata per i giovani spettatori, per gli studenti e per le scuole.

“Werther”, ph. Rocco Casaluci (anche l’immagine sopra il titolo)

A seguire, lo stesso giorno alle 21.00, per la rubrica “Comunale in streaming” viene proposto il Werther di Jules Massenet rappresentato al Comunale nel dicembre 2016 segnando un doppio debutto: quello scenico nel ruolo del titolo del grande tenore peruviano Juan Diego Flórez e quello del direttore d’orchestra Michele Mariotti, impegnato per la prima volta nel capolavoro del compositore francese ispirato al romanzo epistolare di Goethe I dolori del giovane Werther. Per questo allestimento del teatro felsineo, la regista Rosetta Cucchi accompagna il protagonista, dilaniato dal desiderio di morte e dall’inappagato desiderio di amore, negli ultimi minuti che precedono il suicidio, nei quali egli ricorda quello che è stato e sogna ciò che sarebbe potuto essere. La casa presente sul palco, che simboleggia lo scrigno dell’amore di Werther per Charlotte, a poco a poco si allontana diventando metafora di una relazione sentimentale che non fiorisce e di un sogno che svanisce. 

Fisch, Orchestra e Coro del TCBO (ph. Ranzi – Studio Casaluci)

Il secondo appuntamento del “Comunale in streaming”, trasmesso domenica 24 maggio alle 15.30, vede una grandiosa pagina sacra concepita per celebrare il Venerdì Santo; non si tratta, però, del canonico requiem della liturgia latina bensì di un requiem “privato”, basato su passi del Vecchio e del Nuovo Testamento cantati in lingua tedesca secondo la consuetudine luterana. È Ein deutsches Requiem (Un Requiem tedesco) op. 45 di Johannes Brahms, registrato nel marzo 2011 all’Auditorium Manzoni con l’Orchestra e il Coro del Teatro Comunale di Bologna diretti dall’israeliano Asher Fisch. Con lui sul palco il soprano Annamaria Dell’Oste e il baritono Valdis Jansons.

 

Lascia un commento