Taste e testo (Come si diventa un libro): si valutano misure straordinarie a causa del coronavirus. Fra questo anche lo spostamento a date successive a quelle stabilite

Firenze, In cantina e in cucina

Pitti Immagine comunica che è in corso l’invio agli espositori dei saloni Taste e testo [Come si diventa un libro] – entrambi in programma alla Stazione Leopolda di Firenze, rispettivamente, dal 7 al 9 marzo e dal 20 al 22 marzo 2020 – di una nota sulla possibile adozione di misure straordinarie riguardo i due saloni in relazione alla situazione sanitaria nazionale determinata dalla diffusione del coronavirus. Fra tali misure l’azienda sta valutando anche l’eventuale spostamento delle date in periodi successivi a quelli stabiliti.

“Stiamo seguendo attentamente l’evoluzione della situazione – dice Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine – secondo le indicazioni delle autorità nazionali, regionali e cittadine. Nonostante che in Toscana e a Firenze non sussistano a oggi motivi oggettivi di emergenza, dobbiamo considerare la dimensione nazionale e internazionale dei due saloni e quindi la necessità di misure a ulteriore tutela della sicurezza degli operatori e delle condizioni per la piena riuscita delle manifestazioni. Siamo coscienti di dover agire con la massima tempestività e ci impegniamo a comunicare le nostre decisioni nei prossimi giorni”.

Lascia un commento