Suoni elettronici e oggetti del quotidiano: in arrivo a Firenze la performance di Ryoko Akama

Firenze

Proseguono gli appuntamenti mensili del TRK. Sound Club, il club a cura di Tempo Reale dedicato alla scena della musica sperimentale internazionale, negli spazi della Galleria Frittelli Arte Contemporanea di Firenze. Giovedì 13 aprile, ore 21, arriva dalla Gran Bretagna la compositrice, sound artist e performer giapponese Ryogo Akama per presentare  la sua ricerca sonora.

I lavori di Ryoko Akama indagano le possibili relazioni fra silenzio, spazio e tempo. Si esibisce con elettronica e oggetti, e crea installazioni sonore che sono fortemente legate al contesto e lo spazio in cui vengono realizzate. La sua ricerca sonora si basa sulla commistione di suoni elettronici e oggetti del quotidiano (bottiglie, sfere, vetri e molto altro), esplorati nel dettaglio, isolati e impiegati per realizzare pezzi da concerto e installazioni. Il suo interesse è di mettere in relazione questi oggetti sonori con lo spazio, con se stessa e con il pubblico presente, spesso concentrandosi sui momenti di calma e vuoto sonoro, oppure costruendo sottili trame di suono continuo. A Firenze presenterà una performance con vari oggetti disposti su un lungo tavolo: tutte le sue azioni saranno proiettate su una parete della galleria, per permettere al pubblico di seguire lo sviluppo del pezzo anche a distanza.

Oltre a eseguire e divulgare lavori di compositori contemporanei come Alvin Lucier ed Eliane Radigue, Akama collabora con numerosi artisti, fra cui Bruno Duplant, Cristian Alvear e Jürg Frey, ed è parte del collettivo elettronico Lappetites, con Kaffe Matthews e Antye Greie/AGF. Dirige l’etichetta discografica Melange Edition e lavora come redattrice per la rivista Reductive Journal (Mumei Publishing).

Lascia un commento