unnamed-8

Sul palcoscenico della Scuola Fenysia i monologhi di “Ferite a morte” di Serena Dandini. Con la voce di Sofia Giovarruscio. Giovedì 11 luglio alle 18.30

Firenze, Libri & Fumetti
Scuola Fenysia diviene palcoscenico per riascoltare e reinterpretare monologhi tratti da “Ferite a morte”. Il progetto teatrale diretto da Serena Dandini che ha avuto un enorme successo di pubblico, non ha lasciato indifferenti le giovani generazioni. Giovedì 11 luglio ad interpretare liberamente i monologhi che serviranno a dare voce a tutte coloro a cui la voce è stata portata via da mariti, compagni, fidanzati e “ex”, sarà una giovane ragazza ed ex studentessa di Fenysia, Sofia Giovarruscio (ore 18.30, ingresso libero, posti limitati.  Segue un aperitivo. Fenysia – Scuola di Linguaggi della Cultura, Palazzo Pucci – via de’ Pucci 4 / Firenze www.scuolafenysia.it).
Per dare importanza a chi da viva è stata poco ascoltata, con la speranza di infondere coraggio. In un fantastico paradiso popolato da queste donne e dalla loro energia vitale, il male subito sarà protagonista così come la loro volontà nel combatterlo. Una volontà che supera i confini e le barriere, che vola altissimo nel cielo e grida: Ni una mujer más!- Non una donna in più!

Serena Dandini nasce a Roma, è una conduttrice televisiva e autrice. Dai primi anni ottanta collabora con la Rai a programmi televisivi e radiofonici. Fra le autrici tv in Italia, è tra quelle che più hanno sperimentato e innovato il linguaggio televisivo, in particolare quello comico e satirico. Tra il 2012 e il 2013 mette in scena il suo primo spettacolo teatrale “Ferite a morte”, ispirato a fatti di violenza sulle donne realmente avvenuti. Alla rappresentazione teatrale hanno preso parte anche volti noti della televisione. Nel 2013 il testo è divenuto un libro pubblicato da Rizzoli.

Sofia Giovarruscio nasce a Firenze, inizia a recitare fin da piccola seguendo un percorso di studi, nella scuola Nexus Studio. Ha partecipato con ruoli e come comparsa in diversi spettacoli, ultimo dei quali “La mia Battaglia” diretto da Elio Germano. Si è avvicinata al mondo del doppiaggio e della danza per poter arricchire le proprie conoscenze.  Attualmente recita in due diverse compagnie.

Lascia un commento