#Strozzi Night: gli studenti animano a Firenze la mostra di Bill Viola e il cortile dello storico palazzo

Firenze, Focus

Giovedì primo giugno 2017 Palazzo Strozzi, a Firenze, dedica una serata speciale ai giovani con l’evento #StrozziNight. L’evento è organizzato dal gruppo di studenti del Liceo Michelangiolo e dell’Isis Machiavelli-Capponi di Firenze coinvolti nel percorso di Alternanza Scuola-Lavoro organizzato a Palazzo Strozzi. In occasione della serata lo storico edificio si animerà con una serie di iniziative e attività ideate direttamente da questo gruppo di giovanissimi per gli spazi della mostra “Bill Viola. Rinascimento elettronico” e del cortile rinascimentale

All’interno dell’esposizione il gruppo di studenti sarà a disposizione del pubblico per discutere e introdurre le opere di Viola e dei maestri rinascimentali a confronto. Nel cortile, invece, sarà organizzata un’attività di Light Painting, una tecnica fotografica che permetterà ai visitatori di “dipingere” i propri scatti utilizzando diverse sorgenti luminose. La serata sarà accompagnata da uno speciale aperitivo con dj-set di Biga e Millelemmi, dalle sonorità tropical, funk, soul e hip hop.

L’evento costituisce il momento conclusivo del percorso di formazione del gruppo di Alternanza Scuola-Lavoro presso la Fondazione Palazzo Strozzi, che nel corso di 7 mesi ha permesso a un gruppo di 14 studenti di confrontarsi con i processi che stanno dietro l’organizzazione delle mostre e degli eventi della Fondazione Palazzo Strozzi. Per la serata del 1° giugno gli studenti sono stati chiamati a organizzare, con il coordinamento del team della Fondazione, tutti gli aspetti dell’evento, dall’organizzazione del concerto in cortile alla produzione dei materiali promozionali, alla comunicazione tramite i canali social dell’evento.

Nel corso della serata sarà presentato il video Désir mimétique frutto della collaborazione della Fondazione Palazzo Strozzi con l’artista fiorentino Jacopo Jenna e il Liceo Victor Hugo di Firenze. Il video conclude e racconta il laboratorio dedicato alla performance e al linguaggio del video condotto dall’artista che ha coinvolto un gruppo di circa trenta bambini tra i quattro e cinque anni. Saranno inoltre presentati alcuni elaborati incentrati sulla rappresentazione del territorio prodotti dalle classi di scuola secondaria di secondo grado toscane che nel corso dell’ultimo anno scolastico hanno aderito al progetto Educare al presente. L’arte contemporanea nelle scuole, realizzato grazie al supporto e alla collaborazione di Publiacqua e Water Right and Energy Foundation

L’evento si inserisce nel calendario di “Al-Museo”, serie di appuntamenti dedicati ai progetti di Alternanza Scuola-Lavoro organizzati all’interno dei musei toscani e promossi dalla Regione Toscana.

Lascia un commento