Storie inquietanti, suggestioni, leggende: è uscito (Ed. Erasmo) “Fantasmi a Livorno” di Ursula Galli

“I fantasmi non esistono, li abbiamo creati noi, siamo noi i fantasmi”  / da Questi nostri fantasmi di Edoardo de Filippo.

Nelle librerie cittadine La Feltrinelli, via di Franco, e Mondadori Bookstore, via Magenta, arrivaFANTASMI A LIVORNO (Edizioni Erasmo) di Ursula Galli, il volume perfetto per gli appassionati di ghost story e per chi ha voglia di scoprire una Livorno diversa, tra dimore infestate, inquietanti spettri antichi e moderni, suggestioni, leggende di città e di collina passate di bocca in bocca. (Sopra il titolo: particolare della copertina).

Sospeso tra la narrativa e l’aneddotica, Fantasmi a Livorno è un viaggio da brivido tra la Terrazza Mascagni e il santuario di Montenero, tra i Quattro Mori e l’antico quartiere della Venezia.  

Un itinerario tra i luoghi, ville, palazzi, parchi storici nei quali si vagheggia la presenza di spettri, ombre del passato, fenomeni extrasensoriali: le ville di Montenero, Villa Morazzana dove risuona un incredibile do di petto, il fascinoso villino Wetryk, il Copperfield livornese incredibilmente dimenticato, i misteri dei Gesuiti e delle Carmelitane. 

Senza pretesa di scientificità o verosimiglianza, tanto meno di storicità quando la credulità popolare ha creduto di individuare una persona realmente vissuta in un’ombra, il volume getta uno sguardo possibilista su una galleria di personaggi realmente vissuti a Livorno che hanno creduto nei fantasmi o che vengono oggi creduti fantasmi, da Mery Shelley a Gemma Bellincioni.

E “i fantasmi sono lì che ti guardano e aspettano di essere scoperti rigo dopo rigo, diventano reali che quasi arrivi a toccarli, poi quando pensi di averli afferrati, sfumano via, evanescenti com’è nella loro natura” scrive Luciano Donzella nella sua prefazione.

Completano il volume una ricca bibliografia e note a margine con piccole ma preziose scoperte fatte in biblioteca e su giornali antichi.

Fantasmi a Livorno può essere richiesto anche direttamente alle Edizioni Erasmo, via Borra, 35 – Palazzo Huigens, cell. 3396376985 – Email: info@erasmolibri.it -Sito web: www.erasmolibri.it.

Ursula Galli, nata nel 1967, vive a Livorno, ha pubblicato per le Edizioni Erasmo A tavola con Gian Burrasca (2007), Cioioi ’68. In Vietnam con l’orchestrina (2008) e Mercatino americano e dintorni (2009). Con il volume Kangaroos crossing (Terre di Mezzo, 2002) è stata finalista al Premio Pieve, promosso dalla Fondazione Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano. Laureata in Lettere moderne, giornalista professionista, lavora presso l’Ufficio Stampa del Comune di Livorno. 

Lascia un commento