Storie dell’Impressionismo, mostra a Treviso

Fuori Toscana

Una grande mostra per raccontare quel mezzo secolo, da metà Ottocento ai primi del Novecento, di cui gli impressionisti furono grandi protagonisti (nella foto grande: “La piccola Irene” di Pierre-Auguste Renoir, 1880 scelta come immagine dell’esposizione). Un percorso didattico, affascinante ma soprattutto emozionante, che apre il 28 ottobre 2016 al Museo di Santa Caterina a Treviso per concludersi il 17 aprile 2017. La mostra si intitola “Storie dell’Impressionismo. I grandi protagonisti da Monet a Renoir, da Van Gogh a Gauguin” e vedrà succedersi 140 opere (per la maggior parte dipinti, ma anche foto e incisioni) suddivise in sei sezioni.vangogh“Lo sguardo e il silenzio” segue il percorso del ritratto da Ingres a Degas a Gauguin e le figure sotto il cielo da Millet a Renoir (sezioni 1 e 2). La posa delle cose da Monet a Cézanne e un nuovo desiderio di natura da Corot a Van Gogh fanno parte delle sezioni 3 e 4 mentre le sezioni 5 e 6 raccontano l’Impressionismo in pericolo (Monet e la crisi del plein-air) e come cambia il mondo (Gli anni estremi di Cézanne, nella foto in basso “Bagnanti”, 1895 circa, nella foto sopra a destra la tela di Van Gogh intitolata “Salici potati al tramonto, 1888).

imageNei primi quattro giorni della mostra, dal 28 al 31 ottobre 2016 il Pinarello Festival offre ai visitatori una serie di eventi collaterali fra cui letture, conferenze, spettacoli, musica, compresi nel biglietto d’ingresso all’esposizione. Questi eventi sono concentrati nell’Auditorium del Museo di Santa Caterina. Ma sono in agenda anche i live di artisti come Franco Battiato (il 28 ottobre alle 20.30: si tratta di un concerto privato riservato ai 300 ospiti che parteciperanno all’inaugurazione ufficiale della mostra, il live del 29 ottobre, sempre alle 20.30, è già sol out), Massimo Bubola (live il 31 ottobre alle 2.30), Giovanni Caccamo (ore 22.30 del 29 ottobre, voce e pianoforte) e Antonella Ruggiero (30 ottobre, ore 20.30, concerto di musica sacra Cattedrali per sola voce e organo suonato dal maestro Fausto Caporali). Dal 28 ottobre al primo novembre previste aperture straordinarie o prolungate. Per informazioni, dettagli e prenotazioni 0422 429999 (sito Internet: www.lineadombra.it). Biglietto intero 14 euro, previste riduzioni. (e.a.)

 

Lascia un commento