Station Tango_credit_Benoit_Schopfer2

Station Tango dell’Union Tanguera apre (il 5 gennaio 2018) la stagione della danza al teatro del Giglio di Lucca

Teatro e Danza

Atmosfere argentine e tutta la sensualità del tango per il primo spettacolo della Stagione di Danza, Station Tango dell’Union Tanguera di Buenos Aires, in scena a Lucca al Teatro del Giglio venerdì 5 gennaio 2018 alle ore 21. Danzato e amato ovunque nel mondo, il tango ha avuto origine sulle sponde del Rio de la Plata oltre cento anni fa; grazie agli artisti dell’Union Tanguera, sarà possibile ritrovare l’anima del tango, fatta di un tutt’uno inscindibile di danza, musica e poesia ispirate al dialetto lunfardo. Station Tango è un’esplorazione acustica, visiva e sensoriale del periodo d’oro del tango che si colloca tra il 1935 e il 1955, epoca delle grandi orchestre che accompagnavano ballerini di eccezionale bravura e creatività.

In Station Tango, le parole incontrano il gesto e la musica per creare una danza suggestiva che esprime desiderio e abbondono, lotta e dialogo che iniziano con un abrazo. Tre coppie di danzatori – Stefano Giudice e Marcela Guevara, Damian Rosenthal e Malika Pitou Nicolier, Simone Facchini e Gioia Abballe – si esibiranno al Teatro del Giglio sulle coreografie di Esteban Moreno e Claudia Codega. Con loro, in scena, la voce di Hernan Godoy e Josè Luis Betancor (bandoneon), Valerio Giannarelli (violino), Davide D’Ambrosio (chitarra), Bruno Fiorentini (flauto), Guido Bottero (pianoforte) e Danilo Grandi (contrabbasso), a formare l’Ensemble Hyperion.

Esteban Moreno e Claudia Codega, fondatori della Compañìa Unìon Tanguera e coreografi di Station Tango, hanno studiato a Buenos Aires con i migliori maestri e fanno parte di una generazione di ballerini che, insieme ad alcuni “milongueros”, ha accompagnato la rinascita del tango argentino a Buenos Aires e nel mondo. Il loro stile originale ha imposto nuovi standard per l’odierna generazione di ballerini di tango; la loro danza è intensa e dinamica, una sintesi di stili reinterpretati che unisce fantasia e immaginazione.

Biglietti da 11 a 30 euro; loggione 14 euro.

Per informazioni, prenotazioni e acquisti, rivolgersi alla biglietteria del Teatro del Giglio (tel. 0583.465320 / biglietteria@teatrodelgiglio.it) aperta al pubblico dal mercoledì al sabato con orario 10.30-13 e 15-18 e un’ora prima di ogni spettacolo. Acquisti online su www.teatrodelgiglio.it

Lascia un commento