Stagione Sinfonica al Teatro Manzoni di Pistoia: sabato 22 gennaio (ore 21) c’è l’Orchestra Leonore diretta da Felix Mildenberger, al suo fianco il violoncellista Enrico Bronzi

Nuovo appuntamento di prestigio per la Stagione Sinfonica dell’Associazione Teatrale Pistoiese, curata da Daniele Giorgi, in programma sabato 22 gennaio 2022 (ore 21) al Teatro Manzoni di Pistoia.

Felix Mildenberger (ph. Jasper Ehrich)

Giovane talento tedesco della direzione d’orchestra, arriva sul podio dell’Orchestra Leonore Felix Mildenberger, vincitore del concorso internazionale Donatella Flick e con al suo attivo numerose importanti collaborazioni con orchestre di altissimo profilo. A lui è affidata l’interpretazione dell’ultima e più celebre Sinfonia composta da Joseph Haydn, la n. 104 “London”.

Enrico Bronzi, violoncello (R. Cecopato Photography / anche l’immagine sopra il titolo)

Al suo fianco, Enrico Bronzi, uno dei violoncellisti più talentuosi, colti e versatili del nostro tempo, sarà protagonista del capolavoro per violoncello e orchestra di Dmitrij Šostakovič, il Concerto n. 1 op. 107. La serata si aprirà con la raffinatissima Ouverture “Dalla soffitta” di Federico Biscione, composizione vincitrice del primo premio al concorso Mozart oggi 2005.

La Stagione Sinfonica, promossa dall’Associazione Teatrale Pistoiese in collaborazione con Fondazione Pistoiese Promusica e con il sostegno di Fondazione Caript, si snoderà fino a maggio. L’Orchestra Leonore, fondata nel 2014 dal suo Direttore Musicale Daniele Giorgi e recentemente definita dalla stampa austriaca “assolutamente sensazionale”, è Iprotagonista, in totale, di quattro degli appuntamenti in programma, tra cui il Concerto di Pasqua dedicato alle “Sette ultime parole del nostro Redentore in croce” di Haydn. Di alto profilo anche le compagini ospiti: accanto alle consolidate collaborazioni con l’Orchestra della Toscana e l’Orchestra da Camera di Mantova, troviamo il debutto nella Stagione Sinfonica pistoiese della Chamber Orchestra of Europe e dell’Amsterdam Baroque Orchestra&Choir. Oltre a Daniele Giorgi saliranno prossimamente sul podio del Teatro Manzoni grandi nomi del panorama musicale internazionale, come Jakub Hrůša. Fra i solisti, dopo l’anteprima di stagione al Teatro Pacini di Pescia con il vincitore del Premio Busoni 2019 Emanuil Ivanov, con cui la Leonore è anche stata ospite al Teatro Alighieri di Ravenna, avremo il piacere di ascoltare le estrose stravaganze di Patricia Kopatchinskaja, il geniale eclettismo di Giovanni Sollima e la classe adamantina di Benedetto Lupo. Per il concerto di chiusura sarà la volta di Sergej Krylov al fianco dell’Orchestra Leonore e Daniele Giorgi, con replica nella Stagione degli Amici della Musica di Perugia al Teatro Morlacchi.

 

BIO ||

Enrico Bronzi violoncello | Violoncellista e direttore d’orchestra, è nato a Parma nel 1973. Tutte le più importanti sale da concerto d’Europa, USA, Sud America e Australia (Carnegie Hall e Lincoln Center di New York, Filarmonica di Berlino, Konzerthaus di Vienna, Mozarteum di Salisburgo, Filarmonica di Colonia, Herkulessaal di Monaco, Filarmonica di San Pietroburgo, Wigmore Hall e Queen Elizabeth Hall di Londra, Teatro Colon di Buenos Aires) hanno ospitato un suo concerto. La sua ricca esperienza da solista l’ha portato a imporsi in importanti concorsi internazionali e collaborare con grandi artisti come Martha Argerich, Alexander Lonquich, Gidon Kremer, e complessi quali il Quartetto Hagen, la Kremerata Baltica, Camerata Salzburg e Tapiola Sinfonietta. La sua attività da solista si affianca a quella, altrettanto intensa, con il Trio di Parma, ensemble che ha fondato nel 1990 e si completa e arricchisce con la didattica. Dal 2007, infatti, è professore all’Universität Mozarteum Salzburg. Enrico Bronzi non è solo un attivissimo musicista, ma anche un divulgatore in ambito musicale. La sua capacità di trasmettere in modo semplice (ma non banale) l’amore e la comprensione della musica è l’elemento che lo contraddistingue, con l’obiettivo di dare a un pubblico sempre più ampio strumenti per favorire un ascolto consapevole della musica e favorire una crescita culturale, e trasporta questa sua vocazione la trasporta anche delle serie concertistiche di cui è direttore artistico: la storica e prestigiosa Società dei Concerti di Trieste, il Festival musicale internazionale Nei Suoni dei Luoghi, che promuove annualmente nuove generazioni di musicisti e gli Amici della Musica di Perugia. Tra le sue registrazioni discografiche, oltre alla vasta produzione con il Trio di Parma, vi sono tutti i Concerti di Boccherini (Brilliant Classics), i Concerti di C. P. E. Bach (Amadeus), un disco monografico su Nino Rota, le Sonate di Geminiani (Concerto) e l’integrale delle Suite di Bach (Fregoli Music) che è stata al secondo posto della top ten degli album di musica classica di iTunes Music Store. Suona un violoncello Vincenzo Panormo del 1775.

Felix Mildenberger direttore | Con la nomina a Direttore Ospite Principale dalla Filarmonica Teatro Regio di Torino dal 2022, la sua già stretta collaborazione con quest’orchestra raggiunge un nuovo livello. Titolare di una borsa di studio del Dirigentenforum, nel 2021 è stato incluso nella lista dei “Maestri di domani” dal German Music Council – un premio che attesta molti anni di qualità artistica. L’anno precedente, è stato il primo direttore d’orchestra a ricevere il “Prix Young Artist of the Year” dalla Rupert-Gabler-Stiftung al Festival delle Nazioni. Eleganza, versatilità e grande musicalità, insieme alla profonda serietà del suo approccio alla musica, sono tra sue le caratteristiche più apprezzate dalle orchestre con cui ha lavorato, tra cui la London Symphony Orchestra, dove ha diretto numerosi concerti da quando ha vinto il Donatella Flick LSO Conducting Competition nel 2018 ed è stato “Assistant Conductor” di Sir Simon Rattle, François-Xavier Roth e Gianandrea Noseda, tra gli altri. Numerose le importanti orchestre che ha diretto: l’Orchestre National de France, la Tonhalle-Orchester Zürich, la NDR Radiophilharmonie Hannover, la SWR Symphonieorchester, la Konzerthausorchester Berlin, per citarne alcune. Nel 2021 ha accompagnato Herbert Blomstedt nel suo tour negli Stati Uniti con la Boston Symphony Orchestra e la Cleveland Orchestra. In precedenza, è stato assistente direttore di Paavo Järvi alla Tonhalle-Orchester Zürich, di Emmanuel Krivine all’Orchestre National de France di Parigi e “Cover conductor” di Bernard Haitink al Concertgebouw. In ambito operistico, è stato assistente di Jane Glover all’Aspen Opera Center e Jukka-Pekka Saraste alla Bayerische Staatsoper. Inoltre, ha diretto concerti nell’ambito dell’Impuls Festival for New Music. È direttore principale e direttore artistico della Sinfonieorchester Crescendo di Friburgo, che ha co-fondato nel 2014. Gli appuntamenti della stagione 2021/22 includono il concerto di Capodanno con la Frankfurt Radio Symphony e i suoi debutti con la Deutsche Radiophilharmonie Saarbrücken Kaiserslautern e la Deutsches Symphonie-Orchester Berlin. Tornerà inoltre alla Filarmonica di Stoccarda, all’Orchestra Sinfonica di Basilea e all’Orchestra Sinfonica della Cappella di Stato di San Pietroburgo.


Orchestra Leonore | Voluta e promossa dalla Fondazione Pistoiese Promusica, l’Orchestra Leonore, che opera all’interno dell’Associazione Teatrale Pistoiese, è un ensemble fondato nel 2014 da Daniele Giorgi, la cui personalità musicale catalizza a Pistoia da tutta Europa musicisti eccellenti attivi in prestigiosi ambiti cameristici e con esperienze in importanti orchestre internazionali tra cui Lucerne Festival Orchestra, Mahler Chamber Orchestra, Chamber Orchestra of Europe, Orchestra Mozart, Berliner Philharmoniker, London Philharmonic Orchestra, Orchestra del Teatro alla Scala, Accademia di Santa Cecilia. Fin dall’esordio, le esecuzioni dell’Orchestra Leonore si sono distinte per intensità, chiarezza dell’articolazione formale, brilantezza tecnica e coerenza stilistica, delineando un carattere personalissimo mai alla ricerca di una originalità fine a se stessa («Ciò che sembrava un’utopia, un gruppo di (belle) persone ha trasformato in realtà. Sonora. E di quale qualità!» – Helmut Failoni, Corriere Fiorentino). L’Orchestra Leonore è invitata come ospite in diverse importanti stagioni concertistiche italiane. Insieme alla Leonore si sono esibiti solisti quali Isabelle Faust, Alban Gerhardt, Angela Hewitt, Alexander Lonquich, Midori, Gabriela Montero, Olli Mustonen, Ivo Pogorelich, Baiba Skride, Emmanuel Tjeknavorian, e molti altri. Dalla Stagione 2017-2018, i musicisti dell’Orchestra Leonore sono impegnati in Floema: un progetto cameristico ideato e diretto da Daniele Giorgi, parallelo alla Stagione Sinfonica, attraverso il quale la musica d’arte raggiunge luoghi inconsueti. Grazie a Floema si concretizzano collaborazioni con tutte le principali realtà culturali della città e della provincia ma anche con ospedali, con il carcere, con le scuole, e si realizzano progetti insieme ai gruppi musicali amatoriali operanti sul territorio e con gli studenti delle scuole di musica. Sempre nell’ambito di Floema, ogni anno vengono commissionate ed eseguite decine di nuove composizioni.

_____________________

“Le STAGIONI / Musica”, a cura dell’Associazione Teatrale Pistoiese, sono realizzate e rese possibili grazie al fondamentale sostegno dei due principali soci ATP, Comune di Pistoia e Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, del Ministero della Cultura, della Regione Toscana, in collaborazione con Fondazione Pistoiese Promusica, con il prezioso contributo di Far.com, Unicoop Firenze, Toscana Energia e Publiacqua, partner istituzionali di tutta l’attività e, nell’occasione del concerto di Anteprima, con Comune di Pescia e Alfea Cinematografica.

Biglietti: posto unico 18,00 intero – 15,00 ridotto* – 10,00 under30 – 5,00 under14

*Riduzioni: Over65, Under30, possessori della Carta Fedeltà Far.com, soci Unicoop Firenze, abbonati delle stagioni ATP 2019/2020 (prosa Manzoni, sinfonica e cameristica), iscritti Scuola di Musica e Danza “Mabellini”, tesserati il Funaro, iscritti FAI, CRAL, Associazione culturali convenzionate con l’Associazione Teatrale Pistoiese.

I possessori della Carta “Studente della Toscana” avranno diritto all’ingresso ridotto a euro 8,00. Il posto verrà assegnato, dietro presentazione della carta, in base alla disponibilità della pianta. Non cumulabile con altre riduzioni.

Prevendita:

– Biglietteria Teatro Manzoni 0573991609-27112

– on line su www.bigliettoveloce.itwww.teatridipistoia.it

L’accesso del pubblico ai concerti è condizionato all’esibizione del Green Pass rafforzato, in corso di validità (ad esclusione dei minori di 12 anni e dei soggetti esenti per patologie pregresse) e all’utilizzo della mascherina FFP2 per l’intera durata del concerto.

Lascia un commento