SPECIALE PITTI UOMO / 7. Ok la presenza dei buyers stranieri. E fra gli eventi “fuori salone” spiccano le nuove scarpe di Luisa Via Roma

Nei giorni di Pitti Uomo, Firenze si trasforma in una delle capitali internazionale della moda. Maschile, certo, ma non solo. Perché gli eventi “fuori salone”  raccontano storie di abiti ed accessori anche per la donna.

Luisa Via Roma e la mini collezione di scarpe per donna. Così nel concept store LuisaViaRoma sta per essere presentata una capsule di calzature LVR Edition 1 realizzata in co-branding con Sergio Rossi. Tre esclusive che raccontano l’heritage del marchio. scarpe2

Tre calzature (nella foto sopra il titolo e nelle immagini a lato) che mixano innovazione del design e artigianalità di materiali, secondo un principio di eccellenza qualitativa tipica del made in Italy.

scarpe1La mini collezione LVR Edtion 1 è composta da una slipper in visone con motivo a intarsio; un mocassino ankle strap e uno stivale over the knee, cioè sopra il ginocchio, in nappa stretch. Sia lo stivale che la scarpa mocassino sono decorati da mini borchie applicate a mano. La presentazione ufficiale sarà venerdì 16 giugno 2017 presso il famoso concepì fiorentino. La collezione sarà disponibile solo su luisaviaroma.com

I primi numeri di Pitti Immagine Uomo edizione n. 92. I grandi buyers internazionali e italiani continuano a fare scouting e ricerca a Pitti Immagine Uomo, dando ancora una volta ragione ai criteri di selezione e segmentazione del salone adottati dal marketing team di Pitti Immagine. La varietà delle proposte, l’accuratezza delle presentazioni, le partnership internazionali e gli eventi speciali, fanno il resto. Scorrendo la lista dei compratori già registrati – si legge in una nota di Pitti – si scopre la presenza di tutti i più importanti department e specialty stores, delle boutique specializzate, della catene di alto livello, degli e.commerce di maggiore diffusione di qualità. In termini quantitativi, alle 12 del terzo giorno, cioè di giovedì 15 giugno 2017 (il salone chiuderà nel pomeriggio di venerdì 16 giugno) si sono già registrati circa 18.000 compratori – l’estero è sui livelli dello scorso giugno (molto bene Usa, Corea, Russia e Nord Europa), l’Italia è in lieve flessione di qualche punto percentuale – il che fa prevedere un’affluenza finale poco inferiore a quella del 2016 (che fu tra le più alte delle ultime stagioni).

Lascia un commento