SPECIALE FESTIVAL PUCCINI / 9. L’ispirazione francese del Maestro, il ricordo delle vittime di Nizza. Valore civile e qualità musicale (recensione di Fulvio Venturi)

di FULVIO VENTURI –

Con un cerimonia semplice e raccolta durante la quale hanno preso la parola Alberto Veronesi, presidente del Festival Puccini, Giorgio del Ghingaro, sindaco di Viareggio e Rudy Sales, maire adjoint della città di Nizza, si è tenuto (sabato 22 luglio 2017, ndr) a Torre del Lago il concerto “Omaggio alla Francia” (nell’ambito del Pucciniano di Torre del Lago, ndr). IMG_1328

La manifestazione ha inteso suggellare il legame fra il Festival Puccini e la Francia, commemorando le vittime dell’attentato sulla Promenade des Anglais a un anno di distanza dall’accaduto sottolineando come lo stesso grande Paese d’Oltralpe sia stato imprescindibile fonte d’ispirazione per Giacomo Puccini. Sembra persino pleonastico sottolineare che Le Villi, Edgar, Manon Lescaut, La Bohème, Tosca, La Rondine, Il Tabarro, ovvero sette delle dodici opere pucciniane, abbiano radice letteraria francese, o siano ambientate in Francia (a destra i due direttori di orchestra con – primo da dx – il sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro, a sinistra l’atmosfera crepuscolare nell’area del Gran teatro all’aperto prima dell’inizio del concerto “Omaggio alla Francia”).IMG_1319

L’Orchestra sinfonica Ville de Nice – Côte d’Azur, in ottimo assetto, è stata protagonista della manifestazione con un programma emblematico. Ha aperto la serata il Maestro Veronesi che ha diretto l’intermezzo di “Manon Lescaut” con la sua atmosfera tristaniana e “sublime”, poi, dopo un esemplare scambio di bacchetta, il Maestro Gyorgy Gyorivanyi-Rath, ha diretto la Sinfonia n. 8 in Si minore di Franz Schubert “Unvollendete”, l’incompiuta, a simboleggiare la morte che ghermisce una giovane vita, e la Sinfonia n. 3 in Mi bemolle maggiore “Eroica” di Ludwig van Beethoven, con le sue assorte sonorità, la celebre “marcia funebre” e il trascinante finale. Serata di alto valore civile suggellata da bella qualità musicale.

 

Lascia un commento