SPECIALE FESTIVAL PUCCINI / 25. “La voix humaine” con Natalie Godefroy, al pianoforte il maestro Jan Latham-Koenig

Concerti e Lirica

Appuntamento con “La voix humaine” di Francis Poulenc al Festival Puccini di Torre del Lago, domenica 27 agosto 2017 alle ore 18 presso l’Auditorium Auditorium Enrico Caruso. Si tratta di uno spettacolo che rientra nella nella proposta artistica della importante tournée del Teatro Novaya Opera di Mosca per il Gran Teatro. Ad aprire l’evento di domenica 27 la proiezione del film muto “Entr’acte” del regista René Claire con colonna sonora del compositore Erik Satie eseguita a quattro mani al pianoforte da Jan Latham-Koenig e Margarita Yakunina, seguita poi dalla rappresentazione de “La voix humaine” di Francis Poulenc interpretata dal soprano Natalie Gaudefroy ed eseguita al pianoforte dal maestro Jan Latham-Koenig (nella foto sopra il titolo).image001-6

“La voix humaine” si basa su un testo di Jean Cocteau. La prima rappresentazione ebbe luogo a Parigi all’Opéra Comique il 6 febbraio 1959 sotto la direzione di Georges Prêtre. In Italia approdò alla Piccola Scala il 18 marzo 1959 diretta da Nino Sanzogno, regia e scene di Jean Cocteau.

E’ la storia della fine di un amore, al telefono. Una donna è sola nella sua stanza. Squilla il telefono è lui. Un colloquio telefonico, spesso interrotto, ma sempre ripreso perché nessuno dei due amanti trova il coraggio di dire la parola definitiva, dura circa cinquanta minuti tra tenerezze e rancori, rimpianti, menzogne e verità. Sentiamo solo la voce della donna, mentre la presenza dell’amante all’altro capo del filo è suggerita dai silenzi e dalle pause. La drammatica conclusione è scontata: stringendo fra le braccia il telefono, esiguo filo che la lega all’amato, la donna esausta si butta sul letto scongiurando l’amante di troncare il disperato colloquio: «Forza, taglia svelto! Ti amo, ti amo…» E su queste parole cala il sipario.
Posto unico 12 euro. Per acquisto biglietto 0584 359322

Lascia un commento