la zanzara possenti

Il sogno come luogo di creazione: a Lucca (Villa Bottini) la mostra “Onirica. Da un incontro con Antonio Possenti”

Arte

Sogno e pittura sono al centro della mostra  a Villa Bottini a Lucca. “Onirica – da un incontro con Antonio Possenti” rappresenta un evento particolare proprio perché nato da un confronto di idee avvenuto nello studio di piazza dell’Anfiteatro con il grande pittore lucchese e arrivato alla realizzazione dopo la sua scomparsa avvenuta nel luglio del 2016 (nella foto sopra il titolo particolare dell’opera La Zanzara di Antonio Possenti). Onirica – vista la fattiva collaborazione iniziale del Maestro – rappresenta quindi un omaggio doveroso alla sua opera e poetica che hanno trovato nel sogno ispirazione e mezzo espressivo per una narrazione letteralmente favolosa.

Enrico Benaglia – Il pesce assetato – pastello su carta applicata su tela cm 70×50
Enrico Benaglia, Il pesce assetato

La mostra esplorerà il grande tema del sogno come luogo di creazione e combinazione fantastica, ma anche come finestra sull’inconscio umano, sulla sua irrazionalità e inquietudine. Saranno esposte le opere di Luca Alinari, Enrico Benaglia, Carlo Billet, Franz Borghese, Piero Bresciani, Claudio Cargiolli, Fabrizio Clerici, Pirro Cuniberti, Lorenzo D’Angiolo, Raffaello Di Vecchio, Gustavo Foppiani, Giuliano Ghelli, Graziano Guiso, Lino Mannocci, Francesco Musante, Tullio Pericoli, Tomaino, Giovanni Possenti, Maria Stuarda Varetti, Tono Zancanaro, Francesco Maria Zompi oltre a quelle dello stesso Antonio Possenti. Ideata da Claudio Giannini, la mostra è stata curata da Romano Bavastro con testi di Claudia Baldi e Mario Rocchi, organizzata dall’Associazione Percorsi d’arte in collaborazione con il Comune di Lucca, sarà inoltre accompagnata da un catalogo cartaceo con testi critici e le immagini tutte le opere esposte edito da Caleidoscopio arte.

La mostra resterà aperta, ad ingresso libero tutti i giorni escluso i lunedì, dalle 15.30 alle 19.30 fino al 25 aprile. La mostra sarà aperta eccezionalmente lunedì dell’Angelo (2 aprile). Per informazioni artepercorsi@gmail.com

Lascia un commento