David Riondino (foto Mapel 2014)

SU IL SIPARIO. Riondino racconta l’Italia di oggi e Peter Pan “vola” sulla scena insieme a tante altre fiabe. Poi due serate di balletto (a Firenze e Pisa)

Firenze, Grosseto, Lucca, Massa-Carrara, Pisa, Teatro e Danza

La settimana in palcoscenico: ecco gli appuntamenti proposti da lunedì 19 dicembre 2016 in giro per la Toscana nell’ambito del circuito Fts onlus, ma anche quelli in cartellone in altri teatri.

TRIGLIE E TRONISTI, L’ITALIA DI DAVIDE RIONDINO

 Uno dei più eclettici artisti italiani, David Riondino (sopra il titolo nella foto di Mapel 2014), cantautore, attore, regista e scrittore, sarà in scena giovedì 22 dicembre 2016 alle ore 21.15 al teatro Artè di Capannori (in provincia di Lucca) con il suo spettacolo Triglie, principesse, tronisti e alpini (Cronache cantate dell’Italia più o meno contemporanea). L’iniziativa rientra nella stagione degli eventi di Artè promossa dal Comune di Capannori e organizzata da Crew Art & Events. E’ un diario in musica, che fotografa questi primi anni del millennio nei suoi passaggi più evidenti, dal pianto della Fornero all’ascesa di Renzi, passando per Grillo e Bersani. Questi anni di crisi, insomma, sono raccontati a partire dalle canzoni e dalle storie che Riondino ha scritto in occasioni diverse, per radio, teatro, giornali più o meno satirici e televisione. Sarà l’occasione di mettere in fila questi interventi sparsi, che sono a modo loro una cronaca ma soprattutto sono esercizi sulla canzone e sui molti modi di comporla. Riondino si definisce, infatti, “solidamente cantautore, per quanto discograficamente indisciplinato”. Trattasi insomma di cantautore eclettico, che racconta i suoi tempi giocando con le forme della canzone: corta, lunga, sibilata, didattica, epico-narrativa, intra-psichica, animalista, centrifuga, centripeta, e ancor di più. Naturalmente sotto lo sguardo severo di un coro di alpini, invisibile ma vero, che esegue con Riondino due commoventi canzoni d’alta quota. Il biglietto d’ingresso (unico) costa 8 euro. 

 

“THE PRIDE” CON LUCA ZINGARETTI

Il testo di Alexi Kaye Campbell tradotto da Monica Capuani va in scena con Luca Zingaretti (anche regista, foto in basso a destra) e, nel cast, Valeria Milillo, Maurizio Lombardi, Alex Gendron. Produzione Zocotoco. “The Pride” è atteso martedì 20 dicembre 2016 (ore 21) sul palco del Teatro Guglielmi di Massa. Il giorno mercoledì 21, due appuntamenti: alle 17 e alle 21, poi giovedì 22 alle ore 21.

Londra 1958. Sylvia, un’ex attrice reduce da un esaurimento nervoso, sta lavorando alle illustrazioni del libro di Oliver, uno scrittore per ragazzi. È impaziente di presentarlo al marito Philip e quella sera, finalmente, usciranno a cena insieme.

Londra 2015. Oliver, un giornalista gay, ha appena rotto con Philip, un fotoreporter con il quale ha avuto una storia di due anni. Sylvia, amica di entrambi, cercherà di indagare i motivi per cui Oliver sta cercando di sabotare una relazione importante come quella che ha con Philip. Stessa città, epoche lontane e diverse. Due storie che mano a mano che si svolgono affrontano problematiche simili che in un gioco di specchi si richiamano le une con le altre seguendo il medesimo filo rosso dell’identità: chi siamo, cosa veramente vogliamo dalla vita.

DANZA/1: “LA BELLA ADDORMENTATA” AL TEATRO VERDI DI PISA

Balletto del Sud presenta al Teatro Verdi di Pisa, “La bella addormentata” (balletto in due atti), coreografie di Fredy Fronzuti, musica di Čajkovskij, scene Francesco Palma. L’appuntamento è in agenda giovedì 22 dicembre 2016 alle ore 21.

Una pietra miliare del repertorio del balletto classico, “La bella addormentata” (a lato un particolare del balletto, foto di Francesco Sciolti) richiederebbe poche parole, ma quella proposta da Fredy Franzutti per l’inaugurazione della rassegna al Verdi di Pisa è una versione originale e affascinante della celebre fiaba, definita dal critico Vittoria Ottolenghi «un’idea geniale!». Nell’edizione classica di Petipa, la trama del balletto deriva da un racconto di Perrault, a sua volta ispirato alla favola Sole, Luna e Talia dello scrittore campano Giambattista Basile. Fronzuti – si legge sulla scheda del teatro – si riallaccia proprio al racconto di Basile e riporta la trama nel luogo d’origine, ovvero il Sud del nostro paese. Ciò permette una precisa connotazione di carattere storico e folklorico, ovvero la sostituzione della puntura con il fuso con il morso della tarantola salentina. La Principessa Aurora è quindi una fresca ragazza mediterranea a cui una vecchia maga predice un atroce destino. Sarà la magia della zingarella Lilla e il bacio d’amore di un principe-antropologo, spinto a rintracciare le orme di un’antica leggenda, a destare la fanciulla dal suo sonno centenario.

DANZA/2: “LO SCHIACCIANOCI” AL VERDI DI FIRENZE

Uno dei balletti natalizi per eccellenza: ecco “Lo schiaccianoci” in scena al Teatro Verdi di Firenze giovedì 22 dicembre 2016 alle ore 20.45. L’evento, presentato da Daniele Cirpiani Antertainment, è basato su un racconto di Hoffmann con musiche di Čajkovskij. Étoile Anbeta Toromani, Alessandro Macario. Coreografie e regia di Amedeo Amodio, scene e costumi di Emanuele Luzzati. Ideazione ombre Teatro Gioco Vita, realizzazione ombra L’Asina sull’isola, voce Gabriella Bartolomei, luci Marco Pollastro, assistente alla coreografia Stefania Di Cosmo. Solisti e corpo dio ballo Daniele Cirpiani Entertainment.

“LE MAGICHE AVVENTURE DI PETER PAN” E NON SOLO (fra Pergola, Niccolini e Teatro Studio)

Sottotitolo “Un Natale da favola” dal romanzo di James Matthew Barre, Con Valerio Pollio, Roberta Sciortino, Valentina Franciosi, Chiara Maurizio, Flavio Anzidetti, Marco Paris e Andrea Tufo. Regia e riadattamento di Manuela Mordesse. Una produzione Teatrozeta/Zeta Young Company. L’appuntamento con le magiche avventure di Peter Pan (nella foto sotto), un volo tra fantasia e giocolerai, tra finzione e realtà, è al Teatro Niccolini di Firenze, il 20 e 21 dicembre 2016 alle ore 19.45, il 22 dicembre alle ore 17.45.

Ma non c’è soltanto Peter Pan. Perché Natale senza teatro è come un regalo senza sorpresa. E allora la Fondazione Teatro della Toscana propone spettacoli e divertimento fino al 6 gennaio su e giù dai palcoscenici del Teatro della Pergola, del Teatro Niccolini di Firenze e del Teatro Studio Mila Pieralli di Scandicci.
Così, oltre a Peter Pan, ci saranno Le Favole al telefono di Gianni Rodari, con la regia di Andrea Bruno Savelli (Teatro Studio, 22 dicembre; Niccolini, 26 e 27 dicembre), La storia di Soldatino e della Principessa sapiente, progetto teatrale di Massimo Mattioli con l’Accademia di Belle Arti di Firenze e l’Associazione Culturale Vieniteloracconto (Pergola, 26 dicembre), il Pinocchio di Zaches (Teatro Studio, 27 e 28 dicembre; Pergola, 29 e 30 dicembre), La magia delle immagini con la Compagnia Piccoli Principi (Pergola, 4 gennaio 2017) e Il primo concerto dell’orsetto Paddington, con l’Orchestra dei Ragazzi della Scuola di Musica di Fiesole diretta da Edoardo Rosadini (Pergola, 6-8 gennaio 2017), sono gli appuntamenti di un programma pensato per tutti i bambini fino a 99 anni che vogliano accompagnare le loro famiglie nelle meraviglie della festa più bella dell’anno.

“UN’ORA DI TRANQUILLITÀ” CON MASSIMO GHINI

Massimo Ghini arriva lunedì 19 dicembre 2016 al teatro Excelsior di Empoli con “Un’ora di tranquillità” di Florian Zeller (produzione La Pirandelliana) di cui l’attore è anche regista. Nel cast Claudio Bigagli, Massimo Ciavarro, Alessandro Giuggioli, Galatea Ranzi, Luca Scapparone, Marta Zoffoli.

Un’ora di tranquillità è una commedia moderna brillante e divertente (finora mai rappresentata sui palcoscenici dei tetri italiani) grazie al meccanismo del vaudeville giocato tra equivoci e battute esilaranti. Una macchina drammaturgicamente perfetta e geniale inventata da Florian Zeller. In Francia questa spettacolo è stato il successo della stagione teatrale, l’hanno definito una spassosa, intelligente e geniale operazione da non perdere.

SILVIO ORLANDO E “LACCI”

Tratto da “Lacci” di Domenico Starnone edito da Einaudi, ecco la versione teatrale con Silvio orlando (regia di Armando Pugliese) che arriva sul palcoscenico del Teatro Moderno di Grosseto martedì 20 dicembre 2016 (ore 21). Produzione Cardellino Srl. Con Roberto Nobile, Sergil Romano, Maria Laura Rondinini, Vanessa Scalera e con Giacomo de Cataldo.

LUCIA POLI CONTINUA A FARE “L’INTRUSA”

Preceduto da “È una bella giornata di pioggia”, arriva di nuovo in scena “L’intrusa” con Lucia Poli. L’appuntamento è al Teatro Sala Banti di Montemurlo (ore 21.15) martedì 20 dicembre 2016. Il testo di Eric-Emmanuel Schmitt (regia di Angelo Savelli) è messo in scena da Pupi e Fresedde – Teatro di Ripredi.

 

 

Lascia un commento