SIPARI APERTI. Il controtenore Raffaele Pe (con il collettivo La Lira di Orfeo) inaugura la stagione cameristica sabato 22 maggio alle ore 18.30 al Piccolo Teatro Bolognini di Pistoia

Il concerto di apertura della Stagione Cameristica, curata dal M° Massimo Caselli e promossa dall’Associazione Teatrale Pistoiese in collaborazione con Fondazione Pistoiese Promusica (nell’ambito del cartellone SIPARI APERTI), vede sabato 22 maggio 2021 (ore 18.30) al Piccolo Teatro Mauro Bologninidi Pistoia, l’appuntamento, in un programma che ruota attorno a Claudio Monteverdi, con uno dei migliori interpreti di musica antica, il controtenore Raffaele Pe, già applaudito protagonista, nella stagione 2019/20, de L’Empio Punito del compositore pistoiese Alessandro Melani, opera coprodotta da ATP e Fondazione Teatro di Pisa.

Raffaele Pe è oggi il controtenore più richiesto, conteso da direttori, orchestre e gruppi non solo barocchi. Il suo repertorio spazia dai capolavori del Recitar Cantando all’opera del Settecento, e ancora più su, fino al Novecento di Benjamin Britten e di Arvo Pärt. Collabora con musicisti del calibro di Jordi Savall, William Christie, John Eliot Gardiner per citare solo i primi che hanno intuito le enormi potenzialità di questo cantante coinvolgendolo in progetti musicali importanti e internazionali.

Per sottrarsi alle frenesie del “mercato”, Raffaele Pe ha fondato un ensemble tutto suo, La Lira di Orfeo, un collettivo di musicisti, artisti e ricercatori accumunati dallo studio di un repertorio in continua riscoperta. La Lira di Orfeosi propone di presentare l’antico combinando meticolose ricerche storiche per una moderna esecuzione. Utilizzando le parole di Luciano Berio, Raffaele Pe & La Lira di Orfeo, aspirano a realizzare un “rendering” dell’essenza originale di questo repertorio, accordando tecniche passate con una sensibilità contemporanea.

A seguito del brillante debutto per Deutschland Radio Kultur alla Philharmonie di Berlino e delle presenze alla Accademia Filarmonica Romana, alla Società del Quartetto di Milano, al Festival MITO SettembreMusica, a Bologna Festival La Lira di Orfeoè ormai riconosciuta come autorevole giovane voce italiana per l’interpretazione della musica vocale tra Sei e Settecento. Dal dicembre 2015 è ensemble in residenza presso la Sala della Musica della Fondazione Maria Cosway di Lodi, nell’intento di valorizzare e tramandare l’eredità culturale e musicale di Maria Hadfield Cosway (1760-1838) in una prospettiva internazionale. Nel 2014, l’ensemble ha inciso per Glossa il suo primo album “The Medici Castrato”, seguito nel 2018 da “Alessandro Scarlatti. Concerti Sacri” pubblicato da Amadeus, e nel 2019 da “Giulio Cesare. A baroque Hero” ancora per Glossa che ha ottenuto entusiastiche recensioni su tutte le principali testate specializzate a livello internazionale, nonché il prestigioso Premio Abbiati.

La stagione di Musica da Camera proseguirà fino a settembre con altri cinque appuntamenti, affidati ad artisti di prima grandezza: il virtuosistico violino di Oleksandr Semchuk, eccellente interprete e docente di fama internazionale (29 maggio, ore 19.30); il violoncellista Enrico Dindo in duo con la pianista Monica Cattarossi, con la quale ha stretto una decennale e solida collaborazione artistica (12 giugno, ore 19.30); il talento nascente di Alexandra Dovgan, pianista tredicenne, presentata dal grande Grygory Sokolov quale strumentista dal “talento armonioso in modo raro” (11 luglio, ore 19.30); i magici timbri dell’arpa di Anaïs Gaudemard, una delle più brillanti interpreti della sua generazione (24 luglio, ore 19.30). In chiusura, diretto da Paolo Da Col, il gruppo vocale Odhecaton, che ha inaugurato, nel campo dell’esecuzione polifonica, un nuovo atteggiamento interpretativo, impegnato in un affascinante percorso musicale attraverso Gli umori di Orlando di Lasso (18 settembre, ore 19.30).

  Piccolo Teatro Mauro Bolognini Pistoia

sabato 22 maggio 2021, ore 19.30

RAFFAELE PE & LA LIRA DI ORFEO
Raffaele Pe controtenore

Anaïs Chen violino e viola tenore

André Lislevand viola da gamba e lirone

Chiara Granata arpa tripla

Claudio Monteverdi Sì dolce è il tormento (Quarto Scherzo delle ariose vaghezze, 1624)

Claudio Monteverdi Eppur io torno (dall’Incoronazione di Poppea, monologo di Ottone, Atto I, Scena prima, 1643)

Giovanni Paolo Cima Sonata a due vi olino e violone (Concerti ecclesiastici, Milano 1610)

Claudio Monteverdi Salve Regina (Ghirlanda sacra scielta da diversi Eccellentissimi compositori, 1625)

Dario Castello Sonata seconda a soprano solo (Sonate concertate in stil moderno, libro secondo, 1629)

Claudio Monteverdi Son rubini amorosi (dall’Incoronazione di Poppea, aria di Nerone, Atto II, Scena Sesta, 1643)

Claudio Monteverdi Rosa del ciel (dall’Orfeo, debutto di Orfeo, Atto I, 1607)

Claudio Monteverdi Vi ricorda o boschi ombrosi (dall’Orfeo, aria di Orfeo Atto II, 1607)

Anon. Gagliarda La Rocha el Fuso (XVII sec.)

Claudio Monteverdi Oblivion soave (dall’Incoronazione di Poppea, aria di Arnalta, Atto II, Scena duodecima, 1643)

Durata: 1 ora e 30 minuti (compreso intervallo)

Prevendita in corso alla biglietteria del Teatro Manzoni (0573 991609 – 27112 dal martedì al giovedì ore 16/19 e, nei giorni di venerdì e sabato, ore 11/13 e 16/19) – on line su www.teatridipistoia.it e www.bigliettoveloce.it

Biglietti: 15,00 intero/10,00 ridotto  Riduzioni previste per possessori della Carta Fedeltà Far.com, soci Unicoop Firenze, Over65, Under30, abbonati delle stagioni ATP (prosa, sinfonica e cameristica) e iscritti alla Scuola di Musica e Danza “T. Mabellini” di Pistoia.

Le capienze così come l’ingresso del pubblico in sala rispetteranno le vigenti normative Covid-19, con biglietti nominativi e non cedibili, misurazione della temperatura, igienizzazione delle mani, distanziamento e mantenimento della mascherina (chirurgica o FFP2) per tutta la durata dello spettacolo.I concertiinizieranno rigorosamente all’orario indicato.

Lascia un commento

Toscana Eventi & News