Sguardi sul Reale e la drammatica attualità degli sbarchi in Sicilia. Ecco il documentario “Pescatori di corpi” di Michele Pennetta. C’è anche Pietro Bartolo, medico di Lampedusa

Arezzo, Cinema & TV

Sarà la proiezione di “Pescatori di corpi”, documentario girato su un peschereccio, che racconta la drammatica attualità degli sbarchi clandestini sulle coste della Sicilia, alla presenza del regista Michele Pennetta e del medico di Lampedusa Pietro Bartolo, l’evento principale della giornata di sabato 12 maggio 2018 a Sguardi sul Reale, il festival che indaga e racconta le espressioni e i volti del contemporaneo organizzato dall’associazione culturale MACMA nei comuni di Loro Ciuffenna e Terranuova Bracciolini e che si concluderà domenica 13 maggio. L’evento, che si terrà alle 21.30 all’Auditorium di Loro Ciuffenna (Via Pratomagno, 6), sarà coordinato dalla giornalista di Redattore Sociale Eleonora Camilli.

Pescatori di corpi_di Michele Pennetta_2

Alle 21.30 la proiezione di “Pescatori di corpi”, primo lungometraggio di Michele Pennetta, presentato al Festival del Film Locarno 2016, tra i Cineasti del presente. Nato a Varese nel 1984, frequenta l’École cantonale d’art de Lausanne (ÉCAL), dove consegue un Master in Regia cinematografica. Il suo film di diploma, “I cani abbaiano” del 2010 è selezionato in vari festival internazionali, tra cui il Cinéma du Réel a Parigi e il Torino Film Festival, mentre ’A iucata del 2013 è presentato a Locarno nella selezione Pardi di domani nel Concorso nazionale.

Pietro Bartolo_medico di Lampedusa

Dice Pietro Bartolo, medico di Lampedusa (foto a sinistra) – “Fuocoammare è stata una bellissima esperienza che mi è servita tanto per mandare il messaggio che da anni volevo mandare alla gente ma soprattutto ai giovani: e cioè far conoscere la verità. In 25 anni sono stato intervistato da molti, ma solo dopo l’incontro con Gianfranco Rosi, regista del film, sono finalmente riuscito nel mio intento. Per me è importante far conoscere ciò che non si vede, ciò che è nascosto, talvolta per strategia o interesse politico. Abbiamo sbarchi tutti i giorni ma solo in pochi conoscono le sofferenze delle persone che giungono sulle nostre coste, da cosa fuggono e quali esperienze devono affrontare. Cosa vogliono? Semplicemente sopravvivere in maniera dignitosa e penso che abbiamo l’obbligo e il dovere di accogliere. E riguardo ai suoi progetti futuri continua: “Dopo il film di Rosi ho scritto un libro “Lacrime di Sale” insieme alla giornalista Lidia Talotta e sono sempre in giro per l’Europa per diffondere ciò che penso. Sono due anni e mezzo che non passo un weekend con la mia famiglia e questo è un grande sacrificio che però sento di fare con piacere perché loro mi appoggiano e condividono ciò che faccio. Mi sento anche un provilegiato, di avere una responsabilità nel raccontare queste storie perché il mondo deve sapere. Sento di dover fare la cosa giusta indipendentemente dalla professione che svolgo. Aiutare il prossimo è un dovere non eroico, ma naturale.

Pietro Bartolo è un medico di Lampedusa, sostenitore dell’accoglienza di migranti e richiedenti asilo e ha preso parte al film documentario “Fuocoammare” di Gianfranco Rosi, che nel febbraio 2016 ha vinto l’Orso d’oro al festival di Berlino, e ha ottenuto una candidatura nella categoria “Miglior Documentario” agli Oscar 2017. Di recente sono iniziate le riprese del film “Lacrime di sale” il nuovo film di Maurizio Zaccaro che vedrà Sergio Castellitto nei panni di Pietro Bartolo, basato sull’omonimo libro del 2016 che il medico aveva scritto a quattro mani con la giornalista Lidia Tilotta, edito da Mondadori.

Pescatori di corpi_di Michele Pennetta_3

Sinossi / L’Alba Angela galleggia nel mezzo del canale di Sicilia. Salvuccio, il capitano, ordina all’equipaggio di spegnere luci e motore; la polizia non tarderà a passare a causa di un nuovo sbarco d’immigrati clandestini. L’equipaggio ritira le reti e aspetta in silenzio nell’oscurità. Nel porto di Catania, Ahmed immagina un modo per lasciare la barca abbandonata in cui abita da cinque anni. Al calar della notte, osserva una nave cargo scaricare una merce che circola liberamente in tutt’Europa. Alle prime luci del giorno, l’Alba Angela entra nel porto di Catania e getta gli ormeggi accanto ad Ahmed. Il peschereccio illegale, con il suo equipaggio, e l’immigrato clandestino, che lotta quotidianamente contro la povertà, convivono ignorandosi nella città siciliana.

Una cena che profuma di Mediterraneo / La proiezione sarà preceduta alle 19.30 dalla cena fusion con i profumi del Mediterraneo a cura di Associazione Donne Insieme, che unisce cuoche di diverse nazionalità. In menù: cazzilli palermitani e pane arabo, prosciutto crudo e avocado & arancini agli spinaci, pasta con le sardine & cous cous di verdure, tummala e caponata e per concludere dolce al miele, ricotta, mandorle e pistacchi.

Tappa itinerante / Sarà invece itinerante l’ultima tappa del percorso del festival, domenica 13 maggio, un’immersione nella natura con la passeggiata tra le suggestive Balze del Valdarno, con suoni, canti e racconti in collaborazione con Alcedo Ambiente e Lorenzo Michelini. Il percorso sarà un viaggio attraverso la storia e la bellezza di questi luoghi, che nel passato più recente sono state rifugio per la popolazione durante la Seconda Guerra Mondiale, quando grazie al sapere antico dei minatori e dei contadini furono scavate grotte profonde per ripararsi dai bombardamenti, cunicoli con vere e proprie “stanze” all’interno, piccoli “condomini” per famiglie intere che si aprono nelle viscere della terra. Un esempio affascinante e unico è la grotta condominiale delle Balze di Persignano. In programma una breve visita alla grotta con installazione Sonora all’interno, un mini approfondimento geologico-paesaggistico, canti e racconti dal mondo contadino e dalla Guerra che si concluderà con “Ciao, Sguardi!” aperitivo al tramonto, offerto dal Festival (quota di partecipazione: adulti €8, dai 6-14 anni €6, bambini fino a 6 anni gratuito. Max 60 persone. Prenotazione consigliata. Luogo di ritrovo: Chiesa di Persignano).

Quota di partecipazione: cena + film: intera 15€ / ridotta 12€. Film: intera 5€/ ridotta 4€. Prenotazione obbligatoria.

Lascia un commento