Sfruttamento della prostituzione: la polizia municipale di Livorno chiude un’indagine lunga due anni. In carcere un giovane cinese, ai domiciliari un uomo di 78 anni. Fermo per due donne cinesi. Intervento anche a Empoli

Firenze, Livorno

Nella mattina di mercoledì 10 giugno 2020 la Polizia Municipale di Livorno, comandata dalla dottoressa Annalisa Maritan, su delega della Procura della Repubblica, ha dato corso all’esecuzione di due ordinanze di custodia cautelare, una di detenzione in carcere nei confronti di un cittadino di nazionalità cinese di 27 anni e l’altra degli arresti domiciliari nei confronti di un italiano di 78 anni, emesse dal G.I.P. del Tribunale di Livorno nei confronti di due uomini indagati per il reato di “sfruttamento della prostituzione”. L’attività si è svolta nei comuni di Livorno ed Empoli dove sono stati sottoposti a perquisizione cinque immobili, di cui tre sono stati oggetto di sequestro preventivo disposto dall’autorità giudiziaria. Sequestrati anche i conti correnti delle persone sottoposte ad indagini.

Nel corso delle operazioni, protrattesi fino a tarda notte, sono emersi ulteriori elementi investigativi che hanno permesso di collegare alle indagini altre due persone, due donne di nazionalità cinese, una di 51 anni e l’altra di 50, trovate nella mattina negli appartamenti, nei confronti delle quali il pubblico ministero ha disposto il fermo.

L’ indagine che fa capo sezione investigativa della Polizia Municipale di Livorno, coordinata dall’ ispettore Elisa Esposito sotto la direzione dell’ispettore Marco Vaccai, è stata effettuata a conclusione di quasi due anni di indagini. L’ operazione di mercoledì ha coinvolto circa 45 persone tra agenti e ufficiali appartenenti a tutto corpo di Polizia Municipale, che contestualmente hanno operato in tre diverse aree della città (una nella periferia nord, una in pieno centro e l’altra in zona mare) e nel Comune di Empoli.

“Questa indagine – afferma la comandante Annalisa Maritan (foto sopra il titolo / Comune di Livorno) – testimonia il costante controllo del territorio da parte della nostra Polizia Municipale. L’operazione è nata dall’attività investigativa degli agenti che si sono resi conto di alcuni spostamenti anomali. Mi preme ringraziare tutto il personale della Polizia Municipale che ha dato prova ancora una volta di competenza e professionalità, perche’ é stato veramente lavoro di squadra dei vari settori in cui è articolato il nostro Corpo. Tengo a ringraziare anche i colleghi di Empoli per la preziosa collaborazione e per la perfetta sintonia con cui abbiamo operato insieme, anche nella fase più delicata dell’operazione”.

Lascia un commento