SETTIMANA VELICA / 4. “My Song” (armatore Pier Luigi Loro Piana) conquista in solitaria il Premio One Ocean. In mare anche le Vele d’epoca e gli equipaggi delle Accademie straniere

Livorno

La Regata dell’Accademia Navale (Ran), valida anche come tappa di qualificazione per la regata “Madeira Race 950”, si è conclusa per “My Song”. L’imbarcazione dell’armatore Pier Luigi Loro Piana ha raggiunto in totale solitaria il Molo Elba a Livorno alle 17.55 del 27 aprile 2018 per la gioia di tutto l’equipaggio. Si tratta di un risultato senza dubbio straordinario se si considera che la prima delle inseguitrici, Mister A (che ha distanziato Trilogy di circa 10 miglia), deve ancora raggiungere Porto Cervo. My Song ha navigato per un totale di 76 ore e 37 minuti alla velocità media di quasi 8 nodi e si è aggiudicata il premio One Ocean dello Yatch Club Costa Smeralda.

Ecco l’equipaggio protagonista della 604 miglia: Pier Luigi Loro Piana, Tommaso Chieffi, Giorgio Benussi, Francesco Mario Mongelli, Ignacio Braquehais Sarrion, Flavio Grassi, Gaetano Figlia di Granara, Manuel Modena, Marco Montis, Luca Albarelli, Cristian Griggio, Jaime Arbones Fernandez, Corrado Rossignoli, Andrea Balzarini, Andrea Forlani, Gabriele Zoppi, Nicola Simoncelli, Giacomo Loro Piana, Ambrogio Cremona Ratti, Giorgio Peretti, Gerri Baracchi.

ran1Ha preso il via nelle acque antistanti la Terrazza Mascagni a Livorno anche la regata delle Vele d’epoca, manifestazione rinata per volontà del Comune di Livorno, della Accademia Navale, dello Yacht Club Cala de’ Medici e della Lega Navale Italiana di Livorno, questi ultimi due in veste di co-organizzatori. La regata si compone di due prove: una sul percorso costiero Livorno-Rosignano Solvay, dove le barche sosteranno sino a domenica 29 aprile, partecipando ad un concorso di eleganza, basato sull’abbinamento barca-vettura storica-vino di eccellenza (le foto sono di Fabio Taccola).

L’altra prova sarà da Rosignano all’isola di Gorgona, che verrà circumnavigata, con arrivo a Livorno dove le imbarcazioni sono attese nel tardo pomeriggio. Nella prima competizione, per quanto riguarda la categoria IRC, Ojala II si è classificata prima seguita da Margaret e Artica II. Purtroppo sulla linea di partenza è mancata Cadamà, una barca davvero particolare in quanto legata ad un progetto riguardante la vela e la paraplegia, che per una defaillance del sistema di avviamento del motore non ha potuto lasciare l’ormeggio. Nella categoria Gran Crociera Josian sul gradino più alto del podio seguita da Gioconda.

btr

Il 28 aprile ha preso poi il via uno degli eventi più attesi: la Naval Academies Regatta.

La manifestazione, organizzata dal Circolo Velico Antignano, sotto l’egida della Federazione Italiana Vela e in collaborazione con la Lega Italiana Vela, è una sfida in mare tra varie rappresentative di Accademie Militari provenienti da tutto il mondo che si sfideranno ogni giorno di fronte alla celebre Terrazza Mascagni. L’innovativo e spettacolare format della regata, ideato dalla Lega Italiana Vela, è la sua suddivisione in diverse regate brevi, a batterie di otto derive monotipo (Tridente 16), con avvicendamento degli equipaggi in mare.
Queste le Marine in gara nelle acque del mare livornese: Bulgaria, Norvegia, Pakistan, Romania, Turchia, Polonia, Germania, Belgio, Ecuador, Egitto, Marocco, Messico, Brasile, Serbia, India, Cina, Francia, Oman, Tunisia, Gran Bretagna, Qatar, Bahrain e Italia.

www.settimanavelicainternazionale.it
Facebook: @settimanavelicalivorno
Twitter: @sviancl
Instagram: @sviancl 

 

Lascia un commento