“Sere nere”, cinque scrittori raccontano i loro libri. Al via un mini festival noir a Castagneto Carducci

“Sere Nere” ovvero sorsi di libri tra noir, narrativa e cinema (nella foto sopra il titolo James Stewart in “Vertigo”, uno dei film noir per eccellenza).  L’appuntamento è a Castagneto Carducci – Teatro Roma – per tre fine settimana consecutivi, esattamente sabato 25 febbraio 2017, domenica 5 e sabato 11 marzo. “Sere Nere, sorsi di libri tra noir, narrativa e cinema” è una rassegna di incontri-aperitivo con gli autori, all’insegna dei vini e dei prodotti tipici locali, voluta e promossa dal Comune di Castagneto Carducci e curata da Elisabetta Cosci con il supporto organizzativo della biblioteca comunale e della società cooperativa culturale Microstoria. In particolare si tratta di tre appuntamenti con autori che si sono misurati in modi diversi con il noir nella convinzione che “vecchi” e “nuovi” scrittori, proprio nel noir esprimano al meglio creatività e fantasia, raccontando la nostra vita con un’attenzione alla realtà che la letteratura cosiddetta “alta” spesso non permette.

Cinque scrittori che parlano dei loro romanzi e dei loro racconti spesso in bilico tra storia vera e mistero, con un momento dedicato al cinema che si avrà grazie alla visione di un “corto” sceneggiato e diretto da due di loro. Ad accompagnarli in questo viaggio attraverso i loro libri ci saranno tre giornalisti. “Si consolida così un formula già sperimentata con successo durante il periodo estivo- ha dichiarato Sandra Scarpellini, sindaca di Castagneto Carducci nel presentare l’iniziativa- quella di mettere a confronto giornalisti e scrittori, mantenendo il filo rosso con la rassegna estiva “Le vie del giornalismo”. Anche per Sere Nere abbiamo scelto di riservare un momento alla valorizzazione dei prodotti locali attraverso le degustazioni di vini e di altre “eccellenze” del territorio. La volontà dell’amministrazione comunale- ha proseguito Scarpellini- con il prezioso supporto della Biblioteca, è quella di “accendere una luce” d urante le sere d’inverno, creando un’apertura nei confronti dei libri anche in periodi non solo estivi, per promuovere la parola scritta e la lettura soprattutto nei confronti dei cittadini e non solo dei turisti.”

Il primo appuntamento nel foyer del Teatro Roma di Castagneto Carducci sarà sabato 25 febbraio, alle ore 17 con due autori: Francesco Recami, che presenterà in anteprima il suo nuovissimo romanzo appena uscito per Sellerio, “Commedia nera n.1”, e Mechi Cena, che racconterà “Le femmine del babbuino” edizioni Le Mezzelane. Con loro ci sarà il giornalista Antonio Valentini. 

Francesco Recami

Con “Commedia nera numero uno”, Francesco Recami, già finalista di molti importanti premi tra cui il Campiello e lo Strega, vincitore del Premio Piero Chiara, dà il via ad una nuova serie che vede ancora una volta le mura domestiche come ambientazione d’eccezione delle sue storie. E’ proprio tra le quattro pareti di casa che si rivelano gli straordinari personaggi di Recami e lo fanno con tanta verve e tanto cinismo da rimanere impressi per sempre negli occhi e nel cuore di chi legge.

Mechi Cena

“Le Femmine del babbuino” di Mechi Cena è invece un avvincente noir dal profondo respiro storico, ambientato prevalentemente nel 1983, anno cruciale della storia italiana, l’anno del primo governo socialista. Il romanzo narra vicende che si dipanano tra avventurieri senza scrupoli, servizi segreti deviati, bellissime prostitute e faccendieri. Il commissario Laitano, protagonista del libro, è un personaggio tenero e disincantato che per ricomporre il puzzle di storie che compongono il romanzo e scoprire la verità, dovrà arrivare fino in Africa, nella Somalia di Siad Barre e fare i conti con gli strascichi del colonialismo italiano e dell’imperialismo sovietico e americano.

Domenica 5 marzo ore 17, Marco Vichi e Gianmarco D’Agostino con la giornalista Elisabetta Cosci, presenteranno “Scritto nella memoria. Nove racconti italiani”. In questo caso il noir lascia spazio alla narrativa e alla memoria. Scritto nella memoria è infatti una raccolta di racconti curata da Marco Vichi ed edita da Guanda dove nove scrittori italiani si confrontano con la memoria personale, che si salda inevitabilmente con quella storica, in racconti di grande intensità. Tra i racconti e i ricordi di Dacia Maraini, Vincenzo Pardini, Laura Bosio, Anna Maria Falchi, c’è la toccante ricostruzione di ramificazioni e destini di una famiglia ebrea a partire da un vecchio album di fotografie nel racconto di Gianmarco D’Agostino che è anche regista e sceneggiatore con lo stesso Marco Vichi del corto “La Fuga” (The Escape) un minifilm di 15’ in cui un ragazzo corre nella campagna durante una notte di pioggia.

Gianmarco D’Agostino

Da chi o da cosa sta fuggendo? Sbuca in cima a un oliveto e gli appare davanti una casa colonica ormai in rovina. Sfonda una porta alla ricerca di un rifugio, senza sapere che tra quelle vecchie mura vivrà storie inaspettate capaci di dare una nuova direzione alla sua fuga. Il corto sarà proiettato durante l’incontro.

Sere nere/Sorsi di libri, si conclude sabato 11 marzo ore 17 con l’autore di best seller internazionali, Carlo A. Martigli con il suo primo romanzo ha venduto più di 150.000 copie ed è stato tradotto in sedici lingue, russo e cinese compreso e “La scelta” di Sigmund edito da Mondadori. Il romanzo che presenterà con il giornalista Gianpaolo Boetti, è un thriller storico-psicologico basato su alcuni fatti realmente accaduti prima e dopo il misterioso Conclave del 1903.

Carlo A. Martigli

Un affresco della Roma papalina corrotta, una storia intrigante ma anche ironica, con un protagonista d’eccezione, il dottor Sigmund Freud, chiamato a Roma dall’anziano papa Leone XIII che con il suo metodo psicoanalitico, dovrà portare alla luce il segreto che si cela nel cuore buio di uno dei cardinali destinati a diventare papa: Mariano Rampolla del Tindaro, il segretario di Stato, Luigi Oreglia di Santo Stefano, decano dei cardinali e camerlengo, Joaquín De Molina y Ortega, aiutante di camera del pontefice. E dovrà fare in fretta, perché il colpevole di un terribile omicidio potrebbe tornare a colpire. Ad affiancarlo, un novizio in cui il Papa ripone totale fiducia, Giuseppe Angelo Roncalli, giovanissimo ma già in odore di santità.

Al termine di ogni incontro sarà abbinata la degustazione di vini del territorio di Castagneto e Bolgheri con la collaborazione della Strada del vino e dell’olio Costa degli Etruschi, dell’azienda Mulini di Segalari , Il magazzino – azienda agricola di Valerio Cavallini, l’angolo di Giosuè bar-stuzzicheria, Premiata Fabbrica di Liquori Emilio Borsi. L’ Enoteca Castagnetana, l’ Ex Officina del gusto – caffè con cucina e Il vecchio frantoio, proporranno per le tre serate il menù “Cene nere” . A tutti gli incontri saranno presenti gli autori. L’ingresso è libero e gratuito.  Info biblioteca comunale 0565 778259

Lascia un commento