Scripta Festival, l’arte e le parole: dal 17 maggio in giro per Firenze incontri, idee e confronti

Libri & Fumetti

Prenderà avvio a Firenze mercoledì 17 maggio alle ore 11.30 Scripta Festival. L’arte a parole, a cura di Pietro Gaglianò, con la presentazione di un’installazione permanente, Art books chosen by artist, che l’artista Luca Pancrazzi ha ideato per la libreria Brac. La manifestazione è articolata in quattro giornate di incontri con gli autori, libri, idee, materiali e confronti sulla critica d’arte contemporanea, arricchita da momenti dedicati alla musica, al video e alla performance.

Un festival è interamente autoprodotto, che non gode di finanziamenti pubblici, organizzato e promosso dalla Libreria Brac con la collaborazione dell’Accademia di Belle Arti di Firenze, del Museo Marini, di Santarosa Bistrot e di Libreria Todo Modo che accoglieranno alcuni appuntamenti, tutti a ingresso libero.

L’idea di “Scripta Festival” parte da lontano, nel 2011, con la nascita della rassegna “Scripta l’arte a parole” ideata e curata da Pietro Gaglianò per la Libreria Brac, unica libreria fiorentina specialistica per le arti contemporanee. Un programma di incontri con cadenza mensile sull’editoria dedicata alla critica d’arte e all’analisi dei linguaggi artistici: quelle parole che, di là dal visibile, dalle mostre e dalle biennali, compongono il pensiero contemporaneo.

Un’iniziativa che nel corso del tempo ha visto crescere un pubblico di studiosi, artisti e appassionati e nel panorama nazionale ha creato un punto di riferimento noto al mondo dell’arte ma non solo: una vetrina prestigiosa per l’editoria e un cenacolo di confronto permanente.

Insieme a critici di fama nazionale e internazionale è rilevante la presenza degli artisti coinvolti nel festival: Luca Pancrazzi per la sua installazione ha chiesto a 10 suoi colleghi (Renata Boero, Francesco Carone, Alessio de Girolamo, Aleksandar Duravcevic, Elena El Asmar, Francesco Lauretta, Christiane Löhr, Loredana Longo, Alessandra Spranzi, Eugenia Vanni) 10 bibliografie; Roberto Paci Dalò e Marcella Vanzo proporranno le loro opere attraverso parole e video in due serate al Museo Marino Marini, Maria Morganti presenterà un libro d’artista realizzato a 4 mani con Jean-Luc Nancy, gli artisti di Madeinfilandia con Alessio de Girolamo e Luca Pancrazzi presenteranno ISBN concept concert, una performance audio lore al giorno, spesso si mette in relazione con altre realtà, con altri spazi.

Dagli anni ottanta è autore di una ricerca basata sull’analisi del medium artistico, sulle sue ramificazioni, sulle possibilità creative dell’errore e dell’uso composito di tecniche e materiali. Lo spazio metropolitano e il paesaggio, nella loro continuità con lo sguardo antropico che li definisce, sono i temi trattati con più assiduità.

Il curatore di Scripta Festival. Pietro Gaglianò, laureato in architettura, critico d’arte e curatore, approfondisce l’analisi sulla linea delle libertà individuali, delle estetiche del potere, della capacità eversiva del pensiero critico e del lavoro artistico. Da anni sperimenta formati ibridi dello spazio di verifica dell’arte, in cui esperienze di laboratorio e formazione si innestano sul modello tradizionale della mostra e del convegno con progetti in Italia e all’estero. Recentemente ha pubblicato Memento. L’ossessione del visibile (Postmedia Books) e i saggi: The Invention of Memory (Agence Borderline, Luxembourg 2014), e La versione di Bruto (Firenze University Press, 2014).
È fondatore del progetto “The Wall (archives)” archivio/mostra in progress sul concetto geopolitico di muro. Da settembre 2015 è parte del board del Forum dell’Arte Contemporanea. Dal 2016 è parte del board di Nesxt, festival degli spazi d’arte indipendenti, Torino. È responsabile e curatore del progetto “Nuova Didattica Popolare”, per GuilmiArtProject, programma di residenze e interventi nella sfera pubblica a Guilmi (Chieti). È tra i promotori della residenza di artisti per artisti Madeinfilandia. Collabora con Associazione Centro Creazione Cultura (dove siede nel Consiglio Direttivo), il Vivaio del Malcantone, Firenze, Associazione Fosca, Firenze. Collabora dal 2011 con l’Università degli Studi di Firenze – Facoltà di Lettere e Filosofia, e con le scuole d’arte internazionali Santa Reparata International School of Art e SACI – Studio Art Center International. È coordinatore artistico per l’Italia dei progetti della rete transeuropea Roots&Routes sulla formazione non formale tra arte e antidiscriminazione.

Il programma
Mercoledì 17 maggio 2017

ore 11.30 – Libreria Brac

Luca Pancrazzi, Art books chosen by artist

progetto permanente per la Libreria Brac.

ore 16.30 – Libreria Brac

Maria Rosa Sossai, Vivere insieme. L’arte come azione educativa, Torri del vento, 2017

interviene con l’autrice Lucia Giardino.

ore 18.00 – Libreria Brac

Enzo Restagno, La testa scambiata. Apollinaire fra Picasso e Dora Maar, Il Saggiatore, 2017

interviene con l’autore Saverio Verini.

Giovedì 18 maggio

ore 11.30 – Accademia di Belle Arti, Aula Minerva

Maria Morganti, Jean-Luc Nancy, Il colore succede, non si provoca, Corraini Edizioni, 2016

interviene con Maria Morganti Pietro Gaglianò.

ore 16.30- Libreria Brac

Francesco Poli, Francesco Bernardelli, Mettere in scena l’arte contemporanea, Johan & Levi, 2017

interviene con gli autori Matteo Innocenti.

ore 18.00 – Libreria Brac

Elio Grazioli, Duchamp oltre la Fotografia. Strategie dell’infrasottile, Johan & Levi, 2017

interviene con l’autore Alessandro Gallicchio.

ore 21.00 – Museo Marino Marini

Marcella Vanzo, Rumors, Moor, 2017

intervengono con l’autrice Mariantonia Rinaldi e Pietro Gaglianò

segue la proiezione del video Rumors, 2013.

Venerdì 19 maggio

ore 11.30 – Accademia di Belle Arti, Aula Cenacolo

Roberto Pinto, Artisti di carta. Territori di confine tra arte e letteratura, Postmedia Books, 2016

interviene con l’autore Daria Filardo.

ore 18.00 – Libreria Brac

Emanuela De Cecco, Non volendo aggiungere altre cose al mondo. Politiche dell’arte nella sfera pubblica, Postmedia Books, 2016

interviene con l’autrice Angel Moya Garcia.

ore 21.00 – Museo Marino Marini

Roberto Paci Dalò, Film nero, Marsèll, 2016

intervengono con l’autore Patrizia Asproni e Pietro Gaglianò

segue la proiezione del film Ye Shanghai, 2012.

Sabato 20 maggio

ore 11.30 –Todo Modo

Alessandra Acocella, Avanguardia diffusa. Luoghi di sperimentazione artistica in Italia 1967-1970, Quodilibet, 2017

interviene con l’autrice Alessio Bertini.

ore 18.00 – Libreria Brac

Giovanna Zapperi, Carla Lonzi. Un’arte della vita, Derive Approdi, 2017

interviene con l’autrice Lucilla Meloni.

ore 21.00 – Santarosa Bistrot

Noiseinfilandia, ISBN concept concert

performance audio per lettori e elaboratore digitale

prima esecuzione.

Tutti gli eventi sono a ingresso libero fino a esaurimento posti.

I LUOGHI DEL FESTIVAL

Libreria Brac, Via dei Vagellai, 18

Accademia di Belle Arti, Via Ricasoli, 66

Museo Marino Marini, Piazza San Pancrazio

Todo Modo, Via dei Fossi, 15/R

Santarosa Bistrot, Lungarno di Santa Rosa

 

Lascia un commento