donmilani

Scenari di quartiere: la storia di don Milani in un cortile a Livorno

Livorno

Mercoledì 27 settembre 2017 alle ore 19.00 Per “Scenari di quartiere – Teatri al Calasole”, nel cortile di via Agnoletti e al Centro Don Nesi, via Giorgio La Pira 11, quartiere Corea, in scena lo spettacolo teatrale “Cammelli a Barbiana“ con Luigi d’Elia. Seguirà la presentazione del libro CAMMELLI A BARBIANA-Don Lorenzo Milani e la sua scuola (EDIZIONI ERASMO – 2017) di Francesco Niccolini e Luigi d’Elia, alla presenza degli autori. 

Cammelli a Barbiana riproduce il testo del monologo teatrale realizzato da Niccolini e D’Elia. Il volume ripercorre la vicenda biografica, spirituale e morale di Don Lorenzo Milani: dagli anni della giovinezza del ‘signorino’ Lorenzo alla improvvisa, folgorante vocazione, dal primo incarico alla parrocchia di Calenzano fino all’esperienza di Barbiana, dove don Milani realizzerà quel modello di scuola che lo rese celebre. A cinquant’anni dalla morte di un prete scomodo, polemico, inviso alle gerarchie ecclesiastiche e riabilitato recentemente dalla visita a Barbiana da parte di papa Francesco, gli autori indagano una personalità capace di elaborare idee ancora attualissime, ricorrendo a episodi significativi e attingendo a porzioni testuali delle opere di Don Milani stesso e delle testimonianze di suoi ex allievi. Il libro, corredato da materiale fotografico, include anche testi di Manuela Correros Verbitsky, autrice della prefazione, di Sandra Gesualdi e dei due autori, Luigi D’Elia e Francesco Niccolini.
Luigi D’Elia (Brindisi, 1976) è narratore, costruttore di scene e educatore. Lavora da oltre 15 anni con bambini, ragazzi e maestre. Ha all’attivo, con Francesco Niccolini, cinque spettacoli tra i più premiati del teatro ragazzi. Da questi spettacoli sono nati i libri Aspettando il vento (BeccoGiallo 2014), finalista al Premio Andersen di Letteratura per l’Infanzia e La grande foresta (Titivillus 2012).
Francesco Niccolini (Arezzo, 1965) drammaturgo e scrittore. Lavora con molti e diversi attori del teatro italiano, da Marco Paolini ad Alessio Boni, da Luigi D’Elia a Roberto Anglisani.
Ha pubblicato libri con Einaudi, BeccoGiallo, Titivillus, Manni, Scienza Express e Edizioni Erasmo (Blocco3, coautore assieme all’attore Fabrizio Brandi).

“Scenari di quartiere – Teatri al Calasole”, direzione artistica Fabrizio Brandi, è organizzata dalla Fondazione Teatro Goldoni e dal Comune di Livorno, con il contributo dell’Autorità Portuale, Quartieri Uniti Eco- Solidali, Baretto in movimento e la collaborazione di Casalp, Associazione Don Nesi e Vera Consulting di Milano.
“È un Teatro fuori dal Teatro – spiega Fabrizio Brandi, direttore artistico del Festival –; non più soltanto poltrone comode in una sede specifica bensì la scelta di un nuovo tipo di linguaggio che vede i teatranti e il teatro vivere la città. Lo si vede per strada, dalla finestra di casa o scendendo con una sedia in piazza. Un teatro sociale che unisce persone e quartieri“. Un teatro semplice dunque, di narrazione, che ha in sé la semplicità della tradizione orale e della famosa “veglia a seggiola” che avveniva una volta, non troppo tempo fa, nei nostri quartieri. E in questo contesto il libro Cammelli a Barbiana ci conduce e ci accompagna nel racconto recitato.

 

Lascia un commento