Scenari d Quartiere: a Livorno Antonello Taurino con “La scuola non serve a nulla”. Utopia del Buongusto: al Poggio Salamartano in scena “Ogni fuga è un’arte”

Firenze, Livorno, Teatro e Danza

LIVORNO: Scenari di Quartiere

Sarà Antonello Taurino, impegnato in un viaggio tragicomico autobiografico nel mondo della formazione scolastica, il protagonista dello spettacolo “La scuola non serve a nulla” in programma sabato 15 settembre 2018 alle ore 19.00 presso il Quartiere Ardenza (Parco Scuole Carducci, in piazza A. Sforzini). La rappresentazione, interpretata dall’attore e docente Taurino e scritta insieme a Carlo Turati, è il sesto appuntamento della terza edizione di “Scenari di Quartiere”, la rassegna di teatro di narrazione in programma fino al 23 settembre, nato da un’idea di Fabrizio Brandi e Marco Leone, organizzato da Fondazione Teatro Goldoni di Livorno e dal Comune di Livorno (ingresso libero).

Come fare per accendere quel minimo sindacale di interesse in classi terremotate, multirazziali, multireligiose e multilinguistiche? L’autore Antonello Taurino, essendo nella realtà docente precario di giorno e attore di sera, racconta una realtà che conosce direttamente sulla propria pelle, attraverso lo sguardo autobiografico di un professore che nella vita è anche comico.

Un monologo di aneddoti esilaranti, che spiegano anche ai non addetti ai lavori il grottesco d’una situazione però purtroppo reale e sconvolgente. Il prof. con le sue nevrosi incarna davvero un’emergenza sociale: si barcamena nel microcosmo di alunni e colleghi − anch’essi riconoscibili nei loro tic caratteriali −ci parla del Web e di una generazione iperconnessa con cui però non s’è imparato ancora a fare i conti. Infatti, fare il prof. nella “Buona Scuola” − in una pessima scuola di periferia − è una fatica di Tantalo: ma se sopravvivi ne esci capace di recitare Ionesco all’Oktoberfest, affrontare Shakespeare tra i rutti della platea o rendere Pirandello interessante anche al pubblico di Martufello – afferma Taurino. E proprio in quell’emergenza scolastica, che non è il Vietnam, ma sicuramente è un mondo senza Garroni né lieto fine e che pare sorretto solo dall’eroismo dei singoli, il prof. capisce che conviene mettere da parte il rigore istituzionale per provare a battere altre strade. Non per atteggiarsi a innovatore, no: è proprio che in quelle classi non ha altra scelta, se non osare, innovare, e tanto.

Il festival proseguirà domenica 16 settembre 2018 con la prima toscana di “Zanna bianca”, con Luigi D’Elia, liberamente ispirato ai romanzi e alla vita avventurosa di Jack London (Quartiere Antignano, Piazza del Castello).

Tutte le informazioni su www.scenaridiquartiere.it

FUCECCHIO: Utopia del Buongusto al Poggio Salamartano

Musica e risate per il secondo appuntamento della rassegna di teatro comico “Attacchi di Riso”. Sabato 15 settembre 2018 alle 21,30, al Poggio Salamartano di Fucecchio (Firenze), Guascone Teatro presenta lo spettacolo “Ogni fuga è un’arte”. Di e con Andrea Kaemmerle (ovvero il buon soldato Svejk) accompagnato dai musici Kletzmer Balcanici, Ras Kornica, Ivo Andreevic, Branka Ceperac e Danko Jugovic. Un’omaggio poetico e letterario sulla capacità molto umana di darsela a gambe. A gambe levate. Prodotto con VolterraTeatro e Regione Toscana.

Alle 20,00 cena speciale dello chef dal titolo “Cena balcanica” ad euro 20. Da non perdere una visita al centro storico di Fucecchio con il Castello, la rocca, e il complesso religioso.

“Attacchi di riso” presenta tre appuntamenti tutti da ridere, spalmati tra l’8, il 15 e il 22 settembre 2018. A cura del Comune di Fucecchio in collaborazione con Teatro Guascone di Pontedera. Il mini cartellone è inserito negli appuntamenti dell’estate 2018 di Fucecchio e nel festival toscano di cene e teatro “Utopia del Buongusto”.

«Quello con Attacchi di Riso – spiega Daniele Cei, assessore alla cultura del Comune di Fucecchio – è oramai un appuntamento fisso che si presenta alla fine di un cartellone di eventi estivi molto ricco e altrettanto apprezzato sia dai cittadini fucecchiesi che dalle tante persone che sono venute da fuori. Questa edizione avrà un valore ancora maggiore, grazie alla presenza di un comico fucecchiese doc come Graziano Salvadori, che ha appositamente realizzato uno spettacolo per farci ridere e riflettere sui nostri pregi e difetti».

Il prossimo appuntamento è sabato 22 settembre con Riccardo Goretti e Massimiliano Loizzi in “Comicità 5.0”.

Lascia un commento