SALONE NAUTICO 2019. A Genova tutto pronto per il taglio del nastro. Dal 19 al 24 settembre 986 espositori, oltre mille imbarcazioni e tanti eventi

Fuori Toscana

Tutto pronto per il taglio del nastro del 59° Salone Nautico di Genova organizzato da UCINA Confindustria Nautica, in programma dal 19 al 24 settembre 2019 nel capoluogo ligure (apertura dalle 10 alle 18.30, presso la fiera di piazzale Kennedy / biglietto 15 euro online sul sito del Salone, 18 euro alle biglietterie, 15 euro ridotto). Previsti numerosi  eventi all’interno del Salone (98 fra incontri, presentazioni, tavole rotonde) e fuori salone, nel cuore del capoluogo ligure.

57 Salone Nautico Genova

“In questa occasione anticipo il futuro di Genova come Città della Nautica, riprendendo lo slogan, che è anche un’affermazione, coniata da UCINA a Milano e che rappresenta testa e cuore di ciò che stiamo facendo. Abbiamo a Genova una porzione della blue economy che dà lavoro. L’Italia è la numero uno nella nautica, la migliore al mondo. Le premesse sono ottime – ha detto nei giorni scorsi all’ultima conferenza stampa di presentazione (alcuni giorni fa) del Salone il sindaco di Genova Marco Bucci –  dobbiamo puntare in alto e rimboccarci le maniche. UCINA lo sta facendo da parecchio tempo e tutta la città deve mostrare ai molti visitatori che arriveranno la sua accoglienza e la sua bellezza, così Genova e il Salone saranno davvero la Città della Nautica”.

  • “Il denominatore comune dell’edizione di questo 2019 è la richiesta da parte degli espositori di spazi espositivi ben superiori alla disponibilità attuale (28% di richieste in più per quanto riguarda la categoria yacht & superyacht, 48% per la vela, ben 73% per le imbarcazioni fuoribordo, 35% per gli accessori). Gli espositori – ha spiegato nei giorni scorsi Alessandro Campagna, direttore commerciale del Salone Nautico – arrivano a quota 986, oltre 1.000 le imbarcazioni, con la presenza di nuovi brand tra cui Gulf Craft, Canados, Sunbeam, Franchini Yachts, Maxi Dolphin, Greenline, Axopar, Nadir Yacht, Solaris Power, Cayman Yachts, Coming Solutions, Excess Catamaran, Leopard Catamaran, Delta Catamarans. Il 48% delle nuove richieste di partecipazione proviene dall’estero, confermando la tendenza degli ultimi Saloni. Il grande fermento trova riscontro nel dato relativo alle prevendite online, +136 rispetto all’analogo periodo del 2018″.

Un Salone Nautico espressione delle eccellenze anche sul fronte degli sponsor: è firmata BMW l’auto ufficiale della 59°edizione, Breitling si conferma l’orologio ufficiale della manifestazione. Main sponsor, per il secondo anno consecutivo, Fastweb, che rinnova la fornitura free WI-FI a pubblico ed espositori per tutta la manifestazione.

LE DICHIARAZIONI

 “Il Salone Nautico ha accompagnato la storia di questo Paese e di questa città. Negli ultimi anni è stato fatto un percorso straordinario – ha detto Giovanni Toti presidente della Regione Liguria, nei giorni scorsi durante la presentazione genovese del Salone –  in primo luogo da parte di chi lavora nel settore e dalla città, che ha saputo riappropriarsi di un’occasione e farla diventare un momento condiviso. E’ segno che il Salone Nautico rappresenta una pietra miliare di questa città. Sarà una settimana entusiasmante: noi ci saremo come Regione Liguria, anche con la Liguria Lounge a Terrazza Colombo, e accoglieremo i nostri ospiti.”

  • L’edizione 2019 si apre in un quadro economico dell’industria nautica da diporto che, per l’anno in corso, conferma il buon stato di salute del settore. “L’Industria della nautica in Italia consolida il trend di crescita – ha affermato Carla Demaria presidente de I Saloni Nautici –  Possiamo anticipare quanto sarà confermato nel corso della presentazione della nuova edizione della Nautica in Cifre, ovvero che per il quarto anno consecutivo l’incremento di fatturato complessivo sarà a due cifre, assestandosi oltre le previsioni annunciate alla conferenza stampa di Milano del giugno scorso.”

E le promesse di Milano sono state mantenute: “La manifestazione celebrerà la Città della Nautica – ha proseguito Demaria – puntando sull’eccellenza e sul contenitore Salone, che sarà valorizzato da installazioni artistiche che occuperanno gli spazi tra banchine e padiglioni, con un richiamo al connubio tra mare, eccellenza, arte e design sotto il segno del Made in Italy. In questa prospettiva l’area espositiva è stata ridisegnata a cominciare dall’ingresso, dove espositori e pubblico saranno accolti dall’installazione “From shipyard to courtyard” dell’archistar Piero Lissoni, realizzata per il cantiere Sanlorenzo e esposta per il Fuori Salone alla Statale di Milano. Opere di artisti di livello internazionale come Davide Dall’Osso, Marco Nereo Rotelli e Igor Mitoraj renderanno il Salone una galleria d’arte a cielo aperto. E con uno sguardo alle future edizioni è stata avviata una partnership con la Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze.”

In chiusura  Demaria ha rivolto un plauso allo staff impegnato nella macchina organizzativa e ha concluso sottolineando come “la nostra crescita deve essere sfruttata e realizzata con l’impegno di tutti. Questo è il valore del Patto per la Città della Nautica”.

Saverio Cecchi, residente di UCINA Confindustria nautica ha infine sottolineato: “UCINA ha una grande storia alle spalle e un indiscutibile know-how che le ha permesso, anche in anni di crisi, di continuare ad essere un riferimento per tutte le aziende del settore e un punto fermo nella realizzazione del Salone Nautico. Grazie al lavoro di UCINA, la manifestazione ha saputo interpretare il valore del comparto e rappresentare al meglio l’anima molteplice dell’industria nautica internazionale di cui l’Italia è assoluta protagonista. Oggi il Salone Nautico è il più visitato del Mediterraneo, vede numeri consolidati, in crescita costante da tre anni, una grande vetrina per la produzione, un momento di verifica per le politiche di settore.”

Lascia un commento