Riapertura dopo il restauro del Teatro Coccia, ma il 24 settembre sarà Antonino Fogliani a dirigere L’Orchestra della Rai. Il direttore sostituisce Tianyi Lu che ha avuto un’improvvisa indisposizione

È affidata – come già annunciato con un post – all’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai l’inaugurazione del Teatro Coccia di Novara dopo i lavori di restauro durati un anno, in programma venerdì 24 settembre alle 20.30. Ma sul podio, contrariamente a quanto annunciato negli ultimi giorni, è impegnato Antonino Fogliani, che sostituisce la giovane Tianyi Lu, vincitrice dell’edizione 2020 del Premio internazionale di direzione d’orchestra “Guido Cantelli”, impossibilitata a partecipare al concerto a causa di un’improvvisa indisposizione. (Sopra il titolo: Antonino Fogliani /Ph. Konstantin Pavlenko).

Fogliani, direttore ospite principale della Deutsche Oper am Rhein di Düsseldorf e direttore musicale del Belcanto Opera Festival Rossini di Wildbad, è apprezzato interprete sia del repertorio operistico sia di quello sinfonico. Al suo debutto con l’Orchestra Rai, propone due pagine ispirate da viaggi. Si inizia con l’Ouverture da concerto in si minore op. 26 Le Ebridi, conosciuta anche come La grotta di Fingal e scritta da Mendelssohn dopo una visita all’arcipelago scozzese delle Ebridi nell’agosto del 1829.

A seguire il Concerto per pianoforte n. 5 in fa maggiore op. 103 di Saint-Saëns, detto Egiziano, pregno delle seducenti atmosfere che catturarono l’attenzione del compositore francese durante un viaggio in Egitto. A interpretare quest’ultimo è chiamata la giovane pianista olandese Gile Bae, classe 1994. Insignita del Primo Premio alla Princess Christina Competition nei Paesi Bassi e il Primo Premio alla Steinway & Sons International Piano Competition, nel 2013 ha suonato per il Premio Nobel per la Pace Aung San Suu Kyi.

Chiude il programma la Sinfonia n. 4 in la maggiore op. 90 di Mendelssohn, uno dei brani che Tianyi Lu ha diretto proprio per la finale del Premio Cantelli di cui è risultata vincitrice.

 

Informazioni e biglietteria: https://www.fondazioneteatrococcia.it/

Lascia un commento